Mai più

Mai più

Di nuovo lui. Lo senti.Si insinua nei tuoi pensieri. Sei in ufficio, vicino a te un righello, semplice ed
innocuo nella sua utile precisione, ma, dentro, senti il tuo demone che brucia: lentamente, con rumore
sordo ma flebile, schiaffeggi il palmo della tua mano. Trattienilo, non farlo uscire allo scoperto, attenta sta
rapendo la tua mente.
Lo immagini, il tuo schiavo, nudo, in ginocchio, che ti mostra il sedere e accoglie sulle natiche il righello:
una volta, due volte, infinite volte. La pelle si riscalda, si arrossa e si gonfia.Lui geme di dolore, tu sorridi
di piacere ed una dolce rugiada brilla sulla tua intimità.
Ora lo schiavo deve mostrarti riconoscenza, gli hai dato ciò che si meritava..rilassati Donna, lascia che la
sua lingua accarezzi e massaggi i tuoi piedi stanchi: hanno camminato troppo a lungo su una strada ostile,
avversa, che ti ha impedito di riconoscere te stessa.
E’ un demone che brucia o un angelo che ti ridona la libertà?
Guardalo. Guardati. Nel tuo sguardo neanche un’accenno di compassionevole femminilità, al suo posto
un’espressione deliziata dall’impotenza di quell’uomo legato, che adora i tuoi piedi. Cosa farai per
risollevarlo alla sua dignità?Bruci di dominio e passione nell’infliggergli la punta dei tuoi tacchi nella
schiena, e lui geme, mugola mentre lo costringi ad adorarti. Strega ammaliatrice,amante del tuo stesso
potere. Ed un delicato rivolo di piacere scivola tra le tue cosce. Angelo o demone?Non importa perchè fin
dal tuo primo schiavo, dal primo schiaffo che riuscisti a sferrare senza sentirti in colpa, fin da allora,
prendesti coscienza del punto di non ritorno. Mai più.

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.