Marta mia moglie scopa punita gli taglio i capelli

Marta mia moglie scopa punita gli taglio i capelli

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Marta mia moglie scopa punita con il taglio dei capelli!!

Quello che vado a raccontare mi è successo quattro anni indietro , mi chiamo Carlo ho 42 anni al tempo ne avevo 38 , e mia moglie Dalila ne aveva 34 . Siamo sposati da 13 anni , lei è una bella donna , alta 1,70 con capelli ricci neri , lunghi fino a metà spalle , un bel lato b tondo ( io lo definisco a mandolino ) un seno una terza abbondante , anche io sono abbastanza tonico , frequento tre volte a settimana una palestra , sono alto 1, 76 , unico neo è che non ho più i capelli , ho la testa completamente rasata a zero . Il mio Lavoro mi permette di guadagnare molto bene , ho da alcuni anni un ufficio di consulenza commerciale e compravendita di immobili , Dalila lavora presso un ufficio grafico da cinque anni come responsabile commerciale . Ci siamo conosciuti che eravamo giovanissimi in discoteca , dopo due anni di fidanzamento ci siamo sposati , e dopo un anno è nata Sofia .La nostra vita è sempre trascorsa molto bene , non avevamo problemi economici, avevamo comperato una casa con giardino nella prima periferia di Perugia la nostra città , anche a letto si faceva all’amore due , tre volte a settimana , si era molto in sintonia , lei era molto disponibile , io con il mio uccello che si aggirava intorno ai 21 cm la facevo godere infinitamente. Spesso quando uscivamo a cena con alcune coppie di amici di lunga data e c’era una certa confidenza , dopo qualche bicchiere di vino di troppo da parte di mia moglie che non regge alcool , bastano due bicchieri che diventa subito rossa in viso e molto loquace , se ne usciva fuori dicendo che lei quando scopava con suo marito , raggiungeva il cielo perché con quei 20 cm e più si sentiva tutta piena e godeva fino a raggiungere il paradiso , alcune amiche allora dicevano che avrebbero voluto provarlo anche loro ma non potevano perché erano sposate , lei ribatteva dicendo che ero proprietà sua e basta , e giù una sonora risata di gruppo . Erano alcuni giorni che la vedevo distratta , la sera quando siamo da soli , gli parlo lei sembra che nemmeno mi ascolti , è presa dai suoi pensieri devo ripetere due volte i discorsi, poi ultimamente a con se sempre il cellulare, non lo lascia mai , lo tiene sempre vicino , cosa che prima non faceva mai , anzi spesso lo dimenticava in giro per casa e lo cercava quando gli serviva. La mattina quando si preparava per andare al lavoro vedevo che preparava con cura gli abiti da mettersi sul letto , non metteva più pantaloni ma solo gonne e anche l’intimo era sempre più sexy . Erano passate alcune settimane da quando avevo notato questi cambiamenti in Marta , quando una sera organizziamo una cena con mia cugina e suo marito. Mia cugina Giada lavora con mia moglie , durante la cena si ride si scherza , si beve vino , si parla anche di sesso , loro donne fanno anche dei pettecolezzi su una collega che cornifica il marito , poi mia cugina tra una battuta e un altra se ne esce con la frase : Marta prima o dopo anche te farai uguale con Giuseppe , siete sempre in sieme in ufficio . Mia moglie subito sbianca e diventa seria , poi rivolgendosi a mia cugina con un tono non più scherzoso gli dice: ma che cazzo vai dicendo ? Allora Giada ribatte dicendo ma dai lo vedono tutti in ufficio che ti sbava dietro come una lumaca , poi ultimamente siete sempre insieme , andate a metà mattinata al bar a prendere il caffè , cosa che fino a due mesi fa prima che arrivasse Giuseppe non andavi mai con nessuno anche se invitata. Allora io mi giro verso Marta e gli chiedo chi fosse questo Giuseppe e perché non mi aveva mai parlato di questa persona dato che spesso a casa raccontava ciò che succedeva in ufficio . Lei rimane in silenzio per alcuni secondi come non sapendo cosa dire poi con un tono piuttosto scocciato mi dice che Giuseppe è un grafico assunto da due mesi , lei non è tenuta a raccontarmi ogni cosa che riguarda il suo lavoro , poi rivolta a mia cugina gli fa notare che è sposato e che ha una moglie più giovane di lei , figurati se pensa a una più vecchia . Da quel momento è sceso il silenzio , abbiamo finito la cena ci siamo salutati e siamo tornati ognuno alla propria casa. Da quella sera è passata un altra settimana , il rapporto con mia moglie si è raffreddato ancora di più , gli chiedo cosa c’è lei sempre sul vago mi risponde nulla tutto ok . Io comincio ad avere dei dubbi e sospetti , fino a un giorno che ero partito la mattina presto perché avevo un appuntamento per una consulenza fuori regione . Sono a metà strada quando ricevo una telefonata che l’appuntamento era stato annullato e spostato alla settimana dopo . Faccio inversione e torno indietro , poi penso dato che riesco ad essere a Perugia per le 12 e non ho impegni per oggi , ora chiamo Marta e la invito a pranzo . Provo a chiamarla sul cellulare ma non risponde non è raggiungibile o cell . spento , strano penso , allora faccio il numero dell’ufficio , mi risponde Giada mia cugina , gli chiedo se può passarmi Marta , lei mi dice guarda che oggi non è venuta ha telefonato che aveva degli impegni a casa e era in ferie. Quali impegni a casa che non sapevo nulla , provo nuovamente a chiamarla sul cellulare e finalmente dopo più di mezz’ora e dieci chiamate mi risponde tutta preoccupata chiedendomi cosa fosse successo che aveva visto tutte quelle chiamate . io gli domando subito senza farla parlare oltre dove sei perchè il telefono era spento ? Lei mi fa ma dove vuoi che sia sono in ufficio con una voce da santarellina , il telefono si era spento perché scarico ora era in carica , torna a chiedermi cosa volessi ? Gli dico che volevo fargli vedere con urgenza un soprammobile che avevo comperato e che quindi la chiamavo in video chiamata per farglielo vedere fra un minuto . Lei subito mi dice che non era possibile chiamarla in video perché era impegnata con una collega e che il cellulare era scarico , lo avrebbe visto la sera a casa. La signora non voleva che la chiamassi in video perché non voleva che vedessi dove era e con chi era , io la chiamo ugualmente ma la chiamata viene rifiutata , sicuramente era a fare i suoi comodi , non c’erano più dubbi mi tradiva aveva sicuramente un amante . Allora dovevo scoprire con chi era e dove era cosi gli invio un messaggio su W.App e le dico che ero tornato a casa e che fra un quarto d’ora sarei passato presso il suo ufficio . Non vado in ufficio ma verso casa che ero vicino , mi fermo poco distante e nemmeno cinque minuti dopo si apre la porta di casa ed esce un uomo , e subito dietro lei che di corsa prenda la macchina e parte dietro anche lui . Li seguo voglio vedere dove vanno , arrivano entrambi sotto l’ufficio di Marta , parcheggiano e poi entrano separatamente a distanza di 10 minuti . Così ho dedotto che quello doveva essere il famoso Giuseppe. Torno a casa e dopo mezz’ora chiamo la puttana oramai si poteva definire solo così , e gli dico che non sarei più passato da lei ci vedevamo a casa. Torna a casa che sono le 14 e come se nulla fosse mi dice che era passata in rosticceria e aveva comperato il pranzo dato che ero tornato , mi chiede cosa avessi da fargli vedere di così urgente e gli rispondo nulla , volevo vedere dove ti trovavi alle 11 dato che in ufficio dopo che al cellulare non rispondevi mi avevano detto che non eri andata per impegni familiari . Lei impallidisce non sa cosa dire pensa di essere stata scoperta , poi mi confessa amore volevo farti una sorpresa , ero andata a parlare con un paio di ristoranti , tra dieci giorni è il tuo compleanno e volevo fare una bella festa a sorpresa. Convinta che io abbia creduto a questa sua bugia mi viene vicino e comincia a strusciarsi addosso come una gatta in calore , cosa che non faceva più da moltissimo tempo . Gli chiedo che intenzioni hai , non devi tornare al lavoro , mi dice di no ,rimane a casa e ha una voglia matta di fare l’amore . Sicuramente la voglia gli è rimasta dalla mattina dato che l’ho interrotta a metà con il mio arrivo non programmato. Io sono fermo seduto sul divano , lei comincia a baciarmi il collo poi mi morde il lobo d’orecchio , mi slaccia la cinta dei pantaloni e inizia ad abbassare la zip , solleva la maglietta e inizia a leccarmi i capezzoli cosa che sa bene che mi eccita molto , poi con una mano entra nei miei box e trova il cazzo già in tiro , lo tira fuori e con un sorriso mi dice : guarda è già pronto ! Scende in ginocchio tra le mie gambe e mi toglie pantaloni e box , poi inizia a leccare l’uccello , scende fino alle palle poi risale e lo prende tutto in bocca , inizia a fare su e giu , io gli prendo la testa e la spingo verso il basso per fargli ingoiare tutto il cazzo fino a che sento che stenta a respirare e gli occhi gli si riempiono di lacrime dopo alcuni minuti si alza si spoglia completamente , e sempre molto bella penso. Ora lo voglio dentro la fica mi dice , si gira di schiena prende con una mano l’uccello e si siede impalandosi da sola . comincia a pompare su e giù con quel culo che ogni volta che scende mi fa vedere quel forellino rosa stupendo che ho sempre desiderato e che non mi ha mai dato , prendo inumidisco un dito con della saliva e al momento che lei si abbassa con il culo gli infilo il dito dentro completamente . Fa un sobbalzo di sorpresa e leggero dolore penso ma gli dico di continuare come sta facendo , lei mi dice che sono uno stronzo perchè gli ho messo un dito in culo , inizia a muoversi e sento che la cosa gli comincia a piacere e raggiunge un orgasmo , allora piano tolgo il dito e ne lubrifico due e li inserisco nel suo buchetto , ora non si lamenta più ma anzi inizia a spingere sempre più velocemente il culo verso il basso , la cosa dura poco perché sento che gode nuovamente ed anche io sento che sta salendo e con uno schizzo e poi altri gli vengo dentro , tanto prende la pillola. Si gira , si rimette in ginocchio e riprende il cazzo in bocca lo lecca , lo pulisce per bene . Rimango sbigottito , con me era la prima volta che lo leccava per pulirlo , avrà imparato con il suo amante ho pensato . Anche le dita in culo gli erano piaciute , prima mi aveva sempre rifiutato qualsiasi approccio al suo culo . Appena finito si accoccola addosso e mi chiede se mi era piaciuto il tutto , mi dice che per lei era stato stupendo era molto che non godeva così . Io gli rispondo che non era dipeso da me se non avevamo più fatto all’amore e se era passato del tempo , ma era lei che si era allontanata sempre più da me . Lei mi guarda e mi dice che d’ora in poi farà in modo di farsi perdonare e di recuperare il tempo perso , la puttana cerca in tutti i modi di confondere le acque per non farmi domandare quello che era successo in mattinata e si era convinta che avevo creduto a quella sua bugia . Io non torno più sull’argomento , la mattina dopo chiamo mia cugina Giada e gli racconto cosa ho scoperto , lei mi conferma che i suoi sospetti erano fondati , gli chiedo di chiamarmi quando i due amanti si assentano entrambi dal lavoro . Passa una settimana e ho escogitato un piano per vedere cosa succede tra i due , dico a mia moglie che devo andare fuori regione per la consulenza rimandata la settimana passata e che sarò fuori fino a sera . Prendo la macchina e mi allontano da casa , mi fermo in un bar a fare colazione e aspetto , dopo un’ora circa squilla il telefono è mia cugina Giada che mi dice che Marta ha chiesto di uscire dal lavoro alle 10,30 e che Giuseppe non è andato per niente al lavoro. Salgo in macchina e ritorno verso casa , sono le 10 e devo arrivare prima di loro , parcheggio la macchina distante da casa e a piedi la raggiungo . Entro e come già avevo avuto modo di provare mi nascondo nel ripostiglio adibito a lavanderia , dalla porta semiaperta posso vedere sia il soggiorno con i divani , che la nostra camera , dato che si trova al centro dell’ingresso del reparto notte , entro ed aspetto fiducioso che i due amanti arrivino. Alle 10,45 circa sento le chiavi sulla porta e delle voci in ingresso , sono di mia moglie e di un uomo sicuramente Giuseppe , arrivano in salotto e vedo lui che gli tiene una mano sul culo e gli stringe un gluteo , lei ride e si gira e gli dà un bacio , gli inserisce la lingua in bocca . Continuano a baciarsi , poi lui gli sfila il top e subito saltano fuori i suoi seni con i capezzoli dritti per l’eccitazione , la troia era uscita senza reggiseno , inizia a leccarli e a mordere i capezzoli , io che conosco mia moglie , vedo che lei è gie super eccitata perchè leccando i capezzoli si eccita da morire e spesso ci raggiunge un orgasmo , lui continua a ciucciare e lei reclina la testa indietro chiudendo gli occhi , penso ecco la troia inizia ad avere un orgasmo . Dopo un quarto d’ora di questo trattamento lei lo prende per mano e lo porta in camera dicendogli che li stanno più comodi . Si toglia la gonna e vedo che nemmeno le mutande portava va in giro da vera zoccola , lei si siede sul bordo del letto e si tira verso di lei Giuseppe , prende gli slaccia la cinta dei pantaloni abbassa la zip e con una sola mossa gli cala pantaloni e box , si ritrova contro il viso un cazzo che a prima vista sembra abbastanza misero , lo guarda e penso che nella sua mente abbia fatto il confronto con il mio . Prende e comincia a leccarlo come sa fare lei e poi lo prende in bocca e comincia fargli un pompino , vedo che non trova difficoltà ad ingoiare tutto quel cazzetto , non deve superare i 15 cm scarsi, lui comincia ad eccitarsi e gli chiede di mettergli anche un dito in culo che gli piace molto quando gli fanno un pompino avere un dito in culo , la troia allora si inserisce il dito indice nella sua fica per lubrificarlo con i suoi umori che già sono abbondanti e poi lo avvicina al suo culo e con un unico colpo glielo mette completamente dentro . Lui emette un esclamazione di godimento e la incita a muoverlo avanti e indietro , e intanto con le mani gli tiene la testa scopandola in bocca . Nel vedere che mia moglie sta inculando il suo amante mentre gli fa un pompino mi fa un senso di schifo , lei che all’infuori della scopata classica con poche varianti non aveva mai voluto fare altro ora non aveva più nessuna inibizione , avevo come un crampo allo stomaco , prendo il cellulare e riprendo tutto. Durante questo servizio che è durato dieci minuti mi accorgo che lui con il cellulare ha fotografato mia moglie e lei non si è accorta di nulla . Dopo che gli a tolto il dito dal culo e che il suo cazzo era bello duro la puttana di mia moglie lo ha pregato di metterglielo in figa aveva una voglia di sentirlo dentro , ma non so se lo avrebbe sentito dato che lei era abituata a misura piu grande , infatti dopo che lui la pompava già da un po vedo che lei si mette una mano sul grilletto e comincia a toccarsi sicuramente con quel cazzetto non riesce a godere , infatti dopo poco la sento che lo incita a scopare più forte e lei con la mano si sgrilletta velocemente e con un urlo grida siii vengo godooo. Lui ancora non ha goduto , esce dalla sua fica prende e gli avvicina il cazzo al viso e gli dice dai leccalo senti anche il tuo sapore , mia moglie inizialmente rimane ferma poi lui gli spinge il cazzo sulle labbra e lei allora apre la bocca e lo inizia a leccare, la zoccola oggi fa ogni tipo di porcate , lo lecca fino a farlo diventare lucido e in fine si lecca le labbra compiaciuta . Sono sempre più schifato da quello che vedo , non avrei mai pensato che Marta sarebbe arrivata a fare quelle porcate , si stendono sul letto di fianco , intanto io continuo a riprendere , Giuseppe inizia ad accarezzargli il culo e gli dice che vorrebbe incularla . Marta lo guarda in viso e gli dice che lei non lo aveva mai fatto era quasi vergine , si era fatta mettere da me alcune volte come lui un dito dentro . Lui insiste , lei piano piano si fa convincere pensando che poi non è molto grande e che sarebbe stato come due dita , io nel sentire che lei accettava di farsi inculare da un altro quando a me lo aveva sempre negato , mi è salita una rabbia incontrollata e sarei uscito fuori e li avrei massacrati di botte tutti e due , ma mi sono trattenuto . Mia moglie si è messa di schiena ha alzato il culo in alto e con le mani si è attaccata alla spalliera in ferro del letto pronta per essere inculata . Giuseppe gli chiede se aveva del gel o della vaselina per agevolare la penetrazione , lei gli dice di no ma se vuole può andare in cucina a prendere in frigo un po ‘di burro . Lui si alza dal letto va in cucina e torna con un pezzo di burro su di un cucchiaio , con il dito inizia ad ungere la rosellina del culo e a massaggiarlo dentro e fuori , poi quando vede che si è rilassato unge anche la cappella del suo cazzo e piano piano inizia a spingerla nel culo della puttona . Dopo poco con un colpo secco lo infila tutto dentro , lei da un urlo , non per il dolore ma per la sorpresa di sentirlo dentro , poi piano inizia a fare dentro e fuori sempre più veloce , la troia inizia a sentire piacere , un piacere nuovo mai provato i dopo poco inizia ad invitarlo a spingere più forte e di rompergli il culo che è bellissimo , raggiunge un orgasmo emettendo un urlo che non avevo mai sentito . Anche Giuseppe poco dopo con un grugnito da caprone ha urlato vengo ti riempio tutto sto culo sfondato , si accascia sulla sua schiena per alcuni secondi , sento che gli chiede , ora a tuo marito cosa inventi che ai il culo rotto e che non è stato lui , la puttana ridendo gli risponde che innanzi tutto avrebbe continuato a negarlo e poi occhi non vede cuore non duole . Non sa che però l’occhio ha visto e il cuore duole e vuole vendetta . I due amanti si stanno concedendo un po dii riposo , mia moglie gli dice : Giuseppe come ti avevo detto da sempre questa è stata la prima ed ultima volta che si è fatto sesso , capitolo chiuso io ho un marito che non voglio perdere e una figlia , anche tu hai una moglie e un figlio la cosa finisce qui oggi . Giuseppe si mette seduto sul letto e comincia a ridere e gli dice : mia cara non finisce un bel niente io quando avrò voglia di scoparti o di rompere di nuovo il culo lo faro e te dovrai accettarlo perchè altrimenti vedi tutte queste foto che ti ho fatto mentre succhi il cazzo da grande bocchinara o lo prendi in fica e le più belle sono quando ti fai sfondare il culo le invio a tutti i nostri colleghi di lavoro e poi le pubblico sui siti porno . Vedo mia moglie che cambia espressione diventa rossa in viso e urla che è un infame che la sta ricattando, io in quel momento realizzò la cosa ed è ora che intervengo . Tolgo il manico di legno da una scopa ed esco di corsa dal ripostiglio e prima che i due realizzano cosa succede ho dato una violenta bastonata sulla mano di Giuseppe facendogli cadere il cellulare e subito altre due sul braccio e sulla schiena , è caduto lungo sul letto urlando per il dolore alla mano , mia moglie vedendomi si è raggomitolata con le braccia intorno alle ginocchia vicino alla spalliera del letto impaurita aspettando che la colpisco . Mi rivolgo a Giuseppe e gli dico : te non hai minimamente idea contro chi ti sei messo ! Prendo il cellulare e telefono a mio cugino Mario, il fratello di Giada , gli dico pronto Mario avrei un favore da chiederti ! Mario detto anche il Genovese nell’ambiente della mala perchè è vissuto da giovane a Genova , dimmi pure per te sono sempre disponibile . Gli dico che c’è un certo Giuseppe ……… che mi ha fatto un grosso sgarro e che ci vuole che mandi alcuni ragazzi a insegnargli l’educazione , basta che gli rompono un ginocchio come sanno fare loro , ora ti do l’indirizzo che leggo sui documenti e ti invio anche una sua foto su W.A. Mario mi risponde che sarà fatto quando prima , la conversazione è avvenuta con il viva voce , Giuseppe che conoscendo chi è il Genovese inizia a piangere implorando di avere pietà mentre con una mano si teneva l’altra dolorante , si alza dal letto si butta in ginocchio disperato e in quel momento inizia a urinarsi addosso dalla paura . Lo guardò schifato , un essere così mi domando mia moglie cosa ci aveva trovato , continuo a parlare con Mario e gli dico che per ora di non fare nulla che avevo pensato io a punirlo , sicuramente gli avevo rotto un paio di dita con la bastonata. Chiusa la conversazione mi rivolgo a Giuseppe e gli dico alzati queste sono le tue mutande , queste sono le chiavi della macchina e il tuo portafoglio e vattene torna a casa nudo come un verme e puzzi come un caprone quale sei , vediamo cosa racconti a tua moglie quando riceverà i filmati che gli farò avere tuo insieme a questa puttana , inoltre non ti azzardare a dire qualche cosa di questa sera ad altre persone o a sporgere denuncia che sai poi cosa ti aspetta. Rimasti soli io e la puttana , sempre raggomitolata contro la sponda del letto in attesa di una punizione corporale . Gli dico di avvicinarsi che non avevo intenzione di picchiarla , non l’avevo mai toccata e non lo avrei fatto nemmeno ora anche se se se se lo meritava apro il cassetto del comodino e prendo un paio di forbici la faccio girare e comincio a tagliargli i capelli , alla prima sforbiciata lancia un urlo di dolore , preferiva che la picchiassi e non che gli tagliassi i capelli . Gli ho tagliato i capelli cortissimi dietro la nuca , la mattina è andata dalla parrucchiera per fare un taglio migliore , è tornata a casa con un fazzoletto in testa si vergognava a farsi vedere con i capelli cortissimi e una sfumatura tipo militare . Il suo problema erano state sempre le orecchie che le definiva secondo lei troppo grandi e quindi le nascondeva sotto i capelli , ora erano in piena vista . Mi guarda e mi chiede quale altra punizione doveva subire , gli dico che per adesso era in punizione fino a quando non gli saranno ricresciuti i capelli come li portava prima del tradimento , e che doveva lasciar crescere anche i peli della sua fica non la doveva depilare per nessun motivo , avremmo continuato a comportarci con tutti come sempre , come se non fosse successo nulla, nemmeno nostra figlia doveva sospettare niente . Per i capelli corti doveva inventare una scusa che l’aveva costretta a tagliarli corti . Mi fa notare che se lascia crescere i peli della fica , a me non piacciono li ho sempre odiati , gli dico che quando avrò capito che ho dimenticato tutto gli dirò di tagliarli e forse potrà tornare tutto come prima , un tradimento si può anche perdonare ma il ricordo e la sofferenza rimane scolpita nella mente . E’ passato più di un anno e mezzo lei si è comportata sempre da moglie affettuosa , i capelli sono di nuovo cresciuti , due giorni prima del suo compleanno gli dico che era ora che tosare la pecora la lana era molto lunga . Lei mi salta al collo mi riempie di baci e mi dice che il giorno dopo sarebbe andata d’estetista . La sera del suo compleanno abbiamo rifatto l’amore come quando eravamo più giovani , sono passati degli anni lei è sempre innamorata e felice , ma io non ho mai dimenticato il tradimento .

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *