Cinema a luci rosse

Cinema a luci rosse

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Erano pochi giorni dopo la maturita’ e in attesa di andare in vacanza passavo le giornate al cinema.
Decisi di entrare in uno di quei locali a luci rosse tanto per passare due ore e fare ora di cena.
Devo premettere che da sempre mi piaceva guardare il cazzo degli attori, sempre grosso e duro…e avevo dei dubbi sulla mia reale sessualita’.
Sedetti nella poltrona piu’ lontana e meno visibile cosi’ se mi veniva voglia di toccarmi non mi notava nessuno.
Dopo una decina di minuti un tipo con pantaloni attillati e un pacco bene in evidenza si mette in piedi vicino al mio posto e comincia a lanciarmi occhiate mentre si accarezza il pacco mettendolo bene in evidenza.
La cosa mi infastidiva ma anche io cominciai a guardarlo. Era sui 30 e piuttosto bel ragazzo…emanava sensualita’ con quel suo modo di fare.
-Ti piaccio? vuoi vederlo? ..mi sussurro’
-Dai non sono mica uno di quelli…
-A me sembra che ti piaccia..e cosi’ dicendo se lo tiro’ fuori dai pantaloni. Solo pochi secondi ma mi basto’ per sentire le farfalle nello stomaco.
-Allora? dai vieni nei bagni che te lo faccio toccare… e si avvio’ verso le toilette
Sarei potuto non andare o scappare via ma lo seguii e lui mi aspettava davanti a un bagno aperto, mi invito’ a entrare e chiuse la porta.
-Ho paura, possono scoprirci.
-Guarda che qui vengono per questo mica per i film
Si abbasso’ i pantaloni e mi mise in mano il suo cazzo duro.

  • Dai fammi una sega…
    Era durissimo e piuttosto grosso, non come quello degli attori ma piu’ del mio. Cominciai a segarlo e vidi che gli piaceva parecchio dai mugolii che gli uscivano dalla bocca.
    -Prendimelo in bocca!
    -Non so come si fa, mai fatto…
    -Dai fallo vedrai che ti piace
    Mi inginocchiai e lo presi in bocca…ormai ero preso dalla situazione e non feci resistenza
    Lui comincio’ ad andare avanti e indietro come se mi scopasse la bocca. Inizialmente mi fece un po’ senso e ebbi un conato di vomito ma piu’ mi scopava la bocca piu’ sentivo le farfalle nello stomaco e cercai di imitare le attrici che facevano pompini nei film,
    -Siiii cosi’…sto per godere….siiiiii
    E senza preavviso mi inondo’ la bocca di sperma bollente e dolciastra. Ne ingoiai un poco e il resto colo’ fuori dagli angoli della bocca. Una sensazione che mi infiammo’ la testa.
    Dopo il pompino tornammo in sala e sedemmo vicini. Mi bacio’ in bocca e mi disse che gli piacevo molto e voleva fare altre cose con me.
    -Se vuoi possiamo vederci a casa mia …staremo tranquilli e ti faccio godere come una troia.
    Le sue parole mi smossero qualcosa e accettai di andare da lui. Mi dette il suo indirizzo e con mia grande sorpresa scoprii che abitavamo vicini, proprio nella stessa strada, pochi palazzi uno dall’altro.
    Appuntamento il pomeriggio seguente ….
FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.