Una moglie nuova

Una moglie nuova

Spread the love

Una moglie nuova.
Dopo aver conosciuto il capo mia moglie cambiò. Fu come se avesse riscoperto l’anima animale che era in lei da giovane.
L’avevo sposata perché sapevo che prima di me lei si era divertita parecchio. Fino a prima di quella cena estiva dove il capo e Antonio l’avevano scopata alla casetta al fiume ci divertivamo. Frequentavamo spesso club per scambisti e non ci siamo mai fatti mancare nulla….
Ma dopo quella sera lei ha riscoperto il gusto di essere provocante fino all’estremo. il capo poi la incitava a fare la zoccola. Le diceva di andare in autostrada e di guidare con la camicetta aperta e le tette fuori o le diceva di andare a fare la spesa con abitini trasparenti senza sotto nulla. Lei cambiò.
Vestiva in modo sempre succinto. Mi chiedeva di portarla a cena in posti frequentati da camionisti. Piano piano si stava trasformando in una micidiale macchina da sesso.
Così una sera mi disse che voleva andare sola in auto in un parcheggio di sosta dell’autostrada tra pc e pr. Io avrei dovuto seguirla con la mia e parcheggiarmi poco lontano per vedere cosa sarebbe successo.
Era una sera di fine agosto. In giro poca gente. Lei si era vestita con una gonna cortissima bianca trasparente e una camicetta sottilissima, bianca. Scarpe nere con tacco.
Null’altro. Arrivammo all’area autostradale verso le 23. Fermi alcuni camionisti e qualche auto. Lei scelse un posto isolato lontano da tutti e si fermò. Io mi parcheggiai ad una decina di metri. Dopo qualche minuto arrivò un’auto di grossa cilindrata. Fece qualche giro e quando si accorse che c’era una donna in auto si fermò a un paio di metri dall’automobile di mia moglie. Io ero sceso a fumare e vidi scendere un ragazzo sulla trentina. Il ragazzo fece finta di fare due passi e passò vicino all’auto con il finestrino aperto di mia moglie. Decisi di avvicinarmi e quando fui a un paio di metri vidi che lei fingeva di dormire stesa sul sedile, la camicetta spalancata, le due tettone fuori. Mi riallontanai di qualche metro e vidi il ragazzo avvicinarsi e lo vidi infilare un braccio al finestrino. Cercai una posizione dove poter vede3re e vidi che le palpava le tette poi vidi la sua mano infilarsi tra le sue cosce e capii che la stava masturbando. La vedevo con le cosce spalancate. Tutto accadde in fretta. Lei lo fece salire e stesa sul sedile si fece scopare dal ragazzo che dopo pochi minuti finì la sua cavalcata e se ne andò.
Lei non si rivestì. Faccio un giro, mi disse, e la vidi ripartire in auto.
Decisi di seguirla . la vidi fermarsi ad un’altra area di sosta. Si fermò in un angolo buio vicino ad un tir.scese dall’auto e si accese una sigaretta. Dal mezzo scese un uomo sulla cinquantina e i due cominciarono a parlare e a ridere e vidi che lei ad un tratto lasciò che la camicetta si aprisse mentre parlavano. Lui era distante da lei in metro circa e subito le si avventò addosso .la masturbò in piedi fuori dall’auto, poi la fece girare e da dietro cominciò a scoparla. La gonna sollevata e le tette che sballonzolavano. La scopò per una decina di minuti poi le sborrò in viso e sulle tette. Lui è salito sul suo tir e se ne è andato e lei è venuta da me. La camicetta aperta e sperma sul viso e sulle tette. Ho deciso- mi disse. Da oggi sarò una donna diversa amore. Una vera ……

 

One thought on “Una moglie nuova

  1. Marcello

    Mi è piaciuto molto, anche se poteva essere sviluppato meglio: soprattutto ho immaginato che la protagonista fosse mia moglie e questo me lo ha fatto apprezzare di più……..

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.