Tradire lo stronzo di mio marito

Tradire lo stronzo di mio marito

Spread the love

Mi chiamo Sara, ho 37 anni e sono sposata con Davide da appena 2 anni. Ci siamo conosciuti entrambi dopo due storie d’amore finite male, abbiamo cominciato a parlare in chat, a confortarci a vicenda e dopo centinaia di messaggi abbiamo deciso di vederci. Dopo tre mesi di pura amicizia fatta di uscite spensierate e divertenti ci siamo innamorati. Inizialmente sembrava una storia d’amore nuova, pulita e piena di emozioni. Davide mi ha fatto letteralmente impazzire con la sua dolcezza, la sua bontà d’animo e la sua premura nei miei confronti. Bello, anzi bellissimo, e con un carattere capace di far innamorare tutte. Dopo 2 anni di fidanzatemento abbiamo deciso di sposarci. Un giorno stupendo, un ricordo indelebile che purtroppo ha trasformato improvvisamente la mia vita. Dopo 3 mesi dal matrimonio ho scoperto che Davide mi tradiva, non era soddisfatto di me e di ciò che sessualmente sapevo offrirgli. Io nonostante la mia età sono sempre stata un pò impiacciata, timida e forse troppo romantica. Non immaginavo che mio marito fosse particolarmente legato al sesso, con una voglia addosso incredibile capace di fargli dimenticare di me e della nostra storia d’amore. Tutto è avvenuto quando avevo bisogno della sua password di Skype per un colloquio online. Non riuscivo ad accedere al mio account ed ho chiesto un favore a lui che ha subito perso la testa. Si è innervosito e solo dopo 1 ora ha saputo darmi tutto ciò che mi serviva per accedere al suo profilo. Mi sembrava strano tutto, perchè si era arrabbiato in quel modo? Perchè c’erano solo tre contatti sul suo Skype? Eppure mi diceva sempre di essere in videoconferenza con alcuni datori di lavoro all’estero. A malincuore ho scoperto tra i contatti eliminati una donna, l’ho aggiunta nuovamente alla lista di amici e quello che ho scoperto mi ha totalmente distrutta. Davide aveva invitato a questa troia la foto del suo cazzo in piena erezione proprio nell’orario in cui mi parlava di una serata romantica che aveva organizzato per me, per noi e per riparare alla nostra distanza. Dopo la foto si erano visti nel suo ufficio. Dispiaciuta e delusa ho comunque cercato di recuperare il mio rapporto con lui. Ma la sete di vendetta è stata tanta. Dovevo fargliela pagare per avermi rovinato il matrimonio e per aver capito che traditore schifoso avevo sposato. Ecco perchè mi diceva di essere troppo stanco per fare sesso, il suo bel cazzone lo infilava nel culo di un’altra!! In poche parole dopo questa amara scoperta ho deciso di tradirlo puntualmente. Lui usciva di casa per andare a lavoro ed io mi vestivo sexy, indossavo il miglior intimo che possedevo e che con lui non ho mai potuto utilizzare ed entravo in chat. La chat era un modo diverso per mettergli le corna, ma dopo qualche web ho capito che non c’era poi così tanta vendetta in quello che facevo. Masturbarsi mentre un uomo ti guarda eccitato è molto bello, la voglia di cazzo è indubbia ma purtroppo attraverso uno schermo dovevo accontentarmi delle mie dita e di tutti gli oggetti che mi infilavo dentro, culo compreso. La svolta è finalmente arrivata quando un mio ammiratore mi ha chiesto di vederci. Beh, non ho potuto rifiutare. Ci siamo dati appuntamento a casa sua che fortunatamente è abbastanza lontana dalla zona che frequenta Davide. Mi sono vestita con un abitino nero scollatissimo, calze autoreggenti ed un body di pizzo bianco che metteva in evidenza la mia pelle color caffè. Lui appena mi ha vista è impazzito, non vedevo da tempo una reazione del genere tanto che avevo perso fiducia nella mia femminilità. Nemmeno il tempo di entrare in casa lui mi è saltato addosso. In un attimo è scoppiata una passione incredibile ed indimenticabile. Mi ha strappata il vestito di dosso, mi ha accarezzata ovunque mentre mi ripeteva frasi che mi facevano sentire bella, porca e desiderata. Il suo pacco, da quel che potevo vedere dal pantalone, sembrava essere enorme. Avevo voglia di prenderlo in bocca e soprattutto nel culo, cosa che mi fa impazzire. Dopo baci al seno, sul ventre e nell’interno coscia, gli ho tolto i pantaloni e la camicia. Un fisico statuario che ho accarezzato e baciato in ogni insenatura dei muscoli. Una volta abbassato lo slip è uscito fuori un palo d’acciaio, bello grosso, circoinciso e rossissimo. Le sue palle erano sode ed in procinto di essere svuotate tutte nel mio culo. Io ho preso il suo cazzo in bocca, gli ho baciato la cappella, leccato l’asta, succhiato leggermente tutto mentre lo guardavo fisso negli occhi. Ho preso il suo cazzo tutto in bocca, profondamente fino alla gola. Lui è impazzito, ha goduto come un matto tanto che non riusciva a stare fermo e ha dovuto dimenarsi come un pazzo. Dopo un pò mi ha presa, mi ha praticamente lanciata sul letto con violenza, mi ha bloccato le mani con una delle sue cravatte e ha iniziato a stuzzicarmi come un dio del sesso. Che voglia se ci ripenso. Succhiava i miei capezzoli che sbucavano dal body di pizzo che mi ha poi tolto. Ha incominciato a leccare la mia vagina fresca, depilata e tanto umida. “Lo voglio tutto in culo” però gli ho detto, proprio perchè lo stesso pomeriggio mi ero già masturbata da sola in una delle mie solite web. Lui ha subito accettato, evidentemente piaceva anche a lui l’idea. Mi ha slegata, mi ha fatto girare ed io mi sono messa a pecorina. Ho inarcato la schiena il più possibile, da dietro si poteva vedere benissimo il mio ano ed intravedere la mia vagina dalle grandi labbra. Dopo alcuni baci sul mio ano e dopo che lui lo ha inumidito per bene, con un colpo secco mi ha infilato il suo cazzone dietro. Una goduria meravigliosa. Ha spinto come un selvaggio mentre io sentivo il mio seno sodo andare al vento. Minuti di intenso piacere fino a quando non ho sentito il mio culo essere inondato dal suo sperma candido. Mi sono girata, ho preso il suo cazzo e l’ho appoggiato sulle mie tette. Il resto dello sperma me lo sono spalmata addosso, la cosa lo ha fatto eccitare nuovamente tanto che dopo qualche minuto ha preso un preservativo, se lo è infilato e mi ha bloccata di nuovo a letto dove ha dato vita ad un secondo piacevole incontro. Una vendetta fantastica che sarà sicuramente da ripetere alla faccia di quello stronzo, ed ora anche cornuto, di mio marito. Autore: Biagio B.

 

One thought on “Tradire lo stronzo di mio marito

  1. Victor da Roma

    Ritengo giusto se non opportuno cornificare un marito che si dimentica di avere a casa un vulcano che attende solo il via per eruttare. Se poi il nuovo accoppiamento ha dei numeri speciali, vengano pure le corna a queste persone poco convinti delle altrui doti. Racconto forse poco articolato, ma perfetto per rappresentare l’accaduto. Buono.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.