Anale – Un piacere per lui e per lei

Cos’è il sesso anale?

La domanda sembra piuttosto scontata, in quanto la maggior parte delle persone adulte, sa di cosa si parla quando ci si riferisce al sesso anale. Tuttavia il sesso anale ha tante sfumature, che meritano di essere approfondite.

Il sesso anale, noto anche con il termine di sodomia, riguarda un’alternativa alla penetrazione classica vaginale. La penetrazione dell’ano è una pratica che pur in aumento nei rapporti eterosessuali dei nostri tempi, rimane per molti ancora un tabù, in quanto ritenuto doloroso e innaturale da molte donne. Per quanto riguarda invece i rapporti gay, questa è la pratica sessuale basica del rapporto, dalla quale sia il partner passivo, che quello attivo traggono maggiore piacere. Il sesso anale può essere praticato anche nei rapporti lesbo attraverso l’utilizzo di uno strap on . L’utilizzo dello strapon si ha anche tal volta nelle coppie eterosessuali, in quel caso, i ruoli si invertono: la donna diventa la partner attiva, mentre l’uomo viceversa diventa il partner passivo che riceve la penetrazione.

Se cerchi uno strap on puoi trovarlo su amazon cliccando questo link

Perché il sesso anale è piacevole?

Il sesso anale può essere estremamente piacevole, tuttavia occorrono delle “istruzioni all’uso” e una certa predisposizione mentale; una penetrazione fatta senza adeguati accorgimenti, infatti, potrebbe provocare solo dolore e rendere quindi il tutto poco piacevole.

Le motivazioni del piacere, di questa pratica, sono dovute alle numerose terminazioni nervose sensoriali, presenti nella regione perianale, nel canale anale e nel retto. Per gli uomini, oltre a quanto appena detto, a rendere ancor più piacevole il rapporto anale è la stimolazione della prostata , che avviene in automatico, durante l’atto, trovandosi la ghiandola prostatica proprio davanti al retto.

Per la donna, per rendere ancora più intenso il rapporto; alla penetrazione anale si può unire la masturbazione clitoridea o vaginale o per le più esperte e disinibite, la doppia penetrazione.

Per il partner attivo, la motivazione fisica del piacere, sta soprattutto nel trovare un orifizio molto più stretto di quello della vagina, che permette una maggiore pressione del pene ed una conseguente stimolazione più intensa. Oltre al piacere fisico, questo tipo di penetrazione gode di una forte componente psicologica, in quanto per molti il sesso anale, vuol dire infrangere un tabù, ritenuto proibito ed estremamente peccaminoso.

E’ da sapere infatti, che oltre l’aspetto morale e religioso, il sesso anale è addirittura ritenuto illegale in alcuni Paesi e per questo proibitissimo.

Posizioni e tecniche per il sesso anale

Il sesso anale, come già ribadito, può essere molto piacevole ma anche doloroso o fastidioso, se non praticato nel modo corretto. Questo, soprattutto per chi è alle prime armi e si avvicina a questa pratica per la prima volta. Piccole accortezze, come quelle che andremo elencare di seguito, favoriranno la buona riuscita del rapporto.

  • Lavaggio dell’ano. Per una riuscita del rapporto anale, un lavaggio dell’ano da parte del partner passivo, preceduto possibilmente dalla defecazione anche attraverso un clistere, favoriscono uno svuotamento completo del retto, agevolando una buona riuscita della penetrazione, oltre a garantire una maggiore igiene.
  • Lubrificazione. Un’adeguata lubrificazione è fondamentale per la penetrazione anale che a differenza di quella vaginale non gode della lubrificazione naturale. Essenzialmente la lubrificazione può essere fatta con uno dei tanti lubrificanti che potrete trovare in commercio. Se vi imbarazza andare in farmacia, valutate l’acquisto direttamente su amazon, dove trovate tanti lubrificanti a buoni prezzi , mentre l’altra soluzione è l’anilingus ,chiamato anche rimming, che nient’altro vuol dire in gergo volgare che: “leccare l’ano” del proprio partner in modo da renderlo umido e scivoloso. Oltre al lubrificante, soprattutto se si teme di provare dolore, un rilassante anale, aiuta moltissimo a sciogliere i muscoli e favorire la dilatazione. Anche in questo caso puoi comprare on line un rilassante anale direttamente da amazon .
  • Dilatazione. Prima di procedere alla penetrazione è bene dilatare con accuratezza l’ano del partner, si può iniziare infilando dolcemente un dito e poi appoggiare la cappella del pene, con delicatezza facendolo scivolare con lentezza, fin quando non si sente che è entrato del tutto. Ricorda sempre che la lentezza è fondamentale in questo rapporto. Ci sono poi anche dei sex toys, che hanno proprio la funzione per la loro anatomia, di allargare l’ano, il migliore e più usato si chiama ass plug e si trova facilmente a prezzi piuttosto modici on line.
  • La giusta posizione. Nonostante come spesso accade nei film porno, la posizione più usata per il sesso anale sia “la pecorina“, questo è da ritenersi, come un falso mito. In realtà, la pecorina è solo la migliore posizione a livello scenografico per l’inquadratura della telecamera, ma non assolutamente la più idonea. Tra le consigliate invece abbiamo:
    • A Cucchiaio. Entrambi i partner sono sdraiati su un lato uno dietro l’altro, in questo modo chi subisce la penetrazione ha le gambe e tutto il corpo rilassato, in modo che i nervi non siano contratti, inoltre in questa posizione, non si volge lo sguardo al partner e se si tratta di una prima volta, dove l’imbarazzo è molto, può essere rassicurante per il partner passivo per lasciarsi andare, senza inibizioni.
    • L’amazzone. Questa posizione è molto apprezzata dagli uomini, in quanto la pressione esercitata dal pene, nella penetrazione è molto intensa. Lei/lui è sopra e cavalca con l’ano il partner attivo. In questo modo il partner passivo ha modo di regolare l’intensità della penetrazione, asseconda del momento e del piacere.
    • L’incudine. La persona penetrata è distesa con le gambe in alto, mentre il partner attivo risulta inginocchiato con la schiena inclinata. In questa posizione la penetrazione anale, risulta multo fluida e vi è anche per chi lo gradisce il rapporto visivo tra le due persone, di contro la posizione è molto faticosa durante una penetrazione lunga.

Sesso anale e malattie?

L’ano è un punto piuttosto delicato e pieno di batteri, che possono favorire la trasmissione di malattie come: epatite, herpes, HPV e AIDS, soprattutto per quest’ultima è stimato che le possibilità di contagio in un rapporto anale, siano di oltre 10 volte superiore, rispetto alla penetrazione vaginale. Le ragioni che rendono i rapporti anali, particolarmente pericolosi per le malattie sessualmente trasmissibile è dovuto in gran parte alla mancanza di lubrificazione naturale, come invece avviene per la vagina, il che comporta che durante la penetrazione, si creino delle micro-lacerazioni che favoriscono il passaggio di virus e batteri.

Se non si fa sesso con un partner abituale, del quale si è piuttosto sicuri dello stato di salute, è sempre meglio utilizzare il preservativo, che nella maggior parte dei casi previene la trasmissione di malattie.

Consigli per praticare il sesso anale in modo sicuro

  • Utilizzare sempre il profilattico;
  • Non praticare sesso orale o vaginale al pene dopo il sesso anale;
  • Utilizzare dei lubrificanti anche se si usa il preservativo;
  • Non continuare il rapporto in caso di eccessivo dolore o sanguinamento.

Sesso anale ed Emorroidi, che fare?

E’ opportuno per chi soffre di emorroidi, evitare i rapporti quando si è in presenza di infiammazione, tuttavia in generale, anche le persone che soffrono di emorroidi, quando non sono nella fase acuta della malattia, possono praticare il sesso anale e trarne sicuramente piacere come tutti gli altri. E’ consigliabile per queste persone, l’uso anche abbondante di lubrificante.

Orgasmo anale mito o falsa?

Si parla spesso dell’orgasmo anale e molti si chiedono se esista veramente o sia solo frutto della fantasia o qualcosa di inventato. Molti studi hanno, dimostrato che esiste un orgasmo che arriva direttamente dalla stimolazione anale sia per la donna che attraverso la penetrazione stimola il punto G ed anche per l’uomo attraverso la stimolazione della ghiandola prostatica. Alcuni test hanno dimostrato che il 94% delle donne che hanno ricevuto una stimolazione dell’ano, hanno raggiunto l’orgasmo, mentre per gli uomini la percentuale è stata addirittura del 100%. E’ opportuno per raggiungere il culmine del piacere, durante una sessione di sesso anale, che la stimolazione dell’ano, sia accompagnata dalla masturbazione vaginale per le donne o del pene degli uomini. A detta di molti l’orgasmo, che avviene attraverso la stimolazione anale, risulta più intenso e forte di quello classico. Ancora una volta si dimostra che il sesso anale può essere un intenso piacere per lei e per lui e questo anche se il lui è eterosessuale ed attratto solo dalle donne.

Pratiche collegate al sesso anale

Oltre al classico sesso anale, ci sono molte pratiche, frutto di fantasie e trasgressioni che sono strettamente collegate all’ano ed al piacere anale. Tra le più amate il rimming o aniligus, che tra l’altro può essere un eccitante preludio con lubrificazione naturale, per la penetrazione anale. Un’altra pratica nata nella pornografia e particolarmente apprezzata da una vasta platea di persone è il cosidetto: “Ass to mouth” , che letteralmente viene tradotto con: “dal culo alla bocca“. L’Ass to mouth, consiste semplicemente in una prima penetrazione anale, per poi passare alla bocca della stessa partner appena penetrata o di un’altra, pronta a ricevere il pene in bocca che è appena uscito dall’ano. Una pratica molto eccitante per alcuni, ma potenzialmente rischiosa per la salute, per evidenti questioni igieniche. Esiste poi il “creampie anale“, anche questo termine è noto essenzialmente nei siti porno e sta indicare, quei rapporti anali, dove la sborrata del lui avviene direttamente nell’ano, del partner. Solo per le donne vi è poi la possibilità di provare una “doppia penetrazione“. La doppia penetrazione consiste in un atto sessuale, dove la donna, riceve contemporaneamente da due uomini, una penetrazione sia vaginale che anale. La doppia penetrazione può portare a delle vette di piacere molto alte, sia per motivi fisici che psicologici. Ancora più estrema della doppia penetrazione c’è poi la “tripla penetrazione“, dove addirittura la donna prende due cazzi in figa ed uno nel culo. Se parliamo di penetrazioni anali di uomini eterosessuale, allora dobbiamo parlare nuovamente dello “strap on” ,che altro non è che un vibratore con apposita cintura da legare in vita, attraverso la quale, la donna, grazie al fallo artificiale, può penetrare l’uomo.

Sesso anale- E quando lei non vuole?

Il sesso anale, come ribadito più volte può essere una pratica molto piacevole, tuttavia soprattutto molte donne, ne sono spaventante o la ritengono una pratica immorale, oltraggiosa o troppo dolorosa. Premettiamo che se si parla di motivi di tipo religioso, sarà molto difficile convincere la propria partner, se invece le motivazioni riguardano altri aspetti come la paura di provare solo dolore e non piacere, allora ci sono molte possibilità di poter convincere la propria partner del contrario, anche se potrebbe occorrere un po’ di pazienza.

Il primo passo è senz’altro quello di parlare con il partner di questo desiderio, andando a spiegare che ci si è documentati a dovere o che si ha già esperienza. Quindi si dovrà farla incuriosire, magari proponendole video blog, dove sessuologi parlano del sesso anale in primis e poi in una seconda fase, guardando assieme un film per adulti dove si mostra una penetrazione anale. In tal senso è consigliabile, un film non troppo spinto ed irruento, ma qualcosa di più soft ed erotico. Una volta che la partner, inizia a convincersi si potranno fare delle prime prove, magari iniziando una prima volta con un rimming (leccare l’ano) ed una delicata masturbazione anale: se al termine di queste prove, il tutto sembrerà piacevole, allora potete provare la penetrazione anale vera e propria Un altro consiglio utile è far parlare la vostra lei, con un’amica, che abbia già provato con soddisfazione il sesso anale e che possa darle qualche consiglio. Se riuscite in questa ultimo aspetto, sarà molto semplice poi convincerla.

Sesso anale – Sinonimi e termini volgari.

E’ ovvio che al di là del termine perbenistico “Sesso anale”, nel linguaggio volgare, questa pratica sessuale, viene identificata con termini ben più volgari e tra questi:

  • Inculare;
  • Inchiappettare (infilare tra le chiappe);
  • Sodomizzare (in riferimento a Sodoma, vedi bibbia):
  • Rompere il culo;
  • Analizzare;
  • Scopare/trombare il culo;
  • Rompere/trapanare il culo.

Cosa comprare per il sesso anale

Tutti i link qui presenti, riportano a quelli che secondo noi, sono i migliori prodotti per praticare il sesso anale:

Lubrificanti per il sesso anale

Rilassatori per il sesso anale

Ass Plug (dilatatore anale)

Dental DAM ( per praticase alingus o sesso orale generale senza pericolo)