Voglio poterti sbattere

Voglio poterti sbattere

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Voglio poterti sbattere con forza senza alcuna delicatezza,
Voglio trovarti sulla porta di casa tua ad aprirmi la porta e richiuderla appena entro in casa tua, e sapere che appena si chiuderà la porta tu apparterrai solo a me, il tuo corpo e la tua mente e le tue viscere saranno completamente al servizio del mio piacere, e dei miei ordini…
Comprendi subito dal mio sguardo che ho voglia di sbranarti sei la mia schiava, la preda che più amo, la preda che più ambisco…
Appena chiudi la porta ti sollevo da sotto le cose e ti alzo da terra, essendo io un gigante di 2 metri posso fare di te e del tuo leggero corpicino quello che voglio, il tuo metro e70 e i tuoi 55 kg i tuoi capelli lunghi lisci i tuoi occhi verdi i capelli biondi, le tue labbra poco pronunciate e quel filo di matita nera mi fanno veramente arrapare,
La tua terza di seno un po’ cadente e quei capezzoli duri assenti di puntini intorno a quel rosa scuro,
Li vedo, li osservo, li bramo come mio prossimo spuntino,
Oh sei stata brava schiavetta mia….
una camicetta aperta una minigonna larga che ti arriva poco sopra a metà Chiappa come piace a me, senza niente sotto così che posso già usare, usarti, tutta… che mi fa godere..
Sgancio la fibbia dei jeans e mi svetta il mostro che arriva dalle mie gambe Pronto come una Picca a entrarti dentro le viscere all’interno della tua vagina..
Sei talmente bagnata piccola sciocca ragazza, che non fatico ad entrare e con molta poca delicatezza arrivare nella tua profondità in tutta la mia lunghezza e grandezza….
Facendoti sussultare con un piccolo Gemito,
affondo l’intera arcata dei miei denti tra la spalla e il tuo collo,
Voglio assaggiare la carne che copre la vena pulsante del tuo collo come un vampiro che non è mai sazio…..
Voglio sentirti ansimare e urlare mentre affondo i canini dentro la tua pelle mentre la sotto faccio lunghi
affondi con l asta sopra le palle…..
Finalmente inizi a urlare non so se sia il tuo piacere o il tuo dolore ma conoscendo la tua poetica troiaggine penso sia entrambe le cose….
Inizio a sentire molto del tuo piacere scivolarmi giù dalle palle…
quanto ti piace essere sbattuta,
È bello vedere i tuoi seni che saltellano a ritmo dei miei colpi..
Di fianco a noi c’è il tavolo, ti sollevo di nuovo e ti metto di schiena sul tavolo metto i tuoi polpacci sulle mie spalle e mi godo questa estrema visione tra vestiti e nudità,
Mi piace la tua passione per il c* del tuo padrone, Ti afferro per le cosce e ti spingo verso di me mentre col bacino Vado indietro e ti do il colpo dentro di Potenza è come un pistone dentro un motore inizio a pomparti di brutto, come ti ho ordinato la sera prima per telefono voglio sempre i tuoi occhi dentro i miei, ti voglio sorridente Nonostante tutto quello che ti farò…. E tu non disobbedisci mai….. Quanto mi fai godere schiava mia…. E finalmente arrivato il momento della mia prima venuta e voglio inseminarti per bene, da questa grande chiavata potrebbe nascere qualcosa di bello tra di noi, Inizio a sentire la punta del mio arnese in fiamme e mentre do i successivi 6 o 7 colpi inizio a venire copiosamente dentro al tuo utero facendoti anche traboccare la vagina del mio sperma caldo, Per fortuna però visti anche i miei 40 anni e le medicine che prendo per mantenere al minimo la rabbia che mi contraddistingue, mi hai fatto trovare nella lettera della posta del mio appartamento una pillolina di Viagra così che qualche ora prima di venire qua a scopare, avessi preparato il mio corpo per durare nel tempo…. Nell’annuncio che avevi scritto su internet dicevi che avresti pagato per essere schiavizzata, ma penso che la prima volta lo farò gratis…. mi sento come un lupo mannaro che sbrana il suo primo agnellino….. Due sere prima alla tavola calda appena aperta dopo le restrizioni covid, mi avevi detto di sentirmi libero di farti tutto quello che volevo senza alcun limite… Sto continuando a pomparti anche dopo la mia venuta intanto lui rimarrà bello dritto per un bel po’ e finalmente mentre vedo roteare le tue gran belle Tette, Finalmente inizi a vibrare anche tu e i tuoi occhi vanno indietro… Vedo che afferri con le mani il perimetro del tavolo, Io continuo a scoparti con forza e finalmente fai la tua venuta…. Non sono un predatore o dominatore come gli altri Ho buon gusto!!! Dalla tua vagina prendo i nostri nettari mischiati, con entrambe le mani portandoli sia alla mia bocca che alla tua per gustare insieme questo gran sapore di piacere…. Eh sì ci guardiamo negli occhi con questo sguardo da psicopatici e con grande complicità come l’altra sera alla tavola calda… dove, dopo pochi minuti che parlavamo mi hai portato con te e fatto quel pompino con ingoio in bagno, e poco dopo mi hai baciato in bocca…. , io adesso dopo questo sublime pensiero ti faccio capire di venire giù dal tavolo, per metterti a 90 Siccome sai che nessuna donna ha mai voluto darmi il c per via della larghezza del mio mostro….
E tu mi hai detto in maniera molto delicata, che nel tempo ci hai infilato qualunque cosa…
Ma ho portato una sorpresa nello zaino con me è un estensore di grandezza in lattice aumenta di qualche centimetro lo spessore del mio diametro e ha tante piccole scanalature per aumentare la sensazione di perforazione è un gioco che di solito usano nella artcore….
Con accortezza Comunque prendo il lubrificante non voglio distruggerti Voglio imparare a conoscerti ma nel medesimo tempo voglio la tua completa obbedienza…..
Ti ho fatto mettere un grande specchio nella sedia in fondo al tavolo, così che ad ogni affondo posso continuare a guardarti negli occhi mentre depredo il tuo bellissimo culetto a mandolino….
E per aumentare la tua devozione ho portato un bellissimo paio di manette per legarti le mani dietro la schiena facendoti appoggiare al tavolo solo con le boccie, intanto sei già talmente sudata che scivolerai benissimo avanti e indietro….
Dopo 40 anni Finalmente una donna che mi fa giocare col suo culetto… Voglio poterti tirare per i capelli durante ogni sferzata verso il tuo intestino..
, Voglio vedere le lacrime che portano via il segno della tua matita sotto gli occhi, voglio completamente vederti distrutta sofferente ma compiaciuta del piacere che ti ho dato,
alla tavola calda hai esordito così, sono una donna molto al di sopra del benestante, economicamente tutti mi trattano come una principessa ho maggiordomi e donne delle pulizie ma all’infuori di questo…. nel mio intimo cerco un diavolo da nascondere nel mio letto ogni volta che mi va e che mi tratti da vera donna, da vera troia come mi sento dentro di me, senza guanti, e senza complimenti e di quelli Ne ricevo già troppi da uomini aristocratici ben vestiti ma senza la minima bestialità interna…
Provo e riprovo infilo il lubrificante lo spargo con tre dita nelle sue cavità interne dell’ano
Ma niente Il mio mostro non riesce ad entrare comunque, provo a eliminare il giochino di lattice e ancora e ancora e ancora fatico ad entrare…
Ma poi all’ultimo tentativo tenendo aperto con le sue mani alle mie il suo ano riesco ad entrare e lei la mia povera schiavetta ammette di essere vergine in nel c* e che voleva perdere la verginità anale con un c** come il mio….
Ma ho portato comunque con me altri giochi nel mio zaino e falli di dimensione più piccola del mio grande mostro così do poterla far godere ugualmente e abituarla pian piano a cose sempre più vengo….
La Duchessa come la chiamo io si gira con sguardo curioso verso di me, e con sorriso ironico mi chiede cosa me ne faccio di falli in lattice di Varie misure???
Cara piccola schiavetta impara a tacere Ea non fare domande inopportune potresti pentirtene…. Anche perché ora sei legata come un salame e posso fare di te ciò che voglio……
Il problema del Viagra comunque e che ha aumentato ancora di più le dimensioni del mio pisello non vedevo un erezione del genere da almeno 10 anni

Per info [email protected]

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *