Avevo ventun anni

Avevo ventun anni

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Avevo ventun anni quando scoprii di essere anche femmina dentro . Fino ad allora mi capitava di sentire curiosità per il membro maschile guardando film porno o foto porno. Ma cercavo di allontanare quella sensazione di attrazione . Una volta parlando in chat anonima con un uomo mi lasciai andare e confessai che ero stranamente attratto anche dai maschi specie se pelosi e dotati. Ricordo che quella conversazione mi accese una spia nella mente. Enzo , quell’ uomo , era bisex e più grande di me e mi disse che se provavo quella sensazione dovevo lasciarmi andare . Parlammo molto e lui mi disse di aver capito che non ero solo curioso ma che avevo una femmina dentro . Mi consigliò di provare ma mi avvertí ” da quanto ho capito , disse ” se proverai il cazzo poi…..non potrai più farne a meno e niente sarà come prima …..diventerai schiava del pisello ” Queste parole spesso mi tornavano in mente e dopo in po’ di mesi dovetti ammettere che il mio amico aveva ragione ….Per puro caso in un centro di elettronica un pomeriggio il mio sguardo incrociò quello di un uomo che stava curiosando tra le stampanti . Fu una cosa incredibile quello sguardo mi aveva turbato …..Era alto un po’ più di me , moro con un giubbino nero e jeans ….non so perché ma all improvviso mi sentii femmina e sentivo un languore indefinibile . Anche lui dopo un po’ mi guardo . All epoca ero un ragazzetto moro capelli ricci e una bocca carnosa che piaceva molto……Non ci volle molto che lui , Carlo si chiamava , attaccasse discorso con la scusa di cercare una stampante. Continuammo la conversazione fuori ……stare vicino a quello uomo mi turbava …..aveva qualcosa di magnetico e …..più volte buttai l occhio sul suo pacco …..notevole . Mi disse che era nella mia città in trasferta per lavoro , era di Bergamo ma di origini siciliane . E con la scusa della elettronica ci scambiamo i numeri perché lui aveva a casa mi disse dei software che cercavo da tempo e che potevano servirmi. Ci salutammo ma per tutta la sera non potevo togliermi dalla mente quel tipo . Al punto che in camera mia miei un porno e mi segai pensando a lui. Me ne vergognavo …..dicevo a me stesso che non poteva essere ero un maschietto ……ma la femmina dentro me era più forte . Volevo rivederlo . Così il giorno seguente lo chiamai con una scusa ……mi sentivo una femminuccia vogliosa di uomo …..quando mi rispose con la sua voce maschia quasi mi bagnai ……Gli dissi se poteva spiegarmi come funzionava un software che avevo acquistato e lui fu gentile …..mi disse che nel pomeriggio potevo passare da lui .
Ero eccitata e impaurita ormai mi sentivo femmina in quel gioco anche se non ero mai stato con un uomo . E mi tornarono in mente i consigli di Enzo ” Provaci ….lasciato andare “. Peraltro neanche sapevo se lui fosse bisex …ma l’ attrazione era forte e un qualcosa mi spingeva da lui. Arrivai con il cuore in gola e lui fu molto gentile . Aveva jeans e una camicia in po’ aperta…..vedevo il suo petto villoso e i suoi avambracci maschi , pelosi ….e la sua mano forte che manovrava il mouse ……ero accanto a lui e la odore di maschio mi stravolgeva . Ero in confusione: ero maschio ma con lui mi sentivo femmina . All improvviso succede qualcosa che fa precipitare gli eventi : a sorpresa si apre un video porno con una moretta che succhia un grosso cazzo di un tipo . Lui ride e io mi eccito . Mi dice : non dirmi che tu non ne vedi di porno ? Io sono impacciata come una femminuccia e dico : si figurati ” poi però mi scappa un apprezzamento sul tipo del filmato …..” Accidenti ma è proprio grosso , ma sarà vero ?'” dico avventatamente. Carlo mi sorride malizioso…….e mi dice ” ma certo , ci sono davvero uccelli così ” L’ atmosfera si fa tesa …..il film continua con la troia che succhia quel palo ……e Carlo che mi guarda ” perché , non ti è mai capitato di vederne uno così ?” Mi fa ….Balbetto ” …..no…..davvero ” E lui mi sorride e si alza in piedi ” Vuoi vederne uno ?” E mentre lo dice si accarezza il pacco . Resto imbambolata …..vorrei dirgli ” di fammelo vedere …..scommetto che hai un cazzo come quello del video ” ma per pudore non parlo . E devo avere l espressione di una puttanella ….con le labbrone appena socchiuse , visto che lui per tutta risposta si apre i jeans e mi fa vedere gli slip gonfi all inverosimile …..Mi esce un ” oh …” E Carlo abbassa lo slip : un cazzo grosso scuro e nodoso gli compare in mano e lo brandisce come un arma . Sorride e mi fa ” Secondo te è vero o finto ” ……Non dico nulla ….e lui per tutta risposta mi prende la mano e mi invita a toccarlo……” Senti ..mi dice …..senti se è vero ” Cerco di resistere ma è una finta …..impugno il suo cazzo e lui inizia a far andare su e giù , lentamente, la mia mano . Obbedisco in silenzio . Ora sono in piedi davanti a lui e mi sento come una ragazza …..tengo quell’ asta in mano….lui lascia la mia mano e io…continuo a segarlo…..sento che si avvicina al mio orecchio e mi dice ” ti piace ?” …..rispondo ” si….tanto ” con un filo di voce . E lui con le labbra mi sfiora il lobo dell’ orecchio dandomi i brividi ……e mi dice ” lo sapevo dal primo momento che ti ho vista ….tu sei una femmina ….e adesso ti faccio capire quanto lo sei ” Avevi il suo grosso scettro in mano e andavo lentamente su e giù mentre lui mi baciava il collo voluttuosamente . Ero fuori controllo mi sentivo una ragazza e quell’ uomo mi piaceva da morire . Ci sfiorammo le labbra …..non lo credevo possibile e lui mi sussurro all’ orecchio ” bacialo …..lo so che ti piace ” . Ero quasi impaurita ….baciare un cazzo era una cosa enorme per me …..lui insistette ” dai …..lo so che ti piace e lo vuoi …..bacialo …e tuo ” E mentre lo diceva cercava i miei capezzoli con le dita . I jeans erano scesi e adesso il suo cazzo svettava rigido tra le gambe . Senza dire nulla come una troietta mi inginocchiai davanti a lui e baciai quella grossa cappellona mentre Carlo gemette . Quell uomo mi aveva stregato e senza più pudore avviluppai il suo pene tra le labbra con passione . Lui mugolava ” vedi che ti piace ?” Lo vedi quanto ti piace sto cazzo ?” Iniziai a baciarlo e passarmelo sul viso con voluttà …..me lo strusciavo tra le labbra e sul naso poi lo prendevo in bocca …..Gli dissi ” si ….mi piace …..mi piace essere tua ….mi piaci tu ” e baciai il suo addome ….poi salii ai suoi capezzoli e lui mi tirò a se piantandomi la lingua in bocca …. Ero sua ……mentre stringevo il suo cazzo in mano ci baciavamo in bocca . Ero ormai donna …..Mi ordinò di succhiare ancora e obbedii ……mentre pompavo lui mi diceva che ero la sua troietta . E mi spogliò …,mi insalivò il culo e mi disse ti voglio . Gli sussurrai che ero Vergine e che il suo cazzo era tropo grosso …..ma poi dopo che mi ebbe baciata dissi ” sono pazza di te …..scopami amore ….” E doppi un po’ avevo la sua cappella dentro. Fu dolcissimo . Per non farmi male mi entrò centimetro per centimetro ….da dietro …mentre mi baciava la nuca .. …Quando fu tutto dentro non provavo più dolore ma una sensazione stupenda . Mi sentivo riempita e girai la testa in modo da baciarlo . Lui mi disse ” lo vedi che sei femmina ? Lo vedi che volevi questo ….sei la mia puttanella adesso ….di chi sei ? ” con voce roca risposi ” tua amore ….tua …..mi fai impazzire” iniziò a pomparmi dicendomi che ero la sua zoccola e che mi stava allargando la figa. Gemevo come una troietta appoggiata al divano . Mi portò a letto e mi prese di fianco e poi da sopra …..ornai era scatenato . Poi ….tolse il profilattico e mi disse che stava per godere . Istintivamente mi accucciai sul suo pene e iniziai a baciarlo ….me lo passavo sul viso e sulle labbra ed era diventato enorme e turgido . Iniziativa pomparlo lentamente …..ci stavo facendo l amore ….perché volevo che lui godesse di più. Lo sentivo genere e invitarmi ” Amore sei stupenda ….cosi….bacialo così ….” E mi ccarezzava i capelli ” adesso vengo amore …ti vengo in bocca ” . E cercò la mia mano…..dopo un secondo sentii la sua roba calda riempimi …..ingoiai tutto …..mi piaceva troppo. E rimasi con quel pisellone in bocca …..me lo passavo sul viso per pulirlo della sua sborra e lo baciavo con amore mentre pian piano tornava a riposo …a anche a riposo era un gran pezzo di uccello. Restammo un po’ così …Carlo mi disse ” tu sei una ragazza ……mi hai fatto godere come poche …..da oggi se vuoi sei la mia ragazza ……” Avevo ancora il suo pisellone tra le labbra . Lo baciai…..e gli dissi …..” Si….anche tu mi piaci da matti ….non so cosa mi succede ma mi sento tua …..credo di …essermi innamorata ” Lui rise e disse ” E possibile
….” E mi strusciò il pisellone ancora sul viso . Da allora nulla fu più come prima . Non potevo fare più a meno del suo cazzo . Aveva ragione Enzo. Mi innamorai come una liceale e ci vedevamo spesso : in auto a casa al mare……Carlo mi riempiva di cazzo ogni volta …..Fu una storia stupenda che mi ha fatto capire quanto sono zoccola

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

One thought on “Avevo ventun anni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *