La mia prima sega sulle mutandine di mia figlia

La mia prima sega sulle mutandine di mia figlia

Spread the love

Lo confesso: è da un paio d’anni che mi masturbo con le mutandine usate di mia figlia adottiva.Ho cominciato a farlo solo dopo la separazione, cioè da quando mia moglie è tornata a vivere da sua madre e mia figlia – già all’università – è rimasta a casa mia avendo ormai la sua camera e tutte le sue cose qui nella casa di famiglia.
Dopo la separazione la mia vita sessuale si è ridotta purtroppo solo a farmi lunghe seghe davanti al computer chiuso in camera mia, eccezion fatta per qualche rara escort romena che mi scopo in macchina un paio di volte al mese. E’ ovvio quindi che senza una donna fissa nel proprio letto, la voglia di femmina..di figa quotidiana direi, ti comincia a salire incontrollata giorno dopo giorno.E’ così che una sera a casa da solo, preso da una voglia matta di buco ma senza macchina a disposizione per poter andare a montarmi qualche romena a pagamento, ho dovuto purtroppo cedere al tabù e non ho saputo resistere all’unica cosa che avevo a disposizione in casa che si avvicinava almeno idealmente all’essenza di una Figa vera: la biancheria intima di mia figlia, le sue mutandine usate, i suoi slip sporchi di umori, pregni insomma dell’odore della sua vagina.
Ci sono cose che quando hai voglia di fare le fai senza troppe domande, anche se sai che non sono proprio giuste o peggio anche sbagliate, però anche vero, l’unica giustificazione è che non abbiamo legami di sangue, anche se è con noi da più di 20 anni.
Così purtroppo quella sera, col solito porno già pronto sul Pc, sono sceso giù in lavanderia da noi dove mia figlia si arrangia a lavarsi la roba, ho aperto la sua cesta della roba sporca e.. BINGO! sul fondo ho trovato subito quel che cercavo: due paia di slip tipo sportivi colorati, uno poco sporco ma molto odoroso, l’altro bello sgommato di bianco sul tassello interno, con liquido ancora cremoso della sua ovulazione penso.
Avevo sonno e già un po’ di rimorso ma ormai l’emozione era troppo alta, il cazzo di marmo già in tiro, tanta voglia di venire e di trasgredire in maniera diversa quella sera. Non c’ho pensato troppo, sono tornato su e mi sono messo nudo in ginocchio alla scrivania a guardarmi il porno: con uno slip ad avvolgermi il al cazzo mi sono segato lentamente, mentre l’altro me lo annusavo profondamente.. l’odore della sua patata era forte, e mi arrivava dritto al cervello come una droga chimica.. in astinenza di figa orale da mesi mi sono anche leccato lo slip: il gusto era simile a quello di mia moglie, ma solo molto più acido, e si vedeva ancora stampata sugli slip la forma della vulva.. della vulva di mia figlia!
Così è stato un attimo, sniffando quell’odore vengo subito dentro le sue mutande ansimando come un maiale in calore.. vengo per la prima volta dentro le mutandine usate di mia figlia, col suo odore di vagina che mi martella ancora gli ormoni! E che sborrata imperiale ragazzi..
Col cazzo svuotato e soddisfatto, getto le mutande sborrate e vado a letto.
Il giorno dopo ci ripenso a quel che ho fatto ma non mi sento in colpa, non ho avuto mai nessun desiderio sessuale nei suoi confronti, ho semplicemente usato un suo indumento intimo che lei ha inconsapevolmente preparato col suo organo sessuale, per appagare in segreto il mio piacere sessuale e del mio cazzo, nulla più. Mi sono solo masturbato con un paio di mutandine sporche insomma, come lei sarà libera di masturbarsi come e quante vuole vuole mi sono detto.mia SORELLA:Quella non è stata certo la prima volta che mi sono segato con un paio di mutandine usate di ragazza..di masturbarmi con gli slip usati ho cominciato in realtà già da adolescente con le mutandine di mia sorella maggiore, che prendevo di nascosto dalla lavatrice in bagno per portarmele sotto la doccia da annusare: ragazzi quante pippe mi sono fatto con l’odore di patata di mia sorella! ricordo che mi bastava sentire quell’odore acido di vagina per venire in pochi secondi sotto la doccia.
