La mia vicina di casa 1

La mia vicina di casa 1

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

La vicina di casa
Abito in una grande città in una zona Peep, i condomini sono suddivisi a ferro di cavallo, quindi dalla mia finestra del soggiorno vedo sia l’angolo destro che l’angolo sinistra delle tre palazzine che compongono il ferro di cavallo rettangolare, l’altro giorno alzando la finestra prima accendere la PlayStation noto sul balcone di fianco a destra due fidanzatini di circa 25 anni con lui mutande e lei in mutande e reggiseno. Discutono per via del fatto che lui si svuoti perennemente le palle mentre fa sesso con lei ma lei rimane sempre insoddisfatta, lui torna dentro Lei si gira fuori in balcone e mi vede, che guardandola sono in boxer e si nota la mia erezione nel guardarle la riga delle tette in mezzo al reggiseno,
Tra l’altro mi stavo anche accarezzando il pisello già bello duro dentro i miei boxer Rossi con la scritta argentata uomo, perché pensavo che non si sarebbe mai girata e tornasse subito in casa,
Mi sorride… a un balconcino di cemento davanti e posso vedere la linea delle mutande il suo ombelico e il suo reggiseno è una quasi sicuramente una terza abbondante che quasi esplode dal suo reggiseno bianco, capelli lunghi Rossi fin sotto le spalle, forme morbide su un Vitino stretto, delle guance tonde con delle labbra carnose senza trucco molto naturale, mentre mi guarda si mordicchia un labbro e continua a sorridermi guardandomi dritto negli occhi,
Mi fa cenno di prendere da scrivere, tiro fuori il cellulare e lei usando le mani mi fa con i gesti dei vari numeri del telefono,
Appena finisco di scrivere le faccio uno squillo e la aggiungo su Whatsapp,
Poi le mando un messaggio con scritto Ciao sono quello della finestra accanto mi chiamo Domenico e tu?
Ciao io mi chiamo Alessandra poi mi invia una foto del suo seno senza reggiseno, ho visto che mi guardavi il seno così almeno se ti dovesse venire qualche strana voglia sai, come è fatto e non lo devi immaginare… accompagnato da due o tre smile con la lingua fuori,
Poi ri inizia a scrivere e vedo che mi sta mandando un vocale, sento la sua voce sensuale che mi chiede se per favore le mando una foto, con il mio cazzo in tiro mentre guardo la foto delle sue tettone,
Eseguo subito, essendo un uomo molto alto ho le mani molto grandu e per coprire la grandezza e la lunghezza del mio pisello servono due mani e mezzo è grosso e duro e la cappella è viola scuro Perché Sono eccitatissimo da questa incredibile situazione e questi due meloni spaventosi, ha una carnagione chiarissima e questi lunghi capelli rossi che fanno da contorno a due meloni con dei capezzolini piccolini ma duri e sporgenti,
Le mando un vocale e le dico questo è il mio pisello, non lo vedevo grosso così da tempo e guardandoti su è risvegliato da solo,
Mi chiede se sono solo a casa, ma ahimé nell’altra stanza c’è la mia fidanzata che dorme,
Però posso sempre dirle che vado a fare la spesa.
o vado a prendere una ricarica per PlayStation Store della PlayStation nel centro commerciale davanti a casa…
Poi chiedo ad Alessandra sè il suo ragazzo è ancora lì?
E lei risponde che sta per andare via perché vive ancora con i suoi genitori e l’appartamento dove sono adesso è il suo di lei e che se voglio entro 20 minuti andare a vedere l’appartamento e bere qualcosa insieme per conoscerci a lei farebbe molto piacere….
Da lì a 20 minuti Invento una scusa con la mia fidanzata…
Scendo dalla mia scala del palazzo faccio 15 m volto a sinistra ed entro nel porticato del palazzo e mi ritrovo davanti Campanelli,
Non faccio in tempo a chiederle il cognome tramite sms che la telecamera si illumina e la porta mi viene aperta .
