Quando la cugina è una troietta vogliosa

Quando la cugina è una troietta vogliosa

Spread the love

Sono molto legato a mia cugina, siamo praticamente cresciuti insieme, entrambi figli unici e della stessa età, abbiamo attraverso le varie fasi dell’infanzia e dell’adolescenza sostenendoci a vicenda ed oggi, che abbiamo entrambi 25 anni, ci siamo visti costretti a dividerci.

Lei è andata a lavorare a Roma, mentre io sono rimasto a Milano, un brutto colpo, a volte faccio ancora molta fatica a sopportare la sua assenza, si è trasferita da un anno e divide l’appartamento con delle ragazze, io per motivi di studio non sono mai potuto scendere da lei, ma due settimane fa finalmente ci siamo rivisti.

Le sue due coinquiline sono andate a fare un viaggio di una settimana con i rispettivi ragazzi, lo stavano programmando da tempo ed io ero tanto felice che finalmente si erano decise, così Mariagrazia, così si chiama mia cugina, mi ha potuto ospitare.

Quando ci siamo rivisti, è stato automatico correrci incontro e abbracciarci forte, credo che alcuni pensassero che fossimo fidanzati, in effetti, tanto fu l’entusiasmo, che lei mi diedi un bacio a stampo sulle labbra.

Non ci feci particolarmente attenzione, ero felice e non vedevo l’ora di andare a casa e parlare un po’ con lei come i vecchi tempi.

Era bellissima, l’anno passato l’aveva migliorata, non che ne avesse bisogno, era davvero una ragazza splendida, in tutti i sensi, la giornata volò tra una chiacchiera e l’altra, per cena mangiammo una pizza davanti alla tv come eravamo soliti fare da ragazzini.

A fine serata non volevo andare in camera mia ma non sapevo come dirglielo, così evitai e andai a mettermi a letto, con mia sorpresa, dopo pochi minuti mi raggiunse e si sedette sul letto, mi disse che non voleva separarsi da me quella notte, aveva un tono molto strano e mi guardava dritto negli occhi.

Ero così preso dal suo sguardo che non mi resi conto che la sua mano era entrata nelle mie mutande e mi toccava il cazzo, che aveva reagito rapidamente, mettendosi in tiro.

La vidi prenderlo in bocca e pompare, non riuscivo a credere che mi stesse facendo un pompino, poi, senza perdere tempo in altri preliminare, si sedette sopra di me sollevando un po’ quella leggera veste che indossava.

Mi resi conto che non aveva le mutandine, infilò il cazzo dentro la figa e lo montò lentamente, fu un godimento assurdo, la sua figa era fradicia e mi bagnava in continuazione, mia cugina mi ha montato senza sosta per diversi minuti finché non si è lasciata andare su di me, dopo il suo orgasmo.

Poi, per non lasciarmi così, ha ripreso il cazzo in bocca e lo ha spompinato ancora fino a farmi sborrare.

Abbiamo passato tutta la settimana a scopare. Non vedo l’ora di tornare da lei.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.