Jendayi mi presenta Ramla – introduzione

Jendayi mi presenta Ramla – introduzione

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Jendayi finalmente è tornata a Milano, dopo una lunga vacanza estiva nel suo Paese: il Cameroun. Mi chiama e mi dice che ha una grande novità ! Io subito le propongo di venire da noi per una gran scopata di benvenuta, ma Jendayi mi dice che vorrebbe parlarmi da solo, per una questione delicata.
La incontro in un bar del centro: bella più del solito, magra, slanciata con le sue cosce kilometriche, il seno sodo, le chiappette fantastiche; ovviamente per incontrarmi ha indossato un top di nappa, una mini di pelle e uno stivale chiaro, per contrastare con la sua pelle nera, a tubo sfoderato e morbido. Dopo i complimenti le dico che non vedo l’ora di farmelo succhiare come lei sola sa fare e poi metterglielo tutto in quel culetto delizioso. Ma Jendayi seria mi dice che la novità di cui mi vuole parlare si chiama Ramla, una sua cugina di 19 anni che ha dovuto portar via dal Cameroun per evitarle guai e un matrimonio combinato con un vecchio capo tribù. Ramla è giovane e inesperta, non è mai uscita dal suo paese ed ha bisogno di un maestro che la svezzi per farla diventare smaliziata, la guidi nei piaceri del sesso, prima che qualche stronzo se la porti a letto, la affascini, per poi magari buttarla in mezzo ad una strada a battere. Mi dice che Ramla è bellissima, più bella di lei stessa, è molto dolce, ma non stupida, che ha capito che fare sesso e farlo bene può cambiarle la vita e farla guadagnare molto, ma ovviamente è completamente vergine. Jendayi mi promette che se accetto di iniziare Ramla, con delicatezza, poi lei saprà come ricompensarmi ( e lo sappiamo anche io e il mio cazzone, che già sta reagendo al profumo irresistibile di sesso che Jendayi emana inconsapevolmente. Jen specifica che devo essere delicato e progressivo, per ora lasciare da parte il sesso di gruppo e saffico con Valeria, che subentrerà poi e che se voglio possiamo andare subito a conoscere Ramla. Ovviamente accetto e la carico in macchina per andare nel suo appartamento in periferia.
Quando vengo presentato a Ramla mi si blocca il respiro: la ragazza è veramente uno schianto assoluto, forse la più bella femmina che mi sono trovato davanti nella mia lunghissima carriera di puttaniere e scopatore ! Alta 1,78, pelle colo ebano, corpo scolpito e perfetto, gambe affusolate e con uno stacco di coscia notevole; il culo è più bello di quello di sua cugina, tondo diviso da un solco profondo; il seno è una quarta piena e ben modellata con due capezzoli dritti e duri che già stai succhiando con gli occhi. Ma il capolavoro è il suo viso: due grandi occhi verdi, profondi e cangianti, un nasino perfetto, gli zigomi pronunciati e … le labbra rosse, gonfie, magnifiche, che si schiudono su una fila di denti d’avorio ed una linguetta color fragola che fa sognare. Ha un vestitino attillatissimo di maglina che niente lascia immaginare e tutto mostra, la sua voce è squillante e melodiosa; come se non bastasse emana un profumo di erba fresca. Mi sono già innamorato !
Jendayi dice a Ramla: “Andrea, se sei d’accordo, potrà introdurti ai piaceri del sesso e insegnarti a goderne pienamente, propongo che per iniziare tu guarderai me e Andrea fare sesso orale, poi vedremo … “
Detto questo, mentre Ramla annuisce contenta, Jen si china sul mio pacco, mi sfila calzoni e mutande, e comincia a baciare e leccare il mio ramo duro, fino ad iniziare a pomparlo duramente, avvolgendo le sue labbra sulla cappella; in un attimo finiamo per terra in posizione 69 ed io inizio a succhiarle la clito e le grandi labbra; quando provo a sfilarle uno stivale per ficcarle in fregna pure quello da leccare con la mia famelica lingua, lei mi ferma e sfilato l’uccellone di bocca mi sussurra: “per ora no, sborrami in bocca e finiamola così, guarda Ramla come si stà carezzando la micina, guarda che dolcezza …”. Effettivamente la scena di Ramla è dolce, le sue grandi labbra sfiorate dal dito affusolato non fanno pensare, come al solito, a tranvate in ogni suo buco … così, forse per l’emozione comincio a sborrare tra le labbra fenomenali di Jen e sul suo viso.

  • CONTINUA
FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *