racconti veri

Cemento

L’ho agganciata all’uscita della scuola. Liceo. Maggiorenne. Ok per la legge.Sono il padre di un suo compagno di scuola, mio figlio. Lei mi lanciava sguardi ambigui, e io alla fine non ho resistito.“Brevi qualcosa?”“Un gin tonic, grazie”.“Però, vai giù pesante alle dieci del mattino…”“Non rompermi i coglioni, papi”, mi cazzia…

Prima era la mia fidanzata troia, adesso diventa mia moglie puttana. Terza parte. Il giorno delle nozze.

Dopo questa esperienza, Augusto è entrato a far parte della nostra vita in maniera molto più incisiva. Scopava Sara anche in mia presenza e, in più di un’occasione, l’ha accompagnata presso la società bocciofila del suo amico, Carlo, datore di lavoro di Sara, dove un selezionato gruppo di persone mature…