Fabio

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Fabio

Spread the love

Fabio ormai era diventato un bel ragazzo, alto 1,75 capelli biondi lunghi un viso dai lineamenti molto delicati, la corporatura denunciava quello che di lì a pochi anni sarebbe diventato, un corpo effeminato, con un gran bel culo e due piccole tettine che erano spuntate da circa un mese.
Fabio però era da tempo che sapeva di essere gay e passivo, già a 14 anni sapeva di essere gay ma allora era attratto dagli uomini maturi e il suo primo amante fù il preside della sua scuola.
Quando d’estate andavano al mare la mattina stava in spiaggia coi genitori ignari di quello che era il figlio, Fabio però già adocchiava chi poteva interessarlo, non sbagliava mai e quel primo anno fù il figlio del bagnino, un ragazzo muscoloso, biondo castano, era sempre al bar a servire per cui Fabio non perdeva occasione per civettare col ragazzo sperando di farsi pure il padre.
Fù un giorno nuvoloso che Fabio arrivò al bar della spiaggia, era solo e facendo finta di grattarsi mostrò completamente il culetto al bagnino, questi non poteva essere non attratto da un culo csì bello ed effeminato per cui con una scusa fece entrare Fabio nello sgabbiotto abbassò la serranda e chiese a Fabio di abbassare il pantaloncino, Fabio non aspettava altro, sapeva già ce il suo culetto aveva fatto colpo, difatti il ragazzo fece girare Fabio e gli si accostò dietro le mani sul culo ormai nudo, il ragazzo palpò lungamente il sedere di Fabio che dimostrava di gradire moltissimo quelle palpate ma piano piano la scena si fece sempre più calda quando un dito si permise di entrare nel culo di Fabio
“Ti piace il mio dito nel tuo culo?”
“Si non mi dispiace”
“Provo a mettertene due”
“Mmm adesso mi piace di più dai dai”
Andarono avanti ancora per un pò poi le dita divennero tre e Fabio iniziò ad ansimare e a gemere
“Ohhhh che bello sii vai avanti”
Il ragazzo non ce la fece più, il suo cazzo era diventato durissimo, puntò il suo cazzo al culo di Fabio spinse e senza troppa fatica entrò completamente.
“Adesso ti piace?”
“Ohhhh che meraviglia, che stupenda situazione”
IL ragazzo cominciò a muoversi, andava fino in fondo al culo ci rimaneva un pò poi usciva, rientrava e stava fermo ma non resistette a lungo, il ritmo si fee sempre più intenso, quasi martellante insinuante e Fabio perse la testa.
“Ohhhh siiiii che bello siiiiii”
“Ti piace?”
“Siiii tanto daiiii vai avantiiiiii”
“Ti stò scopando sai cosa vuol dire?”
“Certo non sei il primo”
“Allora vado”
“Siii siiii daii daii mmmmm cje bello siiiiii”
“Ma ti piace così tanto?”
“A te non piace scoparmi?”
“Sii hai un culo divino”
“Allora dacci dentro scopami”
“Sii ti scoo troietta mia, siii siii ti faccio il culo, siiiii”
“Dai dacci dentro scopami ragazzo scopami mmmmm ch
e bello vaiiiiiii”
Il ragazzo scopò Fabio ancora per 10 minuti poi uscì e sborrò nel cantuccio 8 fiotti di sperma, poi prese della carta e pulì il culo di Fabio.
Si guardarono a lungo senza dire nulla poi si abbracciarono e si diedero un lungo bacio poi Fabio uscì e tornò felice in albergo.

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.