Scopata da uno sconosciuto in autobus

Scopata da uno sconosciuto in autobus

Avete presente quelle scene da film porno in cui una bella sconosciuta entra in un vagone del treno praticamente vuoto e poi viene raggiunta da un uomo eccitato pronto a darglielo? Ecco, queste cose non accadono solo nei film o almeno non così raramente, lo so perché ho avuto un’esperienza del genere da poco tempo. Il mio nome è Elena e sono una ragazza di 25 anni, domenica scorsa dovevo andare a trovare delle amiche fuori città, così mi decisi a prendere l’autobus, una corsa che durava un’ora ma avrei fatto il sacrificio. Sono salita e ho subito notato che l’autobus era praticamente vuoto, potevo sedermi ovunque ma decisi di andare fino in fondo, adoravo gli ultimi posti, soprattutto perchè sarei stata tranquilla se fosse salita altra gente. In fondo però non ero sola, un ragazzo che poteva avere circa la mia età era poggiato con la testa al finestrino e ascoltava musica, mi sorrise quando si accorse della mia presenza, io mi sedetti un paio di posti alla sua destra. Notai che mi guardava con insistenza, accavallai le gambe, la mia gonna si sollevò troppo mettendo in mostra le mie mutandine di pizzo nero, lui sogghignò, si tolse le cuffie e mi chiese se potessi avvicinarmi. Lo guardai meglio, era molto attraente, dovevo riconoscerlo, l’autobus era praticamente vuoto, dopo due fermate era salita solo una signora e si era messa al primo posto, non ci sarebbero state più fermate fino all’arrivo, quindi la situazione giocava a mio favore. Inizialmente gli dissi di no, volevo farmi desiderare un po’, fu lui ad andare subito al sodo, armeggiando con la zip dei pantaloni e mostrandomi il suo cazzo già bello gonfio. Mi avvicinai a lui, lo presi in mano e cominciai a fargli una sega, intanto aveva infilato le mani sotto la mia gonna, sentivo le dita scostare le mutandine ed entrarmi dentro con prepotenza. Per non gemere mi sono chinata ed ho preso il suo cazzo in bocca mentre continuava a masturbarmi la figa, ero bagnatissima e avevo solo voglia di sentirlo dentro di me. Mi misi di spalle, cercammo una posizione che non desse troppo nell’occhio, dopo essersi messo il preservativo, mi penetrò da sotto la gonna, il suo cazzo duro mi riempì totalmente, mi entrò così a fondo che sentii le sue palle sbattere. Per tutto il tempo mi sono aggrappata al sediolino e guardavo nel corridoio che del bus che nessuno si accorgesse di niente, poi ho dovuto infilarmi due dita in bocca e succhiare, nel momento in cui l’orgasmo mi ha completamente devastato. Lui, eccitato dal mio venire, ha subito tirato fuori il cazzo, si è tolto il preservativo e mi ha fatto succhiare veloce, poi mi ha schizzato sulle labbra. È stato fottutamente eccitante farlo con uno sconosciuto ma ancor di più in un luogo dove chiunque mi avrebbe potuto scoprire. Una volta arrivati a destinazione ognuno ha preso la sua strada, non so nemmeno il suo nome ma ricorderò sempre la nostra grande scopata. Autore: Biagio B.

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.