La cameriera del Roadhouse

La cameriera del Roadhouse

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Buon giorno tutti ,mi presento sono Damiano, 45 anni sportivo,
Di professione lavoro in un impresa funebre, lavoro tutto il giorno in giacca e cravatta,e scarpe lucide, lavoro anche con le salme lavandole vestendole e dandole rispetto nel loro ultimo saluto a parenti e amici,
Sono sposato da 15 con Anna di 5 anni più grande,ci amiamo condividiamo la vita , Ma negli ultimi cinque anni il desiderio sessuale è svanito quasi del tutto, più da parte sua che da parte mia, (le sue scuse sono sempre le solite, ho mal di testa, ho caldo, ho freddo, sono stanca al lavoro e sono affaticata molto) ovviamente per alcuni anni ho tenuto duro ,ma adesso da qualche tempo di tanto in tanto con scarsi risultati faccio il farfallone qui e la…
Fino alla settimana scorsa che come ogni giovedì sera io e Anna andiamo a mangiare al Roadhouse, io la mia tagliata di pollo e lei la sua tagliata di manzo, in quel ristorante nel Modenese C’è una cameriera che mi è sempre piaciuta, mi sorride sempre e mi fa l’occhiolino lei sarà un metro e settanta molto magra, un viso decisamente carino capelli lunghi biondo scuro legati sempre molto ordinata, ma con un culo decisamente grosso e un po’ sformato è quasi assente di seno e in più ha una malattia della pelle sulle braccia che le fa avere rossori e una qualche crosticina, a me non dà alcun problema questa cosa ,come dicevo prima io vedo la morte in faccia tutti i giorni e per qualche semplice rossore o crosta non mi sento di certo di trattare diversamente una persona che ancora respira…
Mentre mangiamo Io come al solito,
Ho il viso rivolto verso la cassa dove come sempre la cameriera mi guarda mi sorride e mi fa l’occhiolino, Anna come al solito mentre mangia guarda dentro al suo cellulare quando mangiamo di solito le conversazioni sono corte in quanto i cellulari sono diventati una vera droga , ma la mia vera droga in quel ristorante è la cameriera,
Mi scuso con Anna e mi assento per andare in bagno, lei quasi manco se ne accorge, la cameriera E io ci facciamo un cenno in direzione del bagno, Io faccio finta di chiederle perché non si apre la porta del bagno degli uomini lei mi segue, entriamo in bagno e senza troppe parole ci infiliamo la lingua in bocca un bacio passionale, i nostri occhi si incrociano come le nostre lingue, palpatine qui e la,
Lei mi mette qualcosa in tasca che poi verrò a scoprire è il suo numero di telefono con un messaggio scritto a mano….
Le alzo la maglietta effettivamente ha poco seno ma vado subito a lasciarle un bel ricordino Le lecco i capezzoli e le metto subito una mano dentro alle braghe stimolandole molto velocemente il clitoride, sentiamo la porta dietro di noi aprirsi e in velocità ci buttiamo entrambi tutti e due staccandoci sul lavandino come se ci stessimo lavando le mani con l’imbarazzo di due persone che stavano per essere beccate di brutto, lei mi sorride io le sorrido e ognuno per la sua strada…
Torno al tavolo con Anna come se niente fosse… Mi annuso le dita piene della fragranza della vagina, della mia nuova amichetta…
Finiamo la cena e mi dirigo verso il bagno per lavarmi le mani…
Dicendo a mia moglie di andare fuori pure a fumare la sua sigaretta che ci penso io a pagare, Lei annuisce e mi dice grazie amore mio…
Apro la porta del bagno e mentre mi lavo le mani arriva lei la cameriera…
Chiude la porta dietro di noi e dice, ci sai fare con le dita….!!!
Io le rispondo guardandola nello specchio Non ho avuto il tempo di toccarti veramente anche perché sono molto più bravo con la lingua…
Lei arrossisce chinando lo sguardo e sottovoce dice “a me nessuno me l’ha mai fatto appena mi spoglio di solito gli uomini scappano per via della mia pelle….”
Bene allora mi prenderò cura io di te…
Ho visto che mi hai lasciato il tuo numero di telefono e ti chiami Chiara e ho letto anche la frase che mi hai lasciato dietro al biglietto perché me l’hai fatto drizzare parecchio…
Lei da dietro va a tastare il davanti dei miei pantaloni e trova il mio pene in completa erezione in tutto il suo gonfiore grandezza e lunghezza…
Mi apre nuovamente la zip
Ma la fermo di colpo la bacio in bocca in velocità e poi le dico ,questo è il monito per la tua aspettativa del futuro… Appena mia moglie si addormenta stasera ti scrivo e ci accordiamo per vederci…
Mi piacerebbe anche che mi mandassi una tua foto in intimo ,così che posso già sognarti stanotte…
Comunque io mi chiamo Damiano e tu?
Chiara… Esco dal bagno in velocità vado a pagare o in mano nella mano con mia moglie torno a casa…
Due ore dopo sul divano mia moglie si addormenta la accompagno a letto e con la scusa che ho caldo vado a farmi una doccia, scrivo il numero che Chiara mi ha dato…
Buonasera tesoro… aspetto con impazienza la tua foto in intimo !!!
Pochi istanti dopo Chiara mi risponde mandandomi una foto di lei in mutande e reggiseno nero…
Con sottoscritto, posso fare altro per il tuo piacere?
Io le rispondo molto educatamente che mi piacciono molto le ragazze servili e passive , ma prima preferirei conoscerla ,chiedendole cosa posso fare io per lei,
Chiara mi scrive che le piacerebbe molto ogni volta che ci incontriamo che la guardassi sempre con estremo desiderio anche dopo che la vedrò completamente nuda..
F è disposta a fare qualunque cosa per il mio piacere, in quanto nella sua fantasia sessuale ogni volta che mi vedeva andare a mangiare nel suo ristorante, immaginava di essere sottomessa da me diventando il mio oggetto sessuale..
Le scrivo che sono onorato di questo suo pensiero nei miei confronti e che se vorrà potrò esaudire questo suo desiderio, ma prima di iniziare questo rapporto tra padrone e schiava mi piacerebbe prima donarle un po’ di sicurezza in se stessa facendo sesso come un uomo e una donna che si sono appena conosciuti…
Lei mi lascia il suo indirizzo via WhatsApp e mi dice dimmi tu quando vuoi passare
Mi farò trovare libera….
Domani mattina ho tre ore libere prima di un funerale se vuoi possiamo vederci intanto mia moglie pensa che io sia in palestra…
Chiara mi dice che mi aspetta alle 8:00 a casa sua del mattino dopo… Poi mi manda una foto delle sue dita bagnate del suo piacere con scritto sotto “sto pensando a te”

L’indomani faccio la borsa per la palestra saluto mia moglie che va al lavoro e dieci minuti dopo parto verso l’indirizzo che Chiara mi ha dato…
Sono eccitatissimo, non penso neanche lontanamente che sto per tradire mia moglie, perché la mia voglia sessuale supera la colpa, e l’idea tra l’altro che questa ragazza mi veda anche come il suo padrone le sue fantasie mi eccita ancora di più,
Chiara vive in un piccolo paesino, in una palazzina ,da sola..
È già in balcone che mi aspetta con un sorriso smagliante e l’accappatoio indosso…
Io sotto al completo ho già il pene in erezione,
Salgo le scale e arrivo alla porta di entrata Chiara apre la porta di casa io entro e Chiara la chiude dietro di me,
Non faccio in tempo a dire buongiorno, un suo caldo e passionale bacio mi arriva dritto in bocca, Sento la sua lingua che cerca di farsi strada e nella mia bocca e allora anch’io sto al gioco , le infilo le mani dentro l’accappatoio e la sollevo da terra mettendomela a cavalcioni attaccata alla cintura, facendo questo.. entro nella prima stanza che trovo a destra, e vedendo un letto mi ci butto a gattoni con lei sotto, lei mi apre la cintura e mi tira giù la zip e senza neanche levarmi le braghe tira fuori il mio pene che è già bello grande e grosso e in tiro, indirizzandoselo dentro la vagina già bagnata,
Non mi faccio pregare troppo entro senza troppe difficoltà all’inizio con foga a penetrarla avanti e indietro….
Nel mentre le tengo le braccia sopra la testa, come se fosse legata e continuo a baciarla, mentre la stantuffo per bene…
Penso dentro di me quanto lei sia assatanata, non mi ha neanche detto ciao….
La stanza è molto buio e non le vedo il corpo e capisco che ha lasciato le stanze chiuse perché così io non veda il suo corpo ma per quel momento mi passa di mente perché comunque sto godendo come non succedeva da anni e una vagina offerta non si rifiuta mai.. lei gode e anche in maniera abbastanza teatrale urla e si dimena e nel mentre le leggo anche i piccoli capezzoli sulle sue piccole sporgenze chiamate seni…
La mia foga continua ad aumentare, le faccio cenno di girarsi mettendosi di pancia e spalancare bene le gambe che ho voglia di fotterla da dietro..
E così faccio la lascio girare e poi le punte il pene tra le gambe nell’imboccatura della vagina bagnata e sollevandola un po’ la penetro fino in fondo, sento proprio la punta del mio pene arrivarle a toccare il fondo e lei fa un urlo ancora più acuto, la continua a tenere con le braccia dietro la schiena unite , mentre la scopo con forza e ritmo, con l’altra mano le do un bello schiaffo sulla chiappa lei si inarca ancora un po’ e la sento ancora meglio continuando a penetrarla avanti e indietro, sento dentro di lei il suo calore aumentare e i suoi respiri si fanno più affannosi sta già per avere un orgasmo infatti poco dopo emette molti liquidi dalla vagina, mentre io sto ancora continuando a sbatterla per bene, sin da subito volevo essere delicato ma non me ne ha dato l’occasione..
Lei è sudatissima siamo ad agosto senza un climatizzatore e io ho il completo completamente spolto .
Vedo sulla destra un interruttore di una lampadina e accendo l’interruttore… Lei urla No no se no non mi vorrài più e scapperai come tutti gli altri..
Noto che per tutto il corpo ha escoriazioni sulla pelle dovuta alla sua malattia dello stress anche chiamata psoriasi,

Mi fermo subito esco da dentro di lei le sblocco con le braccia fermandola da rispegnere la luce, inizio ad accarezzare le sue crose le sue croste e le sue macchie rassicurandola che a me non danno alcun fastidio e sono ancora molto eccitato nel vederla,
Lei risponde che tutti gli altri sono sempre scappati o hanno sempre voluto scoparla al volo e al buio giusto per svuotarsi le palle e non darle alcun tipo di premura e di rispetto e quindi ormai si era abituata così…
Ahimè io non sono gli altri tu mi piaci come sei già al ristorante avevo notato che sulle braccia avevi queste escoriazioni e quando a casa mi masturbavo pensando quanto mi sarebbe piaciuto scoparti pensavo di tenerti proprio per le braccia toccando con mano le tue cose e facendo godere la tua vagina con il mio pisello..
Tu non hai niente di sbagliato sono le persone che vivono in questo mondo che sono sbagliate e sono sbagliate le loro menti ,tu da oggi dovrai smettere di darti delle colpe, la malattia che hai non è altro che una forma di stress molto avanzata,
Grazie Damiano… Veramente tanto Grazie nessun uomo era stato mai così gentile con me e anche se mi piacerebbe diventare la tua schiava adesso lo voglio ancora di più perché almeno so che qualunque cosa mi chiederai di fare ,comunque il mio corpo ti piace tutto,
Cosa posso fare per ringraziarti Damiano Da oggi sono completamente tua in qualunque momento avrai bisogno e saremo liberi entrambi ti darò tutta me stessa in qualunque modo mi desiderarai, prima hai detto che ti masturbavi pensando al mio culo Io sono molto magro ma soffro anche di ritenzione idrica è il mio c* è un po’ floscio e tu hai detto che è proprio quello che ti faceva eccitare, in quello sono ancora vergine. Vorrei darti la verginità del mio culo per essere stato così gentile con me… E per siglare il fatto che da oggi sarò la tua schiava ti va bene Damiano o scapperai anche tu? Chiara … mi va più che bene ma c’è un problema di fondo avendo un pene molto largo dove dovremmo iniziare a stimolare la tua cavità anale partendo con oggetti un po’ più piccoli nella prossima settimana puoi lunedì prossimo…. Lei non mi lascia finire la frase ed esclama, lunedì prossimo mi romperai finalmente il culo… Questa sua frase mi fa tornare l’eccitazione a mille , La rimetto subito a pecora davanti a me la penetro e la sbatto con forza tenendole con una mano e le sue due mani dietro e con l’altra tenendola per i capelli, Inizia di nuovo a bagnarsi e ad emettere urli la sto sbattendo veramente con forza mi ha fatto prendere una fuga gigantesca dentro di me sento l’odore della sua patatina venire su dal suo c* fino al mio naso con i getti di aria che si formano nell’impatto tra i nostri due sessi…
Le sue chiappe ondeggiano ad ogni mio colpo è una visione eccitantissima, in più anche lei mi aiuta nei movimenti quando io vengo indietro lei va in avanti e quando io la penetro lei si butta indietro….
La scopo come un battito di mani il bisogno di venire inizio a sentirlo anch’io partire dai miei testicoli e salendo con pressione e calore dalla mia asta fino alla cappella inizia a sospirare, Chiara se ne accorge e mi dice vienimi dentro prendo la pillola…
Un 4 e 4 8 faccio una lunga e abbondante venuta dentro all’utero di Chiara penso fosse veramente tanti anni che non godevo così tanto, Era come se il mio pisello non smettesse più di fare uscire sperma dai miei testicoli, anche lei di seguito viene in maniera più leggera,
Mi metto di fianco a lei nel letto e la bacio nuovamente in bocca,
Sei bellissima Chiara ..
Lei mi abbraccia forte..
Da oggi sarò soltanto tua se me lo permette vorrei essere la tua amante la tua schiava il tuo oggetto personale di sfogo, e cercherò di prepararmi per bene il c*** per poterti dare la mia verginità anale…
Chiara non ti preoccupare fai con calma ma se devo proprio dirtelo ora come ora mi piacerebbe fare un 69 per sentire il sapore dei nostri piaceri insieme e per capire quanto sei brava di bocca Io sto sotto e tu a gambe aperte mi stai sopra, così da far colare il mio seme è il tuo piacere dentro la mia gola , mentre per bene con la lingua ti Esploro la vagina, veramente tutto perché ho proprio voglia di farmi succhiare il pisello da te così che potrai sentire i vari sapori…
Chiara molto incuriosita segue alla lettera i miei consigli su come prendere posizione per un bel 69…
Mi spoglio completamente poi la faccia mentre con le ginocchia laterali alle orecchie della mia testa e faccio in modo pian piano che spalanchi le gambe scivolando con le ginocchia sul materasso per arrivare a un’altezza giusta per godersi la mia lingua,
Lei poi capisce tutto il resto fiondando su Subito sul mio pene e mettendosi subito la cappella in bocca…
Ed esclamando in questi sono brava
Mi piace il sapore dello sperma di solito gli uomini con me non durano più di 5 minuti….
Ovviamente da uomo sentendo questa frase detto da una ragazza della sua età mi torna subito il pene durissimo e sento la sua bocca e iniziare a lavorare in un un bellissimo saliscendi aiutato anche dalle sue mani, con una tiene giù tutta la pelle che di solito avvolge il mio pene ferma contro i testicoli e con l’altra accompagna la bocca con forza nel sali e scendi illustrandomi il pene come se fosse un’opera d’arte sento la lingua girovagare come un serpente intorno alla mia asta per poi andare svariate linguazzate al filo collegato alla mia cartella e sulla punta, ammetto che è decisamente brava non so proprio quanto riuscirò a resistere a un trattamento del genere in più ha chiaramente detto che lei ingoia cosa che mia moglie non ha mai fatto per le sue solite palle mentali….
D’altro canto io sono intento ad aprirle le labbra della vagina con le mani dando i primi colpi di lingua sul clitoride che è proprio a portata della mia lingua iniziando a roteare intorno ad esso, dandole continuamente di tanto in tanto delle vere e proprie succhiate come si succhia la punta di un grissino pieno di Nutella, nel mentre inizia a colarmi sulla faccia ,dalla sua vagina un tutt’uno del mio sperma e del suo piacere mescolati, su certe cose sono un vero porco,
Ad ogni succhiata con le labbra con corrispettivo su slinguazzamento del clitoride vedo i muscoli delle cosce contrarsi come se ricevesse delle piccole scossette, pian piano iniziano a notare che Chiara si sta sconcentrando dal suo lavoro di lingua e di bocca non riesce a mantenere la concentrazione mentre le Lecco la vagina è proprio vero che nessuno glielo ha mai fatto a lei, noto anche che pian piano che Lecco sento con le mani che ho appoggiato sui suoi fianchi che il suo corpo vibra e ha costanti brividi di piacere…
Inizia a colarmi anche in bocca il suo piacere unito al mio e sento sapori sempre più forti sto facendo bene
mi è sempre piaciuto leccare la figa!!!
A Chiara iniziano a cedere le gambe e inizia a respirare forte e veloce,
sta per provare, l’orgasmo clitorideo forse il più bello che secondo me sente la donna, si vede che in questa pratica le è abbastanza sconosciuta in quanto è venuta in pochissimi minuti..
Mi arriva in bocca tutto il suo piacere non è una di quelle che spruzza ma sicuramente ha una una venuta abbastanza abbondante la sento godere con un suono più basso e acuto poi si butta sulla destra su un fianco e si tiene le mani sopra le labbra della vagina come se non volesse più che la toccassi, faceva così anche mia moglie quando gliela leccavo con la differenza che per portarla all’orgasmo poteva metterci anche 15 minuti, e lei mi ha sempre detto che in quel momento di estremo piacere la vagina della donna diventa estremamente sensibile si potrebbe quasi dire troppo sensibile per essere ancora utilizzata nei venti minuti a venire…
Mi giro nuovamente di 180 gradi abbraccio Chiara da dietro e inizio a baciarla sul collo prendendo i suoi piccolissimi semi tra le mani e stuzzicandole i capezzoli…
Sussurrandole nell’orecchio Chiara sei stata bravissima accetto volentieri di essere il tuo amante e padrone ma ogni volta che lo meriterai ti insegnerò a goderti la mia lingua la sotto per più tempo possibile….

Chiara risponde ma io non ti ho fatto venire.. tranquilla Chiara avrai modo e tempo per farlo Io adesso vado in bagno a farmi la doccia che devo tornare al lavoro le uniche cose che devi fare E andare in questi giorni ha un sexy shop comprare due falli di gomma di varie misure e preparare con molta delicatezza e l’utilizzo di lubrificanti il tuo c*** per il mio pene ricordati sempre che la prima volta ogni volta che aggiungerai qualcosa di più grosso, brucerà e sentirai spingere poi pian piano dopo inizierà a piacerti e non ne riuscirai piu a farne a meno…

Per commenti e info [email protected]

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.