Corso di sopravvivenza 2 sesso e dolcezza

Corso di sopravvivenza 2 sesso e dolcezza

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Al corso di sopravvivenza 2

Mi giro ,la guardo negli occhi come un predatore guarda la sua preda…
Vado Verso Anita,
Non sono più in me..
nascondo un segreto ,Io devo fingere tutto il giorno gran parte della mia vita di essere una persona tranquilla e
posata, la mia natura è tutt’altra,
Anita ha le gambe che tremano
Vado verso di lei in piedi con i miei 200 cm di corpo, il mio quintale di peso ,un orso che si sta per scopare un agnellino
Le spalanco le gambe con forza,
Il mio membro è bello duro sto aspettando di farmi fare una bella sega dalle pareti vaginali di questa ignara vittima..
Le strofino la cappella tra ano e clitoride 4-5 volte e con metà di essa tra le labbra della sua vagina colante,
Continuo a guardarla negli occhi
Mi rendo anche conto che i suoi seni sono belli tesi e i capezzoli molto duri la troietta è parecchio eccitata….
Finalmente la prendo per le ginocchia e con un’ unica sferzata
Arrivo fino in fondo all’utero il mio membro è bello lungo e molto grosso di solito devo fare molti preliminari prima di scopare una donna, spesso con altre persone devo usare una quantità di lubrificante che mi tira via anche il piacere personale, invece Anita avrà solo il suo piacere come lubrificante e adesso non mi concentro più sul suo sguardo, guardo solo le sue tette ..così più la pompo..
E più mi eccito,e più eccito e più mi si gonfia e ho sensibilità al piacere,
Inizio a scoparla subito con affondi veloci e potenti, il rumore dei nostri due sessi che sbattono l’uno contro l’altro sembra un battito di mani,
Mi sto scopando Anita Me la sto sbattendo proprio….
Con le mani lei letteralmente afferra i margini della roccia su cui è appoggiata, sicuramente in un letto stringerebbe i pugni nelle coperte ma qui non può farlo, deve rendersi conto che ha risvegliato il mostro che vive dentro di me a cui non do mai la luce, lei ha fatto un unico errore sottovalutarmi…
La sbatto con forza,per alcuni minuti a gran velocità, Anita si anima e fa urla come se la stessi squoiando , amo le donne che urlano mentre le sbatti ,
Quella cantilena isterica che emettono tra dolore e piacere….

Dal sotto bosco sentiamo però un rumore improvviso..
Mi tocca uscire di scatto e rivestirmi in velocità ,
lei fa lo stesso ,ma guardandoci intorno capiamo che doveva essere un animale….
Io sono in braghe Anita si sta ancora infilando le mutandine e mentre guarda al di là della roccia verso il bosco è appoggiata con i gomiti alla roccia ed è quasi completamente a 90 non penso che stavolta l’abbia fatto apposta,
ma io mi ri slaccio i pantaloni fino alle caviglie e senza dirle niente la prendo per i fianchi e la penetro di nuovo , le spingo con una mano sulla parte bassa della schiena e la faccio piegare del tutto in avanti sempre sulla roccia,
Anita ora facciamo il gioco della sentinella, tu guardi che non arriva nessuno e io da dietro di do corrente ahhhhhh
Facendo flettere le ginocchia cosce e glutei inizio scoparla da dietro a pecora come piace a me,
É una di quelle posizioni dov’è spesso mi faccio le più grandi e belle e sonore scopate e sborrate in questa posizione, sento tutto te la posso scopare usando moltaforza come un oggettino di Piacere,
Inizio come prima con velocità e forza fino arrivarele in fondo alla vagina e lei di nuovo ansima da brava cagna com’è,
La vista da qui è meravigliosa c’ha un culetto a mandolino,
Mentre lo sbatto con forza osservo bene le forme dei suoi glutei ,la colorazione delle entrata del suo buchetto del culo,
Non esito neanche un po’…
La mia mente perversa vuole vedere le pareti del suo culo quindi faccio uscire dalla saliva Dalla mia bocca dall’alto per centrarle l buco del culo ,
Con i 2 pollici delle mani mentre la scopo nella figa le massaggio il buco del culo ,
Inizio a sentire con la punta del mio pisello che il suo piacere interno e liquido diventa più caldo dentro di lei ,
quello che sto facendo le piace molto è proprio una vera vacca, una di quelle che non scopavo da una decina di anni,
Finalmente lei è vicina al suo primo orgasmo vaginale, non ho tempo in questo momento per dargliene uno anche clitorideo ma adesso vedremo se gli piace l’orgasmo anale…
Non Tutte le donne sono portate ad apprezzare questo anche perché quando si ha un pisello come il mio se non si è abituate, passano settimane che le donne guidano con la ciambella sul seggiolino della macchina ,si mettono cremine per aggiustare lacerazioni nelle pareti anali, per qualche giorno un continuo bruciore al buco del culo …
E come diceva sempre una mia amica:
dopo che passi tu, ho la sensazione che il mio buco del culo non si richiuda mai del tutto…
Bando alle ciance Anita si gira con il collo per guardarmi come se avesse capito che sta per essere inculata di brutto…
Lo sguardo impaurito mi fa capire che non era pronta per farsi inculare, ma in quel momento la mia foga é alle stelle ….
E uscendo dalla sua fica che continuo a luccicare con filamenti Bianchi del suo piacere cerco imperterrito mio malgrado per la larghezza della mia cappella, di infilarglelo nel culo.
Ma come al solito nella mia vita per fare quel tipo di gioco con una donna non si può di certo farlo in un bosco senza lubrificanti e alcuni accorgimenti Nella vita ho conosciuto donne che mi hanno proprio detto io lo prendo nel c*** ma con il tuo arnese non ci voglio giocare..
Anita capisce che non riesco a entrare e che mi sto anche innervosendo per questa cosa quindi si siede sulla roccia e con le mani si stringe i seni verso il petto…
Quelle due rotondità perfette una attaccata all’altra e con lo sguardo da vera troia ,tira fuori la lingua e mi guarda come una che non aspetta altro che una bella gettata di sperma caldo…
Mi sego in velocità davanti alla sua faccia e a quel bellissimo seno ,dai testicoli le arriva un’altra doccia calda di sperma , lasciandole quattro filamenti tra bocca naso e occhi è uno sul collo….
Godo godo tantissimo,
Ho la cappella sensibilissima e le ginocchia che tremano la prendo per la testa e le ordino di leccarmi la cappella, il piacere che da questa cosa le fosse è quantomeno ancora meglio dalla venuta in sé in quanto l’uomo in quel momento ha la stessa sensibilità di un orgasmo clitorideo della donna….
Anita lo prende tutto in bocca e con la lingua al suo interno mi fa vedere le stelle…
È una visione comunque bellissima vedere quella ragazza con il mio sperma in faccia sottomessa che continua a ciucciaremelo..
Voglio comunque mantenere la mia promessa adesso che sono tornato tranquillo e con la lingua mi abbasso verso il suo viso e con la lingua le lecco via tutto lo sperma dalla sua faccia e dal suo collo tenendomelo tutto nella mia bocca,
Lei sorride a pieni denti mi prende la testa e mi dà un bacio in bocca mentre ancora il mio sperma nell’ arcata bassa e ci baciamo alla francese con il mio sperma che gira tra le tre bocche..
E ingoiamo entrambi…
Poi ci guardiamo negli occhi sorridiamo è come se niente fosse ci rivestiamo, a lei brillano gli occhi e mi sorride e una volta che entrambi siamo rivestiti con lo zaino in spalla

mi abbraccia fortissimo!!!
A: lo sai Giulio sento già di volerti un mondo di bene e poi detto tra noi mi piace questo tuo bipolarismo,
Tu non lo sai ma le donne lo sentono che dietro quella tranquillità nascondi qualcosa di mostruoso ed eccitante…

Io sorrido con tutta la dolcezza e la tranquillità della terra e le rispondo :non so di cosa tu stia parlando io sono una persona tranquilla, amata e rispettata e dal mio punto di vista io e te non abbiamo fatto niente che non sia ciò per cui siamo qua,

Ognuno di noi ha bisogno di un’amicizia speciale all’infuori della coppia all’infuori della famiglia all’infuori del lavoro e noi due ci siamo trovati..

Andiamo a costruire il campo base dovremmo esserci quasi E comunque ricordati che una volta che abbiamo acceso il fuoco abbiamo tutta la notte davanti il resto del gruppo arriverà solamente domani …

Quindi adesso proviamo l’ubicazione delle coordinate costruiamo il campo base, costruiamo i bivacchi cerchio intorno al fuoco costruiamo un cancelletto di legno, mettiamo il telo verde sopra le tende perché si prospetta una bella tempesta stanotte…. Andiamo finché c’è luce a cercare radici piante e linfa di betulla per nutrirsi questa notte, E cosa più importante mentre andiamo là dovremmo trovare un fiume riempiamo le borracce e poi filtriamo l’acqua puoi scaldarla sul fuoco e renderla potabile, dopo tutto ciò se non saremo troppo stanchi inizieremo a conoscerci ancora meglio….

(Erano circa le 4:30 quando arriva mo nello spiazzo sul versante nord della montagna facendo tutto quello che c’è stato insegnato è la nostra esperienza survival per mettere il campo base in sicurezza ci mettemmo alcune ora nonostante per costruirlo tra bivacchi e fuoco ci vogliono al massimo 20 minuti ma ci sono tante altre azioni è un po’ di logistica per la misura dei tronchi e delle riserve d’acqua che ci vuole un pochino più di tempo a mettere in pratica ma dopo 3 ore eravamo già finalmente liberi di trasformarsi entrambi in selvagge bestie ninfomani ,

Anita esausta si mette nel suo bivacco al coperto seduta guardando il fuoco, mi racconta un po’ la sua vita come si fa tra persone normali che tranquille, ma nel mentre che la sento parlare lei continua a capire che le sto guardando le tette…

A:Giulio !!! Non mi sono mai sentita così omaggiata di sguardi, di solito gli uomini della tua età dopo averli fatti venire due volte non ci pensano più!!!
G: finito io ho un problema La mia fidanzata non me la dà mai E quando ho tempo mi ammazzo di seghe nonostante abbia 40 anni, quando sono veramente citato arrivò anche da 5 o 6 di fila in un pomeriggio guardandomi del gran porno dove le donne hanno seni grossi e si fanno sottomettere con il p finale e la venuta in bocca in faccia o sui seni…
Trovarmi una ragazzina che a 28 anni ninfomane come te, in un posto rilassante come questo e che soprattutto vuole la stessa cosa, è un’occasione che non voglio perdere spero che passeremo la notte a godere nudi davanti al fuoco,
facendo sentire gli animali cosa vuol dire quando due esseri umani sono in calore…

Anita di tutto punto..
Mi sorride e si leva completamente reggiseno maglietta e maglione si sdraia sul sacco a pelo su un fianco, e mi dice vieni a prendere un po’ di latte che secondo me tu hai bisogno anche di molte coccole e dolcezza,
Ho la sensazione che tu sia un uomo buono è giusto e che ti possa trasformare così dalla nascita, in quanto nessuno ti ha mai dato la possibilità di sentirti amato, quindi hai un tale dolore e rabbia dentro da poterti trasformare in una macchina del sesso ,ma in questo momento non hai gli occhi che avevi oggi pomeriggio…

Adesso succhiami i seni finche ne senti il bisogno, poi dopo cena facciamo tutto quello che vuoi….

Inizio con dolcezza a baciarle i seni sono freschi in quanto comunque il bosco inizia a essere fresco anche se siamo davanti al fuoco, lei mi accarezza il viso come se fossi un ragazzino, anche io con una mano non riesco a fare meno di accarezzare il viso sopra di me questo è un momento di dolcezza esiste anche tra tutti quelli che scopano come delle iene perché puoi molte amanti lo diventano in quanto da entrambe le parti mancanti A volte anche della semplice dolcezza del corpo dell’altro,

Poi inizio a baciarle il collo ,
Anita mi sussurra nell’orecchio Giulio possiamo farlo con questa dolcezza e delicatezza per una volta voglio conoscere anche questo aspetto di te..
Arrivo su alle sue labbra e inizio a baciarla con dolcezza leccando le le labbra e pian piano iniziando un bacio alla francese con tutta la delicatezza di questo mondo continuando ad accarezzare il viso….
Ovviamente succede che nonostante la dolcezza di entrambi verso l’altro/a iniziamo anche ad eccitarci..
Lei parte a baciarmi il collo, con le mani ognuno inizia pian piano svestire l altro, sempre con garbo dolcezza ci copriamo di coccole mi sembrava quasi di essere al primo appuntamento dov’è riesce ancora a goderti le piccole cose e vivere momento per momento ogni istante le infilo una mano tra le gambe ele massaggio con eleganza le labbra per cui ondeggiare polpastrello dell’indice e del medio sul clitoride, con le sue mani inizia ad accarezzarmi il pene passando solo più volte nella mano chiusa ci guardiamo negli occhi mentre facciamo questo e continuiamo a baciarci con dolcezza come se avessimo 17 anni, e fossimo alla prima esperienza….

Anita spalanca le gambe …
Mi metto Tra le sue gambe in ginocchio e lei di schiena avanti a me…
Con delicatezza la penetro iniziamo con movimenti lenti per goderci ogni istante ogni centimetro i nostri sessi, i nostri cuori i nostri occhi nostre anime e i nostri corpi iniziano a fondersi insieme al calore del fuoco in mezzo alla natura…
Inizio il movimento affondando dentro di lei e sentendo il suo seno interconnesso tra il mio petto il suo caldo mentre vedo lei con gli occhi indietro nella bocca aperta iniziare a fare i primi , le metto entrambe le mani all’altezza della testa tenendo gliele Ferme mettendo le mie mani dentro le sue dita nelle dita, e facciamo sesso alla missionaria mantenendo sempre non certo tranquillità talvolta aumentando il ritmo ….
Comunque stanchi per via di tutta la giornata e per la costruzione del campo in più lei alla schiena completamente in balia di sassi e terra al di sotto del del bivacco, anche per questo cerco di non metterci troppo a forza rischio di farle avere qualche ferita nella schiena e questo non è per niente positivo è bello da fare a qualcun altro,
In un qual modo anche se con molta dolcezza dopo 15 minuti sento che lei sta per venire e anche io quindi stacco le mani faccio per uscire da dentro di lei…
Ma Anita sussurra No tesoro mio tienimi dentro voglio sentirti voglio avere qualcosa di te tranquillo prendo la pillola….

Volevo che questa sera tra noi due fosse speciale po’ per averne un buon ricordo….

Lei praticamente fa un laghetto a me il tempo e io le vengo copiosamente dentro venendo piano piano è in maniera intensa sembrava quasi non finisii più di venire…

Poi usci da dentro di lei,e accostai al corpo da dietro mettendoci entrambi su un fianco mettendo nel braccio per abbracciarla sotto al collo e coprendo ci con la mia coperta , dietro continua a baciarla sulla testa e lei continua ad accarezzare la mia palla e così davanti al fuoco ci addormentammo fino al mattino dopo avvolti nella coperta l’uno con l’altra

Per info e commenti o per avere racconti personalizzati potete scrivermi A [email protected]

Grazie

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *