Una moglie porcelllina

Una moglie porcelllina

Spread the love

Una moglie porcellina
Mi chiamo Grazia o 50 anni sono sola in una casa anche troppo grande
per me, e uno di quei momenti di tristezza che ormai mi accompagnano da
anni e non so da che parte cominciare, voglio raccontarvi come sono
riuscita a rovinarmi la vita da sola, lo faccio forse anche per giustificarmi.
Cominciamo dall’inizio, tanti anni fa o 18 anni filo con un ragazzo poco
più grande di me, sono innamorata pazza, sua madre quando ne e venuta
a conoscenza si e opposta non mi ritiene adatta al figlio solo perché sono di
umili origini e loro sono benestanti, per tutta risposta mio padre mi a
proibito di vederlo e cominciato una stretta sorveglianza, ma quello che e
peggio lui e sparito per non dispiacere a mamma, mentre qualche giorno
prima mi dichiarava eterno amore, io o un carattere forte e malgrado
dopo mi abbia continuato a cercarmi non ho voluto più saperne niente di
lui in me si era spento qualcosa, e per togliermelo dalla testa mi fidanzo
con un ragazzo conosciuto da poco, all’inizio e solo ripicca, manco mi
piaceva, ma nel giro di qualche mese cambio idea, e quando parte per il
servizio militare mi accorgo di quanto mi manca il mio Mimmo, e buono,
onesto, sincero, generoso e quello che ogni donna vorrebbe avere, i miei lo
adorano sempre pronto, sempre disponibile c’è voluto un anno prima che
mi decidessi a far l’amore con lui, ma quando e avvenuto mi sono sentita
grata a quel ragazzo dolcissimo mi a fatto sentire il centro del mondo
anche quando quasi tutti diventano aggressivi e volgare lui sembra
chiedere scusa e molto bravo a farmi sentire donna, e la prima volta che o
un orgasmo vero, e la prima volta che non subisco un uomo per dieci
minuti per poi sentire vengo e ritrovarmi sporca, eravamo chiusi nella mia
cameretta i miei erano fuori e desideravo compiacerlo e stato FAVOLOSO
mi sono ritrovata a fare cose che manco sapevo che esistessero con piacere
senza forzature lo volevo fare.
In seguito ero persa di lui mi manca ogni minuto ne sono gelosa, dopo due
anni coroniamo in nostro sogno ci sposiamo,Mimmo a sempre saputo della
mia precedente storia, non ne e geloso mi dice sempre che il passato non
esiste bisogna guardare al futuro e non avere rimpianti parole vere, lo
amo sei il migliore, negli anni a venire dopo la gravidanza abbiamo deciso
che resto a casa a crescere nostra figlia mio marito a un buon lavoro e non
disdegna fare anche dell’altro quando capita, non ci manca nulla sono
felice ho una bella casa grande una figlia adorabile un marito d’oro uno
che tutte le mie amiche mi invidiano il matrimonio gli fa bene e anche
bello cosi lo vedono e geloso e anche fedele, a letto e esperto non mi a
mai detto dove e da chi a imparato, sa come fare godere una donna e pieno
di vitalità, fantasioso e birichino, nel corso degli anni insieme a lui
abbiamo fatte tutte le esperienze, siamo passati dalle fantasie ai fatti, era
da tempo che quando facevamo sesso fantasticavamo di farlo in tre o in
compagnia e quando una coppia di amici ci a proposto di farlo insieme
abbiamo accettato subito, cosi che mi sono ritrovata a soddisfare due
uomini insieme, ma quando ho visto la mia amica godere con mio marito
mi ha preso la gelosia e l’ho letteralmente trascinato via, ironia due minuti
prima ero io a godere mentre Franco mi scopava alla pecorina e io
succhiavo il cazzo di mio marito scordandoci completamente che con noi
c’era anche Tamara ancora una volta mi a dimostrato la sua grandezza
altri avrebbero urlato si sarebbero incazzati, lui no a chiesto scusa e mi a
seguito solo la sua dolcezza in seguito riparlandone tra noi mi fa capire che
e solo sesso e solo piacere fisico lui ama me solo me.
Di comune accordo abbiamo ripreso a fare sesso in quattro l’unica regola
era il piacere, qualcuno si era fatto delle illusioni spingendo a chiedermi
di fare sesso con lui ma da soli e in separata sede, la mia risposta non
poteva che essere, tu non hai capito io non tradisco mio marito, poi loro
anno avuto dei problemi e sono finiti per separarsi, ci siamo persi di vista.
Una sera eravamo a letto guardavamo un porno era un’orgia quando il
mio uomo mi chiede ti piacerebbe farla una cosa del genere, dopo le
esperienze che ci eravamo fatti gli dico; si con te vicino farei di tutto, ok ti
faro una sorpresa, all’epoca o 33anni sono quello che si definisce una bella
fica alta castana occhi azzurri due tette meravigliose toste un culo che e
uno spettacolo me lo dicono tutti quelli che vorrebbero scoparmi.
Un sabato il mio uomo e super eccitato inutili sono stati i miei , perché sei
cosi oggi era sfuggente, dopo pranzo porta i bambini dai nonni, si perché
ora sono due, al ritorno punta sul centro commerciale, ancora una volta
chiedo perché qua,
Mi risponde aspetta e vedrai, siamo davanti a un negozio d’abbigliamento
e mi dice; va entra compra qualcosa di carino e di sex stasera ti porto a
vivere, a quelle parole sono elettrizzata inoltre o l’occasione per
comprarmi qualcosa non perché non ne avessi ma come tutte le donne
sono vanitosa, dopo molto tempo e dopo tanti vestiti opto per un vestito
lungo nero che mi fascia mettendo in risalto le mie curve perfette con una
scollatura ampia che mette in risalto il mio decolte, al momento lo copro
con una sciarpa nera il vestito a due spacchi laterali che mettono in risalto
le cosce ai piedi scarpa aperte nere al momento del pagamento mi viene un
coccolone, ma il mio lui paga con un sorriso senza battere ciglio, fuori mi
dice; stavi da dio amore ma bisogna completarlo, cosa dici basta amore, no
stasera voglio che splendi .
Ma si può sapere dove andiamo, dov’è la festa.
Mi guarda con quel sorriso malizioso, ti stupirai vedrai, entriamo in un
negozio di intimo la scelta cade subito su un intimo nero trasparente
molto piccolo con reggiseno senza spalline e un perizoma.
Andiamo a casa o voglia di fare l’amore con mio marito sono super
eccitata ma con bacini mi tiene a freno dicendomi non e il momento,
restiamo qualche ora accoccolati a guardare la TV si e fatta l’ora di cena e
gli chiedo cosa mangiamo?
Niente amore preparati ti porto fuori.
Stasera mi stai facendo impazzire con i tuoi misteri, non credi che debba
sapere.
A suo tempo amore, a suo tempo, ma ti prometto se non ti piace andiamo
via subito.
Mi devo vestire bene?
No non e il caso dopo torniamo a casa.
Ci laviamo e via, il ristorante e di quelli buoni, mangiamo benissimo e
beviamo meglio poi ritorno a casa sembra che sia tardi, poi di nuovo dai
amore fatti bella ti voglio bellissima e profumata, una doccia veloce il
vestito comprato nel pomeriggio il trucco perfetto quando gli dico sono
pronta mi dice vieni qua fatti vedere quando sei bella, mi fa girare poi lo
sento dire accidenti che donna, anche lui non e niente male nel suo vestito
e cravatta in macchina sono rilassata e attenta a cercare di capire dove
siamo diretti, ma siamo su strade che non conosco Mimmo a la sua mano
tra le mie cosce, poi vedo un’insegna che indica un agriturismo, subito
dopo una strada sterrata alcuni centinaia di metri e vedo una grande casa
immersa nella semioscurità, entriamo ci viene incontro una donna bella e
ben vestita ci accompagna in un grande salone, alla nostra entrata tutti gli
occhi sono puntati su di noi e passando tra i tavoli tutti i maschi mi
fissano, nel salone ci sono numerosi tavoli e molta gente, alcuni parlano
come vecchi amici altri fanno dell’altro come baciarsi in modo plateale
cosi gli chiedo; dove siamo?
Mi prende le mani e mi dice; ricordi quel filmino di orge, ricordi che ti
avevo chiesto se ti piacerebbe farlo, ebbene amore siamo nel posto giusto,
ora ti spiego, tra poco andremo in giro, vedrai ci sono delle camere
potremmo vedere di tutto, possiamo fermarci a guardare, se ci invitano a
partecipare possiamo accettare come no nessuno ci obbliga a fare cose che
non vogliamo sta a noi solo a noi scegliere ma ricorda se vuoi andare via,
pago e andiamo.
Sei un porcellino ma ora ci siamo diamo un’occhiata.
Arriva la solita signora con un drink prendiamo i bicchieri e giriamo, la
prima stanza e vuota, nella seconda c’è una signora piuttosto in carne con
due uomini che si danno da fare, uno dei due a un bel cazzo, mi fermo a s
guardarlo meravigliata, andiamo oltre un’altra sala con un letto circolare
al centro sopra due donne e tre uomini in giro dei divanetti dove ci
accomodiamo per guardare, le due donne sono davvero molto belle due
more, gli uomini niente di che solo il loro cazzi sono degni di nota forse
perché sono duri, e un momento che una delle due a tutti gli uomini su di
se e alla pecorina un cazzo in fica uno in culo e il terzo in bocca mentre la
donna sotto di lei che lecca fica e cazzo, porto la mani tra le cosce di
Mimmo e sento il suo cazzo duro mi avvicino e gli dico ti stai eccitando stai
pensando come sarebbe tua moglie al suo posto vero porco.
Si e favolosa mi piacerebbe intanto mi infila la mano tra le cosce solo in
quel momento vedo una delle due che viene verso di noi, tende la mano,
rivolgendosi a me, ciao mi chiamo Carla, ti andrebbe di partecipare con
noi ovviamente con il tuo lui se vuoi, mia moglie mi guarda cerca il mio
consenso, la bacio e le dico vai con Carla amore se ti fa piacere io vengo
dopo, no ci vado solo se vieni anche tu, ok andiamo.
E in quel momento per la prima volta mi rendo conto che ci sarei andata
anche senza il suo consenso se solo Carla avesse insistito ma e meglio cosi o
il suo consenso, le due donne si dedicano a spogliarmi lentamente per il
piacere degli uomini che cazzi in mano sono fermi a guardarmi, una volta
nuda mi fanno stendere sul letto allontanando gli uomini che si erano
avvicinati Carla mi allarga le cosce e prende da subito a leccarmi la fica e
aiutandosi con le dita mi scopa l’altra a preso a baciarmi rispondo al bacio
e sento delle mani afferrarmi le tette la mia compagna si porta con la fica
sulla mia faccia allarga le grandi labbra e si posa sulla bocca prendo a
leccarla sento il sapore forte dello sperma ma non mi fermo, l’afferro e
lecco sempre più forte sento l’orgasmo salire, ho voglia di sentirmi piena
di un bel cazzo sposto la mia compagna e afferro il primo cazzo che trovo e
lo porto dentro, quando lo sento in fondo dopo due colpi mi lascio andare
ad un orgasmo di quelli che ti stordiscono dal piacere, dopo non capisco
più niente mi scordo completamente di mio marito voglio solo godere e
prendere quanti più cazzi posso, mi hanno riempita sento la fica e il culo
pieni sono stesa tra due uomini che manco conosco e mi stanno chiavando
come una puttana il terzo si e messo sulla mia testa e mi da il suo da
succhiare prendo anche quello mi anno fatto cambiare tutte le posizioni o
leccato fiche e cazzi sono piena sono stanca sono sporca, e solo ora mi
rendo conto che mio marito mi guarda stupefatto stando seduto, quando
gli chiedo cos’hai amore, mi dice; vieni andiamo via, mi guardo in giro
raccolgo i miei vestiti, mi vesto alla meglio mi rendo conto che durante la
mia performance o avuto numerosi spettatori, in macchina mentre stiamo
tornando verso casa cerco di parlargli ma e stranamente muto, a casa
cerco di fare l’amore, ma mi respinge, passano diversi giorni quando
finalmente dopo che ancora una volta cerco di sapere cosa gli e preso mi
risponde; non pensavo che arrivassi a tanto ti sei fatta scopare come una
puttana ti sei completamente scordata che c’ero anch’io ti sei ricordata di
me solo quando ai finito, ho fatto un errore madornale, invece di cercare
di rabbonirlo, di calmarlo gli o risposto in modo altezzoso; cosa stai
dicendo sei tu che mi ai trascinato dentro, sei tu che mi ai detto vai e
divertiti ora fai la vittima, ma se ti piace vedere quando si scopano tua
moglie, poi si mi e piaciuto e lo rifarei.
Solo dopo mi sono resa conto che o perso mio marito, e diventato cupo
assente niente della mia vita lo riguarda più si rifiuta persino di venire a
pranzo dai miei quando ci invitano mi tocca trovare delle scuse, quando
durante un ennesimo litigio gli dico che la situazione sta diventando
insostenibile, per tutta risposta mi dice; mi dispiace tolgo il disturbo e
dopo un’ora lo vedo uscire con la valigia, anche qui o reagito male, dovevo
andare a riprendermi mio marito cercando di convincerlo che e lui il mio
uomo, invece per ripicca sono finita a farmi scopare da chiunque ci
ormai in molti pensano che sono una che la da, ed e vero, sono caduta
sempre più in basso.
Mimmo da signore qual’è’ a continuato a mantenermi lo stesso tenore di
vita di sempre senza fare mancare nulla ne a me ne ai ragazzi per loro e
sempre presente e loro lo adorano, ovviamente non sanno nulla, so poco di
come passa la vita lontano da casa sua non mi risulta che abbia un’altra
donna, sono passati parecchi anni i ragazzi sono cresciuti anno trovato
la loro strada e adesso mi ritrovo sola e piena di rimpianti.
Con Mimmo dopo che per anni quasi non ci siamo rivolti la parola se non
per parlare dei ragazzi ora siamo buoni amici o tentato di riportarlo a casa
o provato a riempire il vuoto, ma a sempre rifiutato con educazione, una
sera era a cena a casa e dopo che ci o provato mi sono sentita dire; vieni
sediamoci, perché non restiamo buoni amici, perché ti ostini a farmi e farti
del male, io ho amato solo te nella mia vita, non ci può essere nessuna che
possa prendere il tuo posto, e mi sento male quando ripenso a tutto, o
sbagliato ma credimi non riesco proprio non c’è la faccio ti vedo sempre in
quella stanza con tutti quegli uomini addosso, scusa ma e cosi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.