Un pomeriggio dopo la doccia

Un pomeriggio dopo la doccia

Spread the love

Ero appena uscito dalla doccia, faceva ancora caldo e mi buttai nudo sul letto a pancia in giù.
Poco dopo sentii entrare Elena in camera, ma feci finta di niente come se stessi dormendo.
Sentii che si stava togliendo il vestiti e poi la Sentii salire sul letto. Elena si sdraiò sulla mia schiena e mi baciò le spalle.
Mi mossi e lei mi disse di restare così che mi avrebbe fatto una sorpresa.
Iniziò a baciarmi e leccarmi dietro il collo, poi lungo la spina dorsale. Mi strusciava la fica sul sedere e sentivo il suoi peli . Mi stavo eccitando e lei mi graffiava la schiena mentre mi leccava scendendo verso il mio culo.
Ben presto la sua lingua era all inizio del solco delle antiche.
Ero pronto a girarmi ma ancora una volta mi disse di lasciarla fare.le sue mani mi allargarono le mele e la sua lingua vi passò nel mezzo.
“Elena mmm non so cosa vuoi fare ma non ti fermerò ” le dissi, inarcando la schiena per lasciare spazio al mio cazzo duro.
Lei gemeva e la sua lingua mi leccava il buco forzando l ingresso.
Non capivo più niente, Elena mi stava leccando il buco e questa sensazione era fortissima.
Poi la sua lingua scese a leccare Ke palle mentre il suo dito mi passava lungo il solco, solleticando il mio buco.
Si girò e mise la testa in mezzo alle mie gambe…La vedevo sorridere mentre mi leccava l asta.
“Scopami la bocca ” mi disse.
Le misi il cazzo in bocca e iniziai a scoparla come fosse la fica, facendo attenzione a non andare troppo in gola.
Mi fece cenno di sdraiarmi, così a malincuore uscii e lei si asciugò la bocca piena di saliva.
“Oggi voglio farti godere a modo mio.. ti amo … Spero che mi lasci fare”.
Mi baciò, la sua bocca aveva il sapore del mio sesso.
Si mise sopra di me a 69 e la sua fica era tutta bagnata.
Iniziai a leccarla e la mia lingua entrava dentro mentre i suoi dolci succhi mi riempivano la bocca.
Mi fece alzare le ginocchia e iniziò a leccarmi il grande. Poi scese sotto le palle e si lecco un dito.
“Elena non vorrai…” e lei mi rispose ricordandomi di lasciarla fare.
Il suo dito mi massaggiava il buco e man mano si faceva strada dentro di me.
Iniziai a leccarle il culo e ben presto le misi il mio dito dentro mentre ricominciavo a leccarle la vagina.
All inizio il suo dito mi dava fastidio poi la sensazione cambiò.
Il mio viso era tutto bagnato dei suoi umori e io sentivo che non avrei resistito molto.
Lei mi pompava sempre più forte e il suo dito si muoveva dentro di me.
“Elena non resisto più! ” le dissi animando.
Le misi due dita nella fica mentre le leccavo le coscie.
“Elena mmm vengooo”
Lei strinse la bocca mentre il suo dito andava a toccare la prostata.
Venni tantissimo e lei la tenne in bocca, poi si girò e mi fece vedere l ingoio.
Elena lecco anche le ultime gocce di sperma che uscivano.
Si alzò e mi disse “ti amo ” e mi abbracciò mentre cercavo di riprendere fiato.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.