Relax alle Porquerolles

Relax alle Porquerolles

Spread the love

Chantal aveva scelto le isole Porquerolles per due settimane di totale relax , sole e salsedine sulla sua pelle a volontà per staccare dal suo lavoro d’indossatrice a Parigi. Aveva 23 anni e da 7 calcava le pedane con le loro regole ferree e stressanti. Era bellissima magra con un seno piccolo che stava perfettamente ,come moda vuole, in una coppa per champagne. Per il suo rifugio aveva scelto una casa di pescatori ad uso affitto semplice e isolato. L’ideale. Arrivata nell’isola proibita alle auto ad attenderla c’era Dina una matura e piacente donna di colore della martinica che viveva li da 45 anni. Il suo bagagliaio passò dal molo del mototraghetto alla barca di Dina e in 10′ le due si trovarono nell’insenatura raggiungibile solo via mare. Felice della scelta ebbe giusto il tempo di rinfrescarsi e andò ad assaporare la cucina creola di Dina la quale sembrava essere schiva e di poche parole con una voce rauca molto sexy. Passati 3 giorni di pace assoluta Chantal che indossava il minimo necessario si accorse delle occhiate discrete ma interessate che Dina le riservava soprattutto quando metteva in mostra il suo splendido culo praticamente coperto da pochi centimetri di stoffa. Chantal incuriosita e vogliosa di “giocare” con Dina invitò la 69enne mulatta a dividere la cena serale. Dina accettò volentieri. Chantal si fece bella con indumenti freschi di lino e piedi nudi capelli sciolti e l’immancabile rossetto lucidalabbra che le sfilate e null’altro. Dina indossava una maglietta ben sopra l’ombelibo che le lasciava intravvedere il seno abbondante e una gonna cortissima di tela. Iniziata la cena le due si aprirono e dopo un lungo racconto di Chantal fu la volta di Dina la quale si dichiarò, con naturalezza, bisex. A cara moretta ecco perchè ti mangiavi con gli occhi il bel culo di Chantal. Poi le due amdarono a passeggiare sulla spiaggetta e ad assaporare il dopo cena fatto di stelle e dolce rumore del mare. Incominciarono a giocare ancor di più con gli sguardi e Chantal si divertiva a provocare Dina. Dopo l’ennesima cenetta, pesce e vinello provenzale fresco, le labbra della matura martinicana si avvicinarono a quelle della giovanissima indossatrice ed in un attimo iniziarono a scambiarsi baci talmente caldi che senza rendersene conto le due si trovarono nel letto di Dina . Chantal rimase sorpresa e piacevolmente ! Dina sotto la gonna aveva uno spettacolare cazzo non enorme ma duro come il granito. Eccitata lo volle subito in bocca e iniziò a spompinare quella meraviglia della natura. Dina , che temeva una reazione di segno opposto, mugolava di piacere e toccò il cielo con un dito quando Chantal staccatasi da lei inizio a spogliarsi lentamente e languidamente. In un niente Dina la prese in braccio con le sue braccia muscolose e la volle scopare sotto le stelle e più volte l’inculò pensando a quante volte aveva desiderato quel culo. La sborrata finale annaffiò il faccino di Chantal in maniera totale. E furono da quel momento vacanze di relal sole salsedine e tanto cazzo soprattutto nel culo tenuto da allora sempre nudo per volontà di Dina che oltre al pesce e al cazzo non la lasciasciò piu senza calde e dolci razioni di sborra

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.