Mia nonna mi ha sverginato

Mia nonna mi ha sverginato

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Ho 17 anni alto magro , e passo ogni estate un mese dai nonni ,vivono in campagna , hanno una villetta ,mio nonno è mancato un anno fa’ ,1 luglio arrivo con i miei , grandi feste . mia madre ,e mia nonna sembrano sorelle , sono giovani ,e ancora due belle donne ,Un giorno pensavo di essere solo mia nonna era uscita andata al paese , che mi sono messo nudo sul letto e avevo trovato un giornale porno di nonno ,e lo guardavo e mi masturbavo , avevo il cazzo duro nella mano ma me la volevo godere la sega , me la facevo piano ,ma non mi sono accorto che mia Nonna mi stava guardando , faccio un salto divento rosso ,e mi copro con il lenzuolo , si avvicina e mi dice . amore della Nonna tranquillo , fa parte della tua età, non hai la ragazza ? No nonna intanto mi accarezzava ti capisco non ti devi vergognare ,Non sei mai stato con una donna ? Dico no Nonna ,certo che la razza non mente stai messo bene come tuo nonno , anche lui era dotato come te ,e mi messo la mano sul cazzo attraverso le lenzuola , ero ancora eccitato , me lo accarezzava , poi si è alzata e si è spogliata , Nonna che fai ? Zitto piccolo che adesso ti faccio diventare uomo .tolto il lenzuolo si è distesa affianco a me ,e mi ha preso le mani e messe sulle tette e mi ha detto toccale sentile come sono morbide , succhia i capezzoli bravooooo cosiiiii adesso mordili ogni tanto che alle donne piace , eccooo cosiiii senti come diventano duri ,poi mi ha spinto la mano sotto e mi ha fatto toccare la fica , accarezzala questa ti farà felice negli anni , c’e gente che ci perde la testa , ero un bravo alunno , mi detto adesso ti faccio provare un piacere ma cerca di resistere ,e scesa con la bocca e lo ha iniziato a succhiare , mmmmmmm haaaaaaaaaa bellooooo siiiiiiiiiii Nonna cosiiiiiii mi piace , si è girata e messa sopra di me mi ha detto fallo anche a me infila lingua , dentro e fuori leccala tutta amore della Nonna e io slinguavo infilando la faccia , poi mi ha detto adesso sdraiata si aperta le gambe e carezzandosi la fica piano piano devi infilarlo qui , poi ti muovi piano piano , quando senti che scivola vuol dire che mi sono bagnata e sono pronta porcello della Nonna ti muovi spra d me dentro e fuori , e appoggiato la cappella e sono entratoooooooo mmmmmmmmmmmm che caldooooo ficooooo le sue mani mi stringevano i fianchi e mi dava il ritmo , aspetta a godere quando ci sei vicino fermati e lei si è toccata si grilletava forte io andavo dentro e fuori , poi mi ha detto eccooooo ci sonoooooooooo dai piccoloooooooo sei promossooooooooo vieniiiiiiii e ho dato un pèo di ritmo e sono venuto urlandoooooooo e stramazzato su di lei , che mi accarezzava la testa , Siiiii God amore della Nonna adesso sei un uomo ,Ogni giorno facevo lezione di sesso , mi ha dato il culo .e mi ha insegnato come toccarla per farle raggiungere il piacere ,Una sera si è fatta scappare che non ero il solo nipote di cui si era occupato , ma anche di mio cugino , e per tutto il tempo la notte dormivamo e facevamo sesso ……. non vedo ora che arrivi anno prossimo …

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

11 thoughts on “Mia nonna mi ha sverginato

  1. Shooter

    se hai una nonna come la mia non ho dubbi, la mia ha 58 anni ben portati, peccato non possa pubblicare le foto ma è proprio bona, le prime “turbe” sessuali me le ha fatte venire lei, sono cresciuto a casa sua e le prime tette nude che ho visto sono le sue, anche se cadenti erano eccitanti, da li è iniziato tutto, mi ha stimolato l’erotismo e condotto a spiarla dal buco della serratura da quando avevo 13/14 anni, mi eccitavo a masturbavo a quelle visioni che mi davano battiti incontrollabili, mai visto nulla di più bello in vita mia fino a quel momento, la desideravo, ma dal sognare a scoparla c’era di mezzo il mare, ma a 17 quasi 18 ecco la sorpresa, eravamo soli io e lei nella casa la mare, mi disse in spiaggia se le mettevo la crema solare, non era la prima volta che lo facevo, però mi disse di massaggiarla se non mi dava noia farlo, …essendo vecchia… risposi che era la nonna più giovane e bella che un nipote poteva desiderare, tra sorrisi e gratificazioni mi disse dai fai del tuo meglio allora, sono in attesa d’essere rilassata da te nipote preferito! Cazzo già stavo a cazzo duro! Circa 5 minuti di massaggio le avevo già accarezzato e palpato tutto perfino il monte di venere, mi prese la mano e mi disse dai continuiamo sul letto in casa! Cazzo sempre più duro ed eccitato, lei lo vide palesemente e sorridendo disse, uhumm è la prova che mi vuoi bene che ti piaccio veramente, ero rosso in faccia e annuii, appena entrato in casa mi baciò toccandomi il cazzo dritto e duro, nemmeno il tempo d’arrivare sul letto ci buttammo sul divano a slinguazzare e toccarci come animali in calore, mi tirò giù il costume me lo prese in mano per indirizzarlo verso la sua figa, io non avevo ancora scopato non sapevo nulla ma appena appoggiata la cappella sulla figa spinsi dentro come se la volessi ammazzare, disse: ehiii piano.. vai piano non mi devi uccidere! Vero! Ma la figa dal perlo nero lucido e calda che emanava un particolare odore di femmina era inebriante e invitante eccitante non mi faceva controllare, ci davo dentro come un pistone sbiellato, che goduria immensa, stavo scopando la donna dei miei sogni, senza preservativo senza limiti ci davo in mezzo alle sue cosce carnose e lisce, mentre la guardavo in viso felice e piacevolmente, persi la verginità con la donna che desideravo in un amplesso perfetto, almeno per me, sentivo il suo calore interno e il mio che strusciava e poi l’eiaculazione al top del godimento, averle schizzato dentro con tutta l’energia possibile mi fece rantolare da godimento, caddi su di lei sfiancato, lei mi teneva stretto, non mi lasciava staccare da lei, rimasi ad ansimare sul suo collo, per riprendere fiato, lei continuava a tenermi stretto come se non volesse farmi uscire, infatti, voleva che io riprendessi la turgidità, e cazzo se me lo rifece venire duro ancora, magnifica donna sapeva spettare e fare in modo di riavermi duro e crudo, lo avevo già puntato sulla sue fessura e rientrai scivolandole dentro, ero li davanti al suo viso sorridente e felice, la stavo scopando ancora dopo una decina di minuti, stavolta mi comportai come un uomo esperto, la scopai con più attenzione durando il più possibile, che meraviglia starle sopra e ficcarglielo dentro con più consapevolezza di prima, persi la percezione del tempo, sentivo solo la stanchezza, la fatica la facevo solo io, ci davo che ci davo come un maiale e guardandola in viso mi eccitavo alla sua eccitazione ai suoi sorrisi, rivenni dentro una seconda volta, ricaddi sul suo corpo sulle sue tette morbide ad ansimare e rifiatare ancora, stavolta non mi trattenne, mi spostai per sdraiarmi al suo fianco a pancia in su, poche parole detto con un filo di voce e poi lei mi accarezzo il petto la pancia e le cosce fino a prenderlo in mano, poi in bocca fino a farmi indurire ancora, non pensavo di farcela, ma la sua bocca e la lingua me lo tirarono su per la terza volta in meno di un ora, la mia prima pompa con unico schizzo nella bocca di una donna, la guardavo mentre scomparivo nella sua bocca e riapparivo, avevo il cuore a palla pensavo mi morire in un colpo, invece che godimento da urlo, mi disse ehiii tutto bene? annuii e con un si stanco ma soddisfatto, mi rispose che non aveva dubbi sulla mia virilità di giovane maschio, che da quel momento in poi sarei stato il suo gigolò e lei la mia puttana se lo avessi voluto.

     
  2. wiwa

    be insomma proprio mia nonna no no! Però la sua amica si e come gli piace succhiarlo fino a ingoiare l’ultima goccia, meglio delle mia coetanee di 24 anni, l’avevo sempre pensato o immaginato fin da ragazzino che l’amica di mia nonna fosse un succhicazzi da paura, aveva una faccia e un espressione da maiala perennemente in calore, ma le prove non le avevo, fino a quando un giorno rimanemmo da solo e ci confidammo alcune cose personali sulle relazioni d’amore e sessuali, lei vedova da una decinna d’anni in cerca di uomini, ne aveva conosciuti alcuni in balera, ma vecchiotti e non attivi abbastanza con o senza pilloletta blu per le sue esigenze, insomma mi fece capire che cercava un tipo, io dalla mia esperienza non trovavo abbastanza disponibili le mie coetanee, fu classica e scontata la frase: ecco chi ha il pane non ha i denti e chi i denti… sorridemmo e con molta delicatezza mi poggiò una mano sul pacco, nulla di più chiaro ed esplicito, appoggia la schiena sullo schienale del divano e lascia fare, si buttò sul mio cazzo già dritto come nessuna delle mie varie esperienze, nemmeno quando provai per la prima e unica volta una donna a tassametro, lei l’amica di mia nonna di anni 62 sapeva come far impazzire un maschio, arrivavo con il glande a toccare l’ugola, roteava la lingua sulla cappella come non avevo mai sentito prima, mi faceva mancare il respiro, vedere il cazzo dentro la sua bocca fino a sbattere le palle sulla sua bocca mi faceva ansimare da infarto, ma la cosa stupenda che mi fece schizzare in bocca deglutendo e succhiando fino all’ultima goccia il mio sperma, tutto da cardiopalma o sincope apoplettica, e chi cazzo aveva mai provato un pompino maestoso come questo. Alla facci delle migliori puttane o libere docenti che conoscevo, a questa signora piace il cazzo sopratutto la crema che gusta e ingoia con avidità.
    Sono mesi che mi faccio spompinare da lei che la voglia di scopare con le mie coetanee si affievolita, sono soddisfatto di quella bocca di 62 anni ma sapiente capiente e golosa del mia cazzo e del mio sperma quasi fosse per lei l’elisir di lunga vita.
    Comunque vi do un consiglio, travate una anche voi mi assicuro mi succhierà anche il midollo spinale dal cannolo come fosse un ossobuco!

     
  3. angelina dini

    mi farebbe piacere farmi fare il culone grasso e grosso da padre e figlio a bologna e provincia sono grassa bolognese puttana zoccola bocchinara3450916472 anche troia chiamatemi

     
  4. jummeret

    ho una nonna di 61 anni, bella femmina più di mia madre, avevo 16 anni all’epoca e dormii a casa sua nel suo letto con lei, quella situazione erotica particolare mi attizzò la curiosità, percepivo il suo profumo, piacevole e invitante, mi avvicinai a lei con paura e molta attenzione, mi appoggiai delicatamente al suo culo, che incredibilmente lo spinse verso di me, a quel punto con il cuore in gola la strinsi a me, le accarezzai i seni e una coscia, lei mi tastò il cazzo già duro, in un attimo sposto le mutande e mi indicò il buco giusto, tentavo di scoparla ma non indovinavo il buco della figa, me lo indirizzo lei, pazzesco come glielo infilai in quella carne umida calda e scivolosa, la scopai con vigore e frenesia venendole dentro in pochi istanti, non avevo mai scopato, lei ovviamente se ne accorse, si girò verso di me sorridendo abbracciandomi e parlandomi con gioia, mi diceva cose carine, che ero bello e virile, di non preoccuparmi e non far sapere a nessuno cosa era accaduto tra noi, guai si venisse a sapere! Poi passati alcuni minuti mi inviò a salire su di lei, mentre mi accarezzava i glutei e toccava il cazzo che si stava rianimando, allargò le gambe invitandomi a scoparla ancora, nel mentre i diceva, piano non correre non essere precipitoso nemmeno egoista, concedimi il tempo di godere, capisci? Ero alla prima scopata e mi trattenni il più possibile, vidi e sentii per la prima volta sul volto di una donna il piacere che il sesso le procurava, cazzo era una sensazione divina il suo sorriso di godimento, io scopavo come un coniglio, e lei mi tratteneva con le mani sul culo per rallentare il ritmo, poi ecco ad un tratto il mio orgasmo dentro di lei, mi trovai sul suo seno morbido ma piacevole al tatto e al bacio dei capezzoli, ero in paradiso, mi buttai a lato per rifiatare, ma lei mi strinse ancora, chiamandomi piccolo stallone, continuava ad accarezzarmi i pettorali, le cosce e il cazzo, mi sentivo un Re con la sua schiava di sesso, mi parlava quasi sottovoce con amore e pazienza, sapeva cosa fare e cosa voleva da me, lasciava che io riposassi sufficientemente per farmi eccitare ancora, ci riuscì toccandomi sapientemente cazzo e palle, mi inturgidii di nuovo ma stavolta mi se lo prese in bocca, cazzo stavo come un pazzo col cazzo dritto e duro mentre lei se lo gustava come fosse cibo, leccava succhiava quasi a farmi male, mi solleticava il glande con la lingua e poi spariva nelle sua bocca fino alle palle, vederlo sparire nella sua bocca mi dava sensazioni strane ma di grande eccitazione, le venni in bocca, rimasi di stucco quando vidi che ingoiò quel poco di sperma rimasto. Quella notte fu un tripudio di piacere, come le volte precedenti, abbiamo continuato la nostra “storia” di sesso per 4 lunghi anni, praticamente scopavo più con lei che con le mie coetanee, anche perchè mia nonna sbocchinava meglio e soprattutto si gustava il mio sperma come fosse nettare. Mia nonna una donna meravigliosa, pensava a me a farmi godere e oltretutto a nutrimi per tenermi in forma, i miei lavoravano e quindi andavo a casa sua a pranzare tutti i giorni finita la scuola, come a volte dormivo da lei, e una di quelle serate e notti abbiamo scopato, lei aveva necessità di avere un maschio, vedova da prima che nascessi, io giovane maschio di famiglia desideroso di provare il sesso con una donna, dopo anni di seghe, come se mia nonna lo sapesse, mi prese a dormire con lei e quella sera si concesse a me, meraviglie di tutte le meraviglie la femmina anche a 60anni se in salute e in buona forma fisica la femmina ti proietta in mondo di piacere infinito, lei mi ha fatto scopare come un matto, tutte le volte che volevo si concedeva, tranne in casi eccezionali, ma le volte che mi spompinato per il suo piacere oltre al mio e le scopate in quella figa calda accogliente umida e incredibilmente odorosa di buono furono decine e decine, una volta mi disse: Voglio essere farcita di crema da te mio dolcissimo pasticcere. Le avrò versato in bocca e in figa litri di sperma con mio grande godimento, ma vedendo lei mi resi conto che il suo piacere di ricevere il mio nettare era superiore al mio di eiaculare.
    W le donne, chi le usa violenza non ha capito un cazzo di quanto siano sante le donne, fondamentali per la nostra vita e salute fisica e mentale, per avere il loro consenso non occorre drogarle o usare violenza, è sufficiente corteggiarle con educazione per avere le loro grazie a disposizione per la nostra e loro goduria sessuale.

     
  5. Nestor

    No !!! La specialità delle nonne è quella dell’arte culinaria. Da giovani sono più o meno versate a lavorarsi il maschio a letto, ma con gli anni non gli rimane che soddisfarlo a tavola.

     
    1. dritto

      lo dici tu Nestor, la nonna di un mio amico mi faceva delle pompe da urlo, cazzo aveva 72 anni ben portati ma sapeva lavorare di bocca meglio di una professionista, succhiava e roteava la lingua intorno alla cappella come un vortice, mi faceva scoppiare nelle sua bocca, voleva e pretendeva il mio succo così lo chiamava, io glielo davo con tutto il cuore non dicevo mai di no, le piaceva il cazzo al punto di portarmi in bagno farmi il bidet asciugarmi e poi slinguazzarmi e ingoiarmi come se fossi chissà cosa, mi tirava su come nessuna delle mie amiche ventenni era in grado di fare, santa donna, mi domando ancora come si possa usare violenza alle donne, sono maestose, voluttuose e affamate di maschio anche in tarda età.

       
  6. simona

    ne parlate come se lo donne non avessero le stesse voglie di voi uomini, sono una donna matura e vi assicuro che la voglia di fare sesso con un maschio tosto non mi è passata, anzi sono più sicura e disinibita tanto libera da farmi desiderare da mio nipote di 24 anni, lo sto “ammazzando” di piacere poverino è perfino dimagrito, sono disinibita a letto e gli faccio di tutto, lo voglio e pretendo è un mio diritto godere come fate voi maschi, liberamente senza la paura di venir fecondata, ormai per l’età è impossibile, quindi lo svuoto anche due volte nella stessa giornata, viva i nipoti maschi e virili.

     
    1. martinica

      beata te, io non sento un maschio da 10 anni, ho 59 anni e ho voglia di… ho comprato dei sex toys ma dopo diventano noiosi, voglio un maschio vivo caldo parlante e turgido che me lo faccia sentire dentro fino in fondo, ho adocchiato mio nipote anni 30, mi osservava con occhi incuriositi, chissà forse gli piaccio, se mi butto riesco a prenderlo l’uccellone mio.

       

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.