Abusata a pecorina dal padre del suo ragazzo

Abusata a pecorina dal padre del suo ragazzo

Il padre del mio fidanzato è un uomo molto affascinante, non vi nascondo che qualche volta me lo sono sognata e facevamo tanto sesso, penso sia dovuto al fatto che lo trovo attraente ma mai avrei pensato di avere rapporti con lui.

Amo molto il mio ragazzo, stiamo insieme da un paio di anni, pensiamo di andare a vivere insieme e per questo motivo abbiamo iniziato a vedere degli appartamenti.

Una mattina ne dovevamo vedere uno in centro, mi chiamò che non poteva esserci perché doveva andare da un cliente, lui è avvocato, così mandò suo padre.

La donna addetta a mostrarci l’appartamento fu molto gentile, suo padre altrettanto, si rese molto disponibile anche eventualmente a pagare lui qualche mese in anticipo, ma la decisione finale spettava al mio ragazzo.

Siccome non aveva molto da fare, mi invitò a prendere qualcosa da bere a casa, la moglie era fuori tutto il giorno e lui non doveva lavorare e voleva un po’ di compagnia.

Non mi sentii di rifiutare l’invito, volevo piacergli e a quanto pare gli piacevo pure troppo!

Mi ha versato da bere e ha iniziato a riempirmi di complimenti, mi ripeteva che ero bella e che suo figlio aveva fatto un’ottima scelta, poi ad un certo punto si avvicinò troppo, lo guardai in modo sospetto, allungò una mano e la posò sopra la mia gamba.

Mi tirai indietro e gli chiesi cosa stesse facendo, lui mi disse di non fare la preziosa, che si vedeva che lo volevo anche io, mi alzai di scattò, lui mi spinse sul divano, mi afferrò per il collo per tenermi ferma e mi mise in bocca il suo cazzo.

Fui obbligata a succhiarglielo, voleva che gli facessi un pompino, per paura che mi facesse male presi a leccarlo e succhiarlo, godeva e gemeva di piacere, mi diceva che ero brava a spompinare.

Poi mi disse che mi avrebbe scopata e che non avrei dovuto dire nulla, anche perché suo figlio non le avrebbe mai creduto a me…Non avevo scelta, in silenzio mi tolsi jeans e mutandine, aprii le gambe e mi feci penetrare.

Il porco mi scopò a lungo e forte, in particolare gli piaceva metterlo da dietro, così dovessi sottostare e farmi sbattere a pecorina.

Mi ha sborrato sul culo e mi ha leccato la figa per un po’ prima di farmi rivestire e lasciarmi andare! Non ho potuto raccontarlo a nessuno se non qui.

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.