Vista la posizione dell’appartamento comprendo già quale sia il piano e la porta dove devo entrare.. Alessandra è già lì che mi aspetta, sul ciglio della porta in piedi con un vestito lungo a fiori che le arriva fino a metà tibia e che le copre gran parte del corpo, i suoi capelli rossi fino all’altezza del petto e un paio di tondi occhiali da vista, mi porge la mano e mi dice piacere Io sono Alessandra, mi stringe la mano e mi tira verso di lei all l’interno dell appartamento, la sua seconda mano finisce subito sul mio pacco non facciamo in tempo a presentarci che ho già la mia lingua dentro la sua bocca, e come il mio solito quando ho tanta foga sollevo le donne appoggiandole al muro e tenendole su con la forza delle braccia in quanto comunque sono un uomo di 2 m, lei riesce a sfilarmi pantaloni io ad alzarle il vestito, dove lei si fa trovare già senza mutandine.
E dopo pochi secondi la sto già penetrando, contro il muro tenendola sollevata con le braccia e penetrandola da sotto, noto comunque che a differenza di molte donne ha una vagina che resiste bene alle dimensioni di larghezza del mio pisello e si adattata subito alla mia forma, quindi questo mi fa capire anche di cazzi la signorina ne ha presi parecchi, e da come bacia la lingua la usa molto bene, potrei avere davanti una ragazza che ha visto più scopate di me,
Mentre continuo a penetrarla mi suggerisce nell’orecchio di metterla a 90 sul plató della cucina, scende mi prende per mano mi porta in cucina e si piega a 90 poggiando i gomiti sul lato del lavandino e inarcando la schiena mette in fuori il culo, ups questa è un esperta.. mi guarda sorridendo girando la testa adesso scopami la dietro in profondità e con forza….! Voglio godere….!!!
Non ho neanche bisogno di lubrificarla
È già pronta e sa qual è il suo posto.. le infilo dentro tutto l’arnese in un solo colpo e poi inizio scoparla da dietro Tenendomi per le sue manigliette dell’amore, mentre la scopo lei fa piccoli urletti e dice schiaffeggiami il culo, intanto intanto mentre la penetro in profondità e con forza le faccio partire delle belle pacche sul culo lasciandogli il segno della mia mano, ansima molto forte la ragazza, chissà cosa diranno i vicini….
Le sue tette non le ho ancora viste in quanto ho alzato ognuna delle due volte solo il vestito per scoparla da sotto, di nuovo mi fa capire che vuole cambiare stanza e posizione, mi fa sdraiare sul letto di schiena e poi si va a mettere con le ginocchia sui miei fianchi e infilandosi il mio pisello dentro la vagina Mi guarda dall’alto al basso e si leva completamente il vestito… poi inizia a fare lentamente su e giù muovendosi tipo danza del ventre facendomi capire che sa quello che sta facendo e come lo sta facendo, Io ormai ho 40 anni Lei 25 è difficile farmi venire ma lei è sulla buona strada….
Inizia a saltarci sopra, Mamma mia che donna e non me ne ero mai accorto era lì a pochi metri da me nel balcone di fianco, mentre saltella sopra mio cazzo vedo le sue mammelle gonfie e con i capezzoli turgidi sballottare a destra a sinistra in alto in basso mentre si schiaffa colpi di Cappella dentro l’utero,
È veramente affamata di cazzo, sento il fuoco partirmi dalle palle fin dentro ogni centimetro dell asta in tiro, non faccio in tempo a subire un altro colpo che esplodo dentro di lei senza neanche chiederle se potessi…
Lei lo sente…
mi sorride e inizia a fare lo stesso movimento sempre più lentamente chiudendo e aprendo i muscoli pelvici per farmi godere di più, in questo momento la sua vagina è una grande bocca che mi sta facendo un pompino con l’ingoio,
Scusami È da tanto che non mi facevo una scopata del genere, lei sorride e mi dice :
Non ti preoccupare conosco metodi per fartelo tirare subito e per quante volte voglio perché il mio ragazzo spesso si annoia prima,
Beh Alessandra Io ho quasi 40 anni e non conosco la parola noia nel sesso ti scoperei anche per Giorni interi..
Lei ride… E mettendosi di fianco a me continua con una mano a segarmi e con il pollice stimolarmi la punta della cappella,
Ehi Domenico c’è qualcosa che vorresti fare in particolare?
Sì mi piacerebbe tanto leccartela fino a farti venire…
Potresti sederti direttamente sul mio mento e stare un po’ sollevata così che ti possa rendere un bel servizio….?
Continua……

Per commenti [email protected]

Author

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *