Io e mia Zia

Io e mia Zia

Spread the love

Questa che vi voglio raccontare è una storia di incesto realmente accaduta tra me e mia zia Maria nel mese di Agosto 2018. Io mi chiamo Antonio ed abitiamo in un paesino del sud Italia. Con mia zia c’è stata sempre una grande complicità in quanto siamo quasi coetanei io 27 anni lei 35. Da premettere che io sono fidanzato e lei è sposata e sempre siamo usciti insieme. Lei è una bella donna alta 170 occhi verdi mora una quinta di seno un culetto bello sodo si fa guardare. Io un ragazzo alta 180 fisico palestrato ben messo in poche parole. Fin da bimbo stavo con lei e parecchie volte sono rimasto a dormire da lei e parecchie volte sin da ragazzino l’avevo vista nuda ed in me ha suscitato sempre un gran desiderio sin da ragazzino mi sono segato pensando a lei. Ma andiamo ai fatti. Tutto è iniziato la vigilia di ferragosto complice una cena dove dovevamo essere tutti insieme. Quindi ci dividiamo i compiti e a noi tocca fare la spesa. Dato che il marito era al lavoro e anche la mia fidanzata lavorava andiamo io e lei. Dopo aver fatto tutto andiamo a casa sua posiamo la spesa e stiamo a casa a scherzare. Complice il caldo di quel giorno mia zia va a cambiarsi ed io mi butto sul divano, lei ritorna con un pantaloncino ed una canotta che lasciava intravedere tutto, io la guardo e gli faccio i complimenti dicendo che ero veramente fortunato ad avere una zia così bella, lei mi guarda e mi dice che fai mi prendi in giro e si mette a ridere, così io ribatto che lo zio era davvero fortunato ad avere una moglie così, lei guardandomi esclama vuoi essere fortunato anche tu? e ride, nel frattempo sento pulsare il mio cazzo e vedo che inizia a gonfiarsi, anche lei se ne accorge ed io sempre ridendo gli dico sarebbe meraviglioso poterti avere ma so che non è possibile, c’è stato un attimo di silenzio poi lei con il sorriso sulle labbra mi dice e chi te lo ha detto che non è possibile, al pronunciare quelle parole mi alzo mi avvicino a lei ed inizio a baciarla sul collo e vedo che lei non si sottrae anzi cercava il contatto con le labbra, così mi lascio andare ed iniziamo a baciarci, lei mi ferma e senza parlare andiamo in camera da letto e continuiamo a baciarci, gli tolgo tutto e vedo il suo corpo meraviglioso sotto di me, gli apro le gambe ed inizio a baciargli le grandi labbra della figa già è tutta bagnata e con due dita gli entro dentro e gode dal piacere nel frattempo lei mi toglie la maglietta e inizia a succhiarmi i capezzoli, io mi tolgo il costume ed avevo il cazzo duro che pulsava lei me lo guarda e dice ho sempre sognato un cazzo così bello grosso dentro di me ed inizia a farmi un pompino da urlo ed io a stento mi trattengo di sborrargli in bocca la fermo e gli dico che la desidero così mi metto sopra di lei gli apro le gambe e gli infilo il mio cazzo dentro la sua calda e bagnata figa ed inizio a stantuffarla lei gode ed urla dal piacere finché dopo un bel pezzo me ne vengo dentro la sua figa e lei gode come una matta ma io non ero ancora sazio al pensiero di averla tra le mie braccia con il cazzo ancora in tiro gli dico di mettersi a pecorina così inizio nuovamente a penetrargli la figa e lei gode e gode come una vacca e dice di non fermarmi mi implora di farla godere sempre, io preso dall’eccitazione mi fermo e gli dico che la voglio inculare lei mi dice che non lo aveva mai fatto a sentire quelle parole mi eccitai ancora di più e gli dico di provare se gli fa male lo esco anche lei presa dall’eccitazione lo vuole così inizio a lubrificargli il buco del culo mentre lei mi lecca tutto il cazzo, appena lo lubrifico per bene mi decido di iniziare così la metto a pecora e gli appoggio la cappella nel buco del culo sento che è bello stretto così piano piano gli entro il cazzo nel culo e lei prova dolore però mi dice di continuare così con un colpo bello secco gli rompo il culo e lei urla dal dolore ma continuo ad entrare ed uscire leggermente e lei gode e gli piace aumento il ritmo e vedo che entra ed esce più facilmente così inizio a stantuffarla con più frequenza finché non entra tutto dentro e lei urla ed urla del dolore e dal piacere la scopo nel culo per un bel pò e così gli vengo tutto dentro e lei gode come una matta ci buttiamo sul letto e lei mi ripulisce il cazzo ed ingoia un bel pò del mio sperma. Siamo rimasti distesi sul letto abbracciati appena ci siamo ripresi guardandoci negli occhi scoppiamo in una grande risata ed iniziamo a baciarci, ci rivestiamo e ci abbracciamo e ci sussurriamo di amarci. Da quel giorno dopo aver parlato ogni giorno ci sentiamo parliamo ci confidiamo tutto ed ogni momento è buono per scopare in tutte le posizioni che ci sono e sempre mi da il culo con piacere ed ancora oggi stiamo bene e siamo felici. Siamo innamorati e vorremmo avere un bambino infatti ogni volta non usiamo nessun tipo di precauzione anche se siamo rimasti io con la mia fidanzata e lei con suo marito.

Commuta il pannello: Meta

 

4 thoughts on “Io e mia Zia

  1. bert

    ho scoperto che è più facile scopare una zia di 50 anni che che le mie coetanee di 20 25 anni! Ho una zia divorziata da alcuni anni, non è proprio una bella donna ma è attraente sensuale e molto dolce, almeno con me lo è sempre stata, successo dopo un breve abbraccio un tenero e reciproco bacio sulle guance mi sono eccitato sulla sua coscia, lei ha sentito e mi ha sorriso poi riabbracciato e stretto di più, a quel punto mi sono strofinato a lei e allungato le mani dove potevo, mi disse: piano vai piano non correre… e così è iniziata la nostra avventura sessuale, le prime due volte per un vero un vero disastro, talmente l’eccitazione che le venivo addosso oppure nei miei pantaloni, ma fu paziente e le successive sono state divine, pensavo che una donna in menopausa avesse perso il desiderio, invece si dimostra attiva famelica e degustatrice, mi ha confessato che a quell’età si sente libera dalle gravidanze, vive la sessualità con più libertà, ma che non aveva nessuna voglia di rapportarsi con uomini estranei, causa le precedenti e brutte esperienze fallimentari, ma sentendo me attratto da lei in quel modo del tutto naturale ha deciso e scelto me, io ne sono affascinato, non credevo nemmeno potessi vivere un esperienza sognata più volte, come non mi sarei aspettato di scambiare con lei sesso orale, sinceramente una 50enne mi dava un po di senso la sotto, invece ho scoperto che è meglio delle mie coetanee, ha un piacevole odore e sapore, non ha quelle fastidiose perdite mensili, quindi è disponibile sempre, non ha malditesta ho particolari sintomi dovuti alle mestruazioni, vive la sessualità come noi maschi, senza limitazioni, anzi viste le caratteristiche femminili potrebbe reggere benissimo di o quattro uomini alla volta, riducendoli a brandelli, una delle tante prerogative che mi appassiona e mi fa impazzire è la possibilità di venirle dentro come se stessi concependo un figlio, le posso eiaculare senza paure recondite per noi maschi e per le loro femmine, non mi era possibile con le mie coetanee, ho sempre utilizzato condom, ma da quando ho mia zia credo di averla farcita bene bene, con mio grande godimento e suo perchè lo pretende anche arrabbiandosi quando le manco per più giorni.

     
  2. Quad

    non è mia zia di sangue, ma è come se lo fosse, ha 52 anni, mi ha visto crescere per me è come se lo fosse, l’ho sempre vista in casa nostra, per anni mi ha fatto da baby sitter quindi è come se fosse un parente stretta, una zia o seconda madre, visto che da bambino ho dormito a letto con lei, ricordo bene il suo profumo, le sue grandi tette e quel bel culone, ma ero piccolo non mi faceva nessun effetto, poi crescendo provai per lei la prima erezione spontanea vedendola mentre si cambiava d’abito, fu subito “amore” non sapevo come e cosa ma lo desideravo, trascorsero i primi anni di adolescente sparandomi seghe in suo onore, mi piaceva davvero, la sognavo ad occhi aperti e a volte mi svegliavo al mattino bagnato di sperma per averla sognata, oggi che ho 22 anni ho raggiunto l’obiettivo, non avrei mai pensato di arrivare a lei, a quella carne bianca a quelle grandi tette e quel culone magnifica che mi faceva inturgidire fino a provare dolore, tutto è ebbe inizio con il suo divorzio, da sposata era impossibile con quel marito geloso ma puttaniere, fortuna che con lei ho sempre avuto un bel rapporto, specialmente in occasione particolare le massaggiai un piedi dopo una storta, quella volta fu l’atto più intimo che potevo pretendere, alcune volte le passavo la crema solare sulla schiena, ma quel massaggio al piede e poi l’altro mi estasiò al punto da diventare il suo particolare feticista, ha bei piedi ben curati, morbidi e almeno quella volta emanavano un buon odora accattivante, avevo 17 anni e non seppi trattenere l’eccitazione che lei vide facendo finta di nulla, credo che fu la scintilla che poi anni dopo cioè oggi ha facilitato la nostra relazione basata essenzialmente sul sesso esplicito e passionale, donna desiderosa d’essere scopata, era un sogno eppure si avverato, 50enne ma in salute, si eccita e bagna con facilità meglio di quanto potessi immaginare, le scivolo dentro senza preservativo, stare tra le sue cosce dentro di lei a muovermi e agitarmi provo un pandemonio di godimento, la guardo nel viso quando la scopo, oppure quando siamo carichi la scopo da dietro come a lei piace, la sento godere soddisfatta, le sto dentro stantuffo come desidera lei, le piace essere trombata in quel modo quasi selvaggio, dice che sente la mia virilità, il mio essere maschio che la domina, a me fa impazzire, non ho remore con lei, non mi sento in imbarazzo, le faccio tutto ciò che mi passa per la testa, sempre con rispetto, ma non provo nessuno schifo del suo corpo, anche se con le tette leggermente cadenti, il suo culone leggermente flaccido con la cellulite non eccessiva, le bacio perfino i piedi sempre curati, le bacio la figa e certe volte ha un odore che diventa profumo irresistibile da succhiare perfino le gocce, in questi frangenti particolari sono riuscito a farla godere con la lingua, orgasmi sonori, inarca la schiena e allarga le gambe fino a bagnarsi come un ragazzina, le donne sono magnifiche in quei momenti sembrano suonare dolci melodie, gioco con lei fantasticando sulla possibilità di metterla incinta. lei ride e acconsente sapendo che non è possibile vista l’età, ma è proprio questo che la rende meravigliosa, la scopo senza limitazioni pensando di ingravidarla, e questa cosa mi eccita all’ennesima potenza, le ho confidato che da ragazzino provai la prima erezione con lei, mi disse era ciò che lei desiderava per me, le dissi come la prima volta che le massagiai i piedi come mi eccitai al tatto e al piacevole odore, annuì e sapeva mi aveva visto inturgidito, provò soddisfazione anche lei, con il marito non era mai successo che si eccitasse al massaggio dei sui piedi, io si invece, al solo toglierli le scarpe con un tacco vertiginoso mi si gonfiò il pacco, d’altronde avevo 17 anni, mi bastava anche il suo odore ascellare per farmi partite come un razzo, ma oggi l’ho tutta per me, conosco ogni centimetro della suo corpo della sua pelle, mi attizza e mi rende felice, anche perchè è a portata di mano, è sempre a casa nostra o io a casa sua, viviamo nello stesso palazzo, poterla accarezzare spesso, ascoltare la sua voce, sentire il particolare profumo, o bagnare le dita passandole tra le sua cosce è un esperienza paradisiaca.

     
  3. Birichina

    ahahh che scoperta…
    scoprii per puro caso mio nipote masturbarsi con i mie collant trovati nel cesto dei panni da lavare, non potete capire quante turbe mi provocò, possibile che un ragazzo di 16 anni potesse fare certe cose? Ebbene si!!! Era attratto da me sua zia di 42 anni sposata, mi accorsi anche che mi osservava spesso i piedi, specialmente quando calzavo sandali, lo vedevo come rapito, cavolo mio marito non me li degnava di uno sguardo, mio nipote ne rimaneva incantato, ecco perchè andava in bagno a…. insomma mi turbava anche il sonno, poi quando una volta mi massaggiò la caviglia per una storta andai con la mente tra le nuvole, mi piacquero i suoi massaggi che lo invitai a venire a casa per farmi i massaggi, non si fece pregare e li mi confessò che i miei piedi lo incantavano al punto di desiderare di baciarli, chiaro dissi di no che non era il caso, ma porcaccia miseria mi scombinò la mente, si fece avanti più volte chiedendomi di poterli massaggiare e baciare ma non gli permettevo di baciarli, questo dare e avere si protrasse per circa due anni, poi mi prese la smania forse perchè fu un mio desiderio fin da giovane farmi baciare i piedi da un uomo che mi volesse bene e lo dimostrasse con un poco di particolare feticismo, fu una pazza idea, non l’avessi mai fatto, siamo diventati amanti, però quanta soddisfazione psicologica che fisica, non credevo che un ragazzino di 18 anni potesse apprezzare ed eccitarsi con una donna matura e pure sua zia! Alla fine della fiera vi assicuro che il miglior sesso lo pratico con mio nipote, mio marito mi trascura un pochettino, mio nipote invece pare aver trovato il paradiso con me, mi dice che sono meglio delle sue coetanee perchè sono più donna, bah! in che senso specifico non lo sa dire, penso perchè il nostro è un rapporto tabù allora piace… ma dice che sono buona, facendomi specificare in che, beh, non ci crederete ma dice che ho un odore naturale che lo attrae, un sapore che lo inebria, brrr ho provato dei brividi di piacere che mio marito non mi ha mai fatto sentire, sono talmente presa da questa storia passionale che gli dico fammi quello che vuoi ma amami e fammi godere, ammetto che gli ho dovuto insegnare alcune cosette, ma dimostra sensibilità e sessualità che non sentivo più da mio marito.
    Spero di non innamorami di lui per diventare gelosa, ma capperi pensa a quella ragazza che si fidanzerà o sposerà, la invidierò, ha tutte le doti fisiche e intellettuali per far godere a catinelle una donna.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.