Sesso con mia sorella piccola

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Sesso con mia sorella piccola

Spread the love

Mia sorella è più piccola di me di qualche anno, io ne ho 26 lei 22, siamo sempre state molto unite, fin da piccole passavamo tutto il tempo insieme, a volte escludevamo gli altri per dedicarci al nostro rapporto esclusivo, qualcuno ci diceva che eravamo strane ma non potevano capire. Ci somigliamo molto, capelli lunghi, occhi scuri, il fisico è po’ diverso, lei è più alta di me nonostante sia più piccola, mentre io sono più formosa ma per il resto siamo davvero simili e in tanti ce lo fanno notare. Io ho avuto vari ragazzi, il mio ultimo ex, con il quale sono state un anno, mi ha lasciato perché non sopportava il fatto che lo mettessi da parte quando mia sorella aveva bisogno. Ed io sono stata ben felice di liberarmene se accettava l’altra parte di me. Mia sorella, nonostante i suoi 22 anni, non ha mai avuto un ragazzo, lei dice per timidezza e poi perché non gli interessa avere relazioni per adesso, io non sono proprio sicura che siano questi i motivi. Oggi pomeriggio era sul suo letto, aveva la faccia triste, mi sono seduta al suo fianco e l’ho abbracciata come ero solita fare in quei momenti, lei si è stretta a me e senza dire niente, si è addormentata così. Sono stata un po’ di tempo a guardarla, è davvero bellissima la mia sorellina, mi sono soffermata sul suo viso poi quasi istintivamente i miei occhi si sono posati sul resto del corpo, scorrendo sulle sue curve perfette e soffermandosi in particolare sul seno. Stavo guardando il seno di mia sorella, mi resi conto che era bellissimo, quel pensiero mi provocò qualcosa dentro, mi sentì qualcosa scorrere tra le gambe, mi stavo bagnando guardandola. Scossi la testa per scacciare via quei pensieri e lei si svegliò, mi guardò, mi sorrise, aveva la testa sul mio seno che era leggermente scoperto a causa della canotta un po’ troppo larga che indossavo, da sotto non aveva niente. Le sue labbra erano molto vicine al mio capezzolo destro, lei se ne accorse ma non si spostò, iniziai a sentire il tocco leggero della sua bocca, ma non sembrava farlo apposta, respirando io la spostavo li. Non faceva nulla per evitare quelle carezze, dopo pochi secondi il mio capezzolo diventò duro e il mio respiro accelerò, lei se ne rese conto e mi guardò. Mi sorrise e questa volta avvicinò spontaneamente le labbra al mio capezzolo e lo prese in bocca, lo succhiò lentamente e dolcemente, io trattenni un gemito e le chiesi cosa stesse facendo, lei mi zittì e mi disse che lo aveva desiderato da un sacco di tempo. Sapevo che era una follia, era mia sorella ma in quel momento la desideravo tanto anche io e non potevo fare a meno di pensare al fatto che mi stava succhiando un capezzolo. Mi lasciai andare, le misi una mano dietro la testa e la spinsi per prenderlo meglio in bocca, lei lo succhiò e poi lo stimolò con la punta della lingua più volte, intanto mi aveva messo una mano tra le gambe e mi sfiorava la fica dalle mutandine. Mi staccai, chiusi la porta a chiave, non c’era nessuno ma per sicurezza era meglio così, poi tornai sul letto, mi stesi su di lei, ci baciammo, sentii la sua lingua invadere la mia bocca, le sue mani accarezzarmi la schiena e il suo bacino spingere contro il mio. La spogliai, era bellissima come sempre, mi avventai su un suo capezzolo, lo presi in bocca e lo succhiai, mentre con le dita stimolavo l’altra, lei gemeva e mi diceva di non fermarmi. Le leccai il collo, poi il seno, il ventre, le cosce fino a concentrarmi sulla sua fica che era completamente bagnata per l’eccitazione. Posai la lingua sul clitoride e iniziai a leccarlo e stimolarlo con colpi decisi, poi alternai movimenti circolari a movimenti secchi e veloci, lei stava impazzendo, la mia bocca era piena dei suoi umori. Le infilai due dita dentro e continuai a stimolarla per vario tempo, quando sentii che si stava avvicinando all’orgasmo mi fermai; mi spogliai e mi misi su di lei dando il via ad un 69 da favola, accolse la mia fica sulla sua bocca e me la leccò come se non desiderasse altro da tempo. Mi leccava avidamente, succhiava il mio clitoride e mi penetrava con la punta della lingua, stavo impazzendo dal piacere al punto che facevo fatica a leccare e mantenere il ritmo sulla sua di fica. Ad un certo punto mi aggrappai al suo sedere e affondai di più la bocca sulla sua fica, lei fece la stessa cosa, ci aggrappammo l’una all’altra e iniziammo a succhiare e leccare fortissimo, talmente veloce che fummo sopraffatte da un orgasmo pazzesco che ci fece schizzare l’una nella bocca dell’altra. Ci leccammo per bene, per far si che nemmeno una goccia di noi fosse sprecata, poi tornammo in posizione normale e ci guardammo, non sapevamo cosa dire, lei fu la prima a fare qualcosa, mi prese per un braccio e mi attirò a se, mi baciò con passione. MI confessò che non era mai stata con dei ragazzi perché era lesbica e perché da sempre era innamorata di me, io rimasi spiazzata, volevo ricordare quel momento come un attimo di follia ma a quanto pare lei non aveva intenzione di smettere e me lo fece capire già in quel momento. Mi spinse sul letto e si mise con la testa tra le mie gambe, mi bloccò e iniziò nuovamente a leccarmi la fica avidamente, io provai a resisterle ma alla fine mi lasciai andai. Da quella volta io e mia sorella abbiamo spesso rapporti sessuali, lo facciamo di nascosto quando non c’è nessuno in casa o a volte anche quando ci sono i nostri genitori che non sospettano nulla. Io non ho più avuto ragazzi da quel momento e mia sorella, per ora, ha scelto di non avere relazioni e di concentrarsi solo sul nostro piacere reciproco. A

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.