Il cazzo del mio vicino di appartamento

Il cazzo del mio vicino di appartamento

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Sapevo che nell’appartamento attiguo era arrivato un nuovo inquilino, ma dopo un mese nol lo avevo ancora visto.
Una sera, non avendo niente di particolare da fare, mi recai a vedere un film porno, senza guardare la locandina pagai alla cassa ed entrai in sala, sullo schermo scorrevano scene di sesso gay, ragazzi che succhiavano e si facevano inculare.
Non ho mai avuto tendenze gay ma vedere quei cazzi in azione mi eccitarono al punto che mi venne la voglia di averne uno da lavorare.
Ero seduto in ultima fila, un tipo si accomodó sulla poltrona alla mia sinistra, tiró fuori il cazzo e inizió a segarlo, il mio sguardo fu calamitato da quella vista e rimasi a guardarlo.
Ti piace vero?, chiese, da come lo guardi é evidente che lo vuoi, dai, prendilo in mano e fammi una sega, meccanicamente e senza riflettere mi misi a masturbarlo portandolo a sborrare con un getto copioso di sperma, intanto la scena del film mostrava un ragazzo che stava succhiando un cazzo, d’istinto lo presi in bocca e iniziai lentamente a sbocchinarlo portandolo a scaricare la sborra nella mia bocca facendomela ingoiare tutta.
Si tiró su i pantaloni e fece per andarsene, lo fermai chiedendogli di poterlo rivedere in un posto tranquillo dove potere metterci nudi e dare sfogo alle nostre porcate.
Vieni, ti porto a vedere dove abito.
È lontano?, chiesi.
No, è qui vicino…rimadibdi stucco quando vidi che eravamo arrivati presso il palazzo dove abitavo io.
Ecco disse, io abito in un appartamento al secondo piano.
Anche io, risposi e fu così che conobbi il misterioso inquilino.
Inutile dire che da quella sera tutte le sr sere mi diede il cazzo in tutte la maniere…ma il resto lo racconteró un’altra volta…

Author

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

One thought on “Il cazzo del mio vicino di appartamento

  1. Corrado

    Il mio vicino di casa facemmo amicizia aveva 35 anni era molto bello era sempre gentile con me una sera mi invitò di andare con lui due giorni nella sua baita in montagna accettai così il sabato mattina partiamo arriviamo verso le dieci mattina il mio amico cominciò subito a preparare il pranzo fece mezzo chilo di spaghetti aglio olio peperoncino bevemmo una bottiglia di vino bianco poi prendemo un bicchiere di cognac poi facciamo la doccia assieme il mio amico aveva un bellissimo cazzo di venticinque cm lui mi fece un bellissimo clistere lui mi dice ti voglio molto pulito poi siamo andati a letto siamo tutti è due nudi il mio amico chiude il porta a chiave lui nel letto mi abbracciò bacciandomi in bocca poi mi disse mia troia girati voglio leccare la tua figa anale poi mi disse adesso voglio farti leccare la vagina anale mi viene sopra a cavalcioni mi dice adesso leccami la mia vacina anale aveva un bellissima figa luì spinge forte la sua figa anale molto forte la leccai per mezz’ora poi si girò mi dice adesso suchiami voglio farti bere il mio sugo mia troia cominciò a pisciare molto forte la mandai tutta era molto buona poi mi disse alza bene le gambe lui mi dice adesso voglio farti mio perché saremo una cosa sola mi puntò il suo cazzo sulla mia vacina anale è spinge dentro tutto il suo cazzo fece un po’di fatica finché non passò l’anello della mia vacina con una spinta’ entrò tutto luì era tutto nella mia pancia luì mi dice adesso sei adesso sei mio per sempre luì cominciò a pompare mentre pompava mi bacciava in bocca dopo un quarto d’ora mi dice adesso voglio farti mio per sempre mi sborava dentro nel mia vacina anale poi prende della carta mi tappò la mia vacina anale luì mi dice ti ho fecondato per sempre sarai mia per sempre poi dormimo abbracciati ci siamo svegliati verso le ore ventuno poi il mio amico preparava la cena prima della cena mi bacciava in bocca eravamo tutti è due nudi

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *