Aiuto! Mi sono innamorato di un ragazzo e il mio pene si è rimpicciolito

Aiuto! Mi sono innamorato di un ragazzo e il mio pene si è rimpicciolito

Spread the love

Premetto di aver sempre pensato di essere eterosessuale, essendo sposato da anni con una splendida quarantatreenne, di nome Clara, due anni meno di me, mora, grande seno e sedere fantastico, con cui ho rapporti regolari, almeno quattro volte a settimana, soddisfacenti, senza freni inibitori. Non ho mai guardato un maschio anche se da una decina di anni, in qualche caso sporadico provavo qualcosa di indefinibile rispetto a persone più giovani di me e soprattutto più dotate. Il mio pene misura in erezione 12-13 cm e l’ho trovato sempre un po’ piccolo, anche se mia moglie non me l’ha mai fatto pesare. Per cui quando mi imbattevo in qualche grosso pacco, che lasciava immaginare membri superiori ai 18 centimetri, mi sentivo inferiore e provavo uno strano interesse. Col tempo ho cominciato ad accettare di avere una forma di invidia che si faceva lieve inclinazione omosessuale. Una volta in autobus sono rimasto incollato con gli occhi al gonfiore che traspariva dal jeans di un ragazzo che doveva avere intorno ai 20 anni, era enorme specie se raffrontato all’assenza di protuberanza in corrispondenza del coso sul mio pure attillato pantalone.
Una vera e propria ossessione è scattata quando alcuni mesi fa mia moglie, che fa la casalinga ma ha una laurea in lingue, prese ad aiutare il figlio di una sua amica, un liceale di 19 anni, quindi più volte bocciato, che tra le altre materie era un disastro in inglese.
Ogni martedì e giovedì pomeriggio si incontrava con questo giovane e le prime due volte io non potetti vederlo, essendo occupato col lavoro. Al terzo incontro mi trovai io stesso ad aprire la porta. Dinanzi mi apparve un bel ragazzo, sicuramente palestrato ma senza eccessivi rigonfiamenti muscolari. Aveva la faccia di chi sa il fatto suo e subito mi fece un po’ paura o comunque non mi convinse del tutto. Sembrava uno poco interessato a lavorare per recuperare una conoscenza della lingua e fece scattare in me una certa gelosia. Pensai: “Ma è giusto che lasci da sola mia moglie, ancora piacente, insieme a questo giovane, bello e fisicamente assai gradevole? Non sarà il caso di restare in casa, liberarmi per le prossime lezioni, stare attento?”. Naturalmente mi fidavo ciecamente di mia moglie ma non del tutto del ragazzo che non conoscevo, anche se mia moglie mi aveva detto essere di ottima famiglia.
Restai così nella stanza dove Clara impartiva le sue lezioni al tipo, io ero seduto sul divano e di fronte a me c’erano, quindi, attorno ad un tavolo, mia moglie e il ceffo.
Costui si sedette spaparanzato sulla sedia, con posa piuttosto volgare, esibendo così un pacco pazzesco. Gli si vedeva tutto, perfino il glande!
Non riuscivo a staccargli gli occhi da dosso e arrossii per l’imbarazzo mentre lui evidentemente si accorgeva di tutto ciò e … prendeva ad accarezzarsi l’arnese sorridendomi.
Mi moglie di tutto ciò non si accorgeva, assorta come era nella correzione di alcuni esercizi che gli aveva dato in precedenza.
Quando il giovane lasciò la mia abitazione, mi chiusi in bagno e mi masturbai ferocemente fantasticando ancora su quella favolosa visione: immaginavo di essere preso da dietro dal giovane dopo che costui si era scopato mia moglie.
Ma non è tutto. Nei giorni scorsi mi accorsi di un fenomeno assurdo: il mio già piccolo membro cominicava a rimpicciolirsi, scendendo di almeno 4-5 centimetri. Più pensavo a quel magnifico stallone di 19 anni, più le mie fantasticherie su un uomo di mezza età chiavato con vigore da un giovanissimo superdotato, e più il mio uccello diventava un uccellino.
Dopo alcuni mesi, complice un improvviso arrapamento di mia moglie, in corrispondenza con la primavera, che mi costrinse ad un vero tour de force a letto con lei, cominciai ad avere sempre meno pensieri sul ragazzo che intanto non veniva più a casa perchè aveva deciso di mettersi a lavorare senza diplomarsi. Sulle prime, ebbi seri problemi ad accontentare mia moglie, avendo ormai un cazzo di un 9 centimetri al massimo, poi però tutto tornò come prima e il pisello riprese le misure iniziali (di 13 centimetri).
Chissà cosa mi accadde. Chissà se è mai accaduto a qualcuno di voi…

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.