Un lungo corteggiamento

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Un lungo corteggiamento

Spread the love

Un lungo corteggiamento

Ci eravamo da poco trasferiti nei nuovi locali e mi era stata assegnata la prima stanza del corridoio e …lusso sfrenato con bagno personale ! la stanza era piccola ma aveva una grande finestra sull’ingresso del palazzo quindi quando ero stanco del lavoro mi mettevo a guardare i passanti scrutare ed eventualmente “mangiare” con gli occhi i giovani ragazzi che passavano sotto la mia finestra. La mattina arrivavo molto presto e di solito non mi guardavo il panorama della umanità dalla mia finestra perché a quell’ora passavano poche persone ! ma quel giorno dopo aver alzato la tapparelle notai che proprio sotto la mia finestra c’era un furgoncino di quelli elettrici e c’erano due giovani uomini uno sopra il furgone e l’altro sotto . Quello sotto passava all’altro dei bidoni di rifiuti speciali. Purtroppo non riuscivo a vedere il giovane sopra il furgone l’unica cosa che osservai una folta chioma che gli arrivava a lambire le spalle, forse anche un po’ invidioso perché calvo fin da bambino. Finalmente finì di caricare e si girò per scendere e …mi trovai a pochi metri un giovane uomo bellissimo lineamenti stupendi occhi castani da cerbiatto, molto furbetti, sorriso bello e bianchissimo, naso piccolo il tutto incorniciato da una chioma castano rossa leggera, portava la fila al centro, come se non bastasse, già arrapato, si alzò la t-shirt per asciugarsi il viso…un corpo possente e muscoloso e ..peloso ! Insomma un Uomo bellissimo ed inoltre alto ! da quel momento dissi a me stesso ..LO VOGLIO ! Iniziai un corteggiamento serrato, all’inizio discreto poi sempre più sfacciato. Prima di tutto iniziai con lo studiare i suoi tempi e il percorso. In questa maniera facevo di tutto per farmi trovare dopo passava e poi lo guardavo sfacciatamente con occhi vogliosi ! il giovane aveva capito immediatamente il mio interesse per lui fin dalle mie prime eloquenti occhiate ! Incrociava volontariamente il mio sguardo tra la sfida e il desiderio di provocarmi. Divenne una sfida fatta di sguardi che durò a lungo !! Poi incominciai a fargli complimenti sfacciati quando mi passava vicino ! Ovviamente li sentiva ma faceva finta di niente e così la sua sfida continuava . Questo sottile corteggiamento e sfida durò tantissimo ed io mi arrovellavo per come conquistarlo ! lo seguivo e non solo con gli occhi ma uscivo dal mio palazzo per avvicinarmi a lui a guardarlo meglio e soprattutto a farmi guardare. Poi improvvisamente incominciò ad usare il linguaggio dei segni …mi faceva vedere una lingua che usciva vogliosa dalla bocca o un dito in posizione verticale ad indicare ti scopo ! poi finalmente entrò nel mio ufficio doveva fare una telefonata ! Il telefono era sopra la mia scrivania e lui al mio fianco ! che emozione e …presi coraggio e lo toccai !!!! lui fece un piccolo leggerissimo movimento per allontanarsi poi finita la telefonata mi fece segno di infilarmi nel bagno io entrai e lui dopo di me …si abbasso la tuta e cacciò il suo bello sostanzioso cazzo…!!! Ero al settimo cielo e sentivo la mia temperatura salire e …me lo infilai in bocca ma lui si tiro indietro e andò via ! Finalmente riuscii con fatica ad avere il suo numero da quel momento incominciò una “avventura” durata anni !! le sue prime perplessità svanirono dopo il primo nostro incontro. I nostri incontri ormai programmati, avvenivano fissi una volta a settimana il giovedì. Avevamo stabilito non solo il giorno ma ogni dettaglio era stato studiato. Il giovedì arrivavo prima del mio solito orario, dopo essermi ben preparato a casa prima di uscire, con dilatazione e lubrificazione del culo. Arrivato al lavoro correvo nella aula per riunioni, dove in realtà non si riuniva mai nessuno, che era attrezzata con tavolo sedie e soprattutto bagni, molto importanti per il dopo !! mi spogliavo tutto lasciavo la porta socchiusa, rischio enorme perché qualcuno passando poteva infilarsi, e nudo come un verme mi facevo trovare “in posizione” pronto ad accoglierlo appoggiato a pecora sul tavolo e con il solito grande cetriolo già infilato nella mia “vagina anale” !!! lui arrivava abbastanza puntuale, chiudeva la porta e immediatamente si calava la tuta e metteva in mostra il suo bel cazzo, non grandissimo ma molto molto funzionale !! vedermi in quella posizione lo eccitava moltissimo e subito prendeva lui il cetriolo ed iniziava a mettermelo dentro con una brutalità infinita, in realtà gli piaceva molto farmi male e sentirmi ansimare dal dolore e dal godimento ! ma non finiva mica così ! io lasciavo sempre dei guanti in lattice ne indossava un solo, alla mano destra, ed incominciava a divertirsi e si eccitava moltissimo. Iniziava con due dita, poi tre poi con la sua solita violenza, l’intera mano e …la sua mano era bella grossa ! a questo punto con il cazzo già duro si sedeva e mi prendeva la testa e me la portava bruscamente sul suo cazzo ! non ero affatto dispiaciuto di prenderglielo in bocca e quindi sempre tutto nudo in ginocchio avanti a lui iniziavo a succhiarlo !! essere succhiato gli piaceva moltissimo e gli piaceva scoparmi in bocca tirando su e giù la testa con le mani, quando non si metteva in piedi e mi trapanava la bocca ! ma c’era una variante …alcune volte, io sempre in ginocchio con il suo cazzo che mi riempiva la bocca, prendeva il cetriolo e allungandosi sopra la mia schiena me lo infilava in culo !!! vedermi in quella posizione alla mercè del suo cazzo e della sua mano nel mio culo, lo faceva godere tantissimo. Vedevo di sfuggita il suo viso, bellissimo molto concentrato e …con un bel sogghigno come a dire ti distruggo ! ma voleva possedermi anche perché ho sempre sospettato che non solo gli piacesse da impazzire il mio culo proprio il mio buco, ma soprattutto voleva farmi male ! io espertissimo e con un culo super dilatato ed accogliente non aspettavo altro ! Era arrivato il momento e la sua fantasia divenne sempre maggiore…io ero sempre in ginocchio con il suo cazzo in bocca, lui mi prendeva di peso, un fuscello per quel corpo tutto muscoli e ….peli, e mi sedeva su di lui, con un veloce movimento centrava subito con il suo cazzo il mio culo ! con le sue mani forti e grosse mi faceva salire e scendere sul suo cazzo . Questa posizione che, evidentemente gli piaceva molto, non lo gratificava psicologicamente. La sua voglia era sempre quella di brutalizzarmi ! Sempre sollevato come un fuscello mi poggiava sul tavolo così aveva ad altezza del suo cazzo il mio buco !! mica mi scopava subito…riprendeva a giocare con il cetriolo e dentro con violenza e spesso anche senza mettere altro lubrificante. Approfittando che non vedevo cosa mi faceva, iniziò ad alternare il cetriolo al suo cazzo, che godimento ! mi accorgevo subito quando stava per esplodere perché il cetriolo spariva e la sua violenza di penetrazione aumentava. Eccola l’ultima violenta botta e …mai capito perché, usciva subito correva in bagno si puliva si tirava la tuta sopra e scappava via senza salutarmi e lasciando sempre la porta aperta ! io tutto nudo in piedi che assistevo allibito e pensando …speriamo che non passi nessuno ! correvo a chiudere e con calma, culo rovente, mi rivestivo ! Per anni il giovedì ci siamo visti e con il tempo la fantasia del giovane e bellissimo mio Stallone aumentò pretendendo molte varianti. Ma una cosa non sono mai riuscito a comprenderla. Per anni ho sperato di vederlo tutto nudo, ma non ci sono mai riuscito a stento riuscii a vedergli l’ombelico e ancora più strano non gli piaceva essere toccato o leccato, neanche le palle !!!
segue….

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.