Quello di mia sorella infatti è stato il primo odore di figa che ho mai sentito in vita mia, che all’inizio mi faceva addirittura schifo da quanto era forte, ma dopo un bel po’ di seghe a letto annusandomele di notte ho cominciato a capire ed apprezzare quell’odore acido di patata.
Conoscere già da adolescente l’odore di femmina è una fortuna che pochi ragazzi si possono permettere, quindi da ragazzo me ne vantavo alla grande con gli amici a scuola. A forza di raccontare ai miei compagni di prima superiore cosa facevo a casa con la biancheria usata di mia sorella, sono cominciate ad arrivarmi offerte più o meno esplicite per quella merce preziosa da annusare. Qualcuno già conosceva di vista mia sorella che era figa x la sua età, così ho cominciato praticamente a vendere sottobanco a caro prezzo quel bene prezioso.. le sue mutandine pregne di di lacrime di figa!
20 mila lire al paio se non ricordo male, mutande che poi dovevano tornarmi possibilmente pulite: un paio mi tornò sano, l’altro fece il giro di mezza classe e si perse sotto le seghe di qualche furbo che se l’è pure tenute! Mia sorella spero non si sia mai accorda di cosa facevo con la sua biancheria, reggiseni compresi! :)delle mie CUGINE:Quando avevo l’occasione giusta mi segavo così su ogni slip usato di ragazza che mi capitava a tiro, e a volte per potermele segare in pace mi toccava anche rubarle.
Ho usato più volte le mutandine delle mie cuginette per svuotarmi le palle la sera in camera mia, le stesse cugine tra l’altro con cui da bambino giocavo al dottore nel loro lettone in soffitta dallo zio. I loro slip usati li trovavo in bagno a casa degli zii nella cesta della roba sporca, e ne avrò portate via nel tempo almeno 4 /5 paia. Chissà se erano della grande o della piccola, e soprattutto se l’hanno mai scoperto.
Ogni figa ha un’odore simile ma diverso, nelle mutande delle mie cugine sentivo bene la differenza tra due odori di liquido vaginale diverso, più acido e pungente uno, più dolce e buono da leccare l’altro per capirci. Quando dopo un mese cominciavano a perdere l’odore allora mi segavo con in mano gli slip vecchi ad avvolgermi il pisello fin che ci venivo dentro e poi le buttavo, mentre magari mi annusavo intensamente un altro paio caldo appena sfornato dalla patata di mia sorella! :)Il problema: il desiderio primario? l’odore della FIGA!Parlando di questa mio vizio con i miei amici più stetti c’è chi mi chiede che gusto ci sia a farsi una sega annusando di nascosto le mutandine usate di una donna o di una ragazza, di mia figlia nel mio caso.. io rispondo: ma scusate abbiamo 5 sensi? quando scopiamo li usiamo tutti e 5 o no? allora perchè accontentarsi di usarne solo 2 durante una sega? Durante la masturbazione il tatto del cazzo è appagato ovviamente solo dalla mano, la vista è il video o le foto porno che ci stiamo guardando per segarci, l’udito (o l’audio) si può anche omettere anche se è più bello tenerlo.. però perchè rinunciare al gusto dell’olfatto? Che è pure il senso più primitivo che abbiamo? In mancanza di una figa vera da ficcare un paio di mutandine sporche di vagina sono la cosa più realistica che si avvicina di più al nostro desiderio primario: la FIGA ragazzi!
Oltre al suo odore, che sfido chiunque a non definire eccitante, le mutandine si possono volendo anche leccare per sentire il gusto acido di patata, anche se così si rovina l’odore però; e sono eccitanti anche solo da guardare. Di per sè la visione di un bel paio di mutandine colorate sporche di umori a me mi ha sempre eccitato anche solo alla vista, come quando da ragazzo trovavo per terra in bagno gli slip usati di mia sorella che lasciava incautamente lì dopo la doccia: come già detto a quella visione non potevo resistere, li prendevo tremando come una foglia dall’emozione e me li portavo sotto la doccia per strusciarci dentro il pisello, fino a spararci dentro le mie prime memorabili pippe adolescenziali!Allora grazie a tutte ragazze! con l’odore della vostra figa sui vostri slip usati mi sono fatto le più belle seghe della mia vita!ciao!
S.
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.