Marilena e il suo amico bisex

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Marilena e il suo amico bisex

Spread the love

Ho conosciuto Marilena, una ragazza napoletana su una  nota chat italiana. Una nottata di chat ed un feeling crescente che ci porta ad incontrarci il giorno dopo. Parto da Grosseto ed arrivo a Forlì, la città dove Marilena vive e lavora. Pochi secondi dopo che entro in casa e già ci stiamo baciando e quindi finiamo a letto. Amante insaziabile Marilena mi fa venire 2 volte e mi stende.

Iniziamo a frequentarci e vederci di tanto in tanto, fin quando ricevo, la sua proposta “indecente”.   – Sai vivo con un amico bisex, ti ha visto nella foto  della chat e gli piaci, vorrebbe fare una cosa a tre ed a me la cosa non dispiace affatto, ti va?” – Non ci penso neanche.  Rispondo subito anche un po’ stizzito. Lei controbatte argomentando che non avrei mai saputo se mi fosse piaciuto o meno non avendo mai provato.  Io, ancora una volta esprimo il mio dissenso e le ricordo che amo solo farlo con donne.

La notte seguente, faccio un sogno che non avrei mai immaginato:  sogno di essere succhiato da Marilena e da un ragazzo sconosciuto, al mattino al risveglio eccitato dal sogno e mi masturbo fino a sborrare copiosamente.

Chiamo a Marilena e con sincerità le parlo del mio sogno e le chiedo a questo punto di poter vedere delle foto del suo amico. Marilena soddisfatta e sorpresa, mi accontenta mostrandomi le foto  e mi rassicura prontamenti, dicendomi che Valerio è prettamente passivo ma non checcha.

Tutto sommato Valerio non è affatto male come tipo, tonico, moro con gli occhi verdi e con belle labbra carnose. Dico a Marilena che sarei potuto andare da lei il venerdì sera se ad entrambi fosse stato bene.

Siamo al fatidico giorno, arrivo a casa di Marilena e come sempre sono pieno di fervore e di voglia e il mio cazzo è già dritto. Marilena mi accoglie come il suo solito con un appassionato bacio con la lingua.

-Ti presento Valerio.  Mi dice Marilena, poi ci prende per mano entrambi e ci conduce in camera da letto. Le persiane sono chiuse, due luci di sottofondo e alcune candele oltre ad un intenso odore di inceso danno alla camera, una sensazione di relax.

Mi distendo sul letto  e nel mentre Valerio e Marilena iniziano a scambiarsi dei baci. E’ eccitante vederli e mi godo lo spettacolo , fin quando entrambi quasi simultaneamente, mi si avvicinano. Marilena inizia a baciarmi  con grande passione come al solito e Valerio mi togliei i pantaloni, lasciandomi in mutande con il cazzo che mi ci esplode dentro. Marilena, poi mi toglie la maglietta ed inizia a leccarmi il petto ed il collo, mentre a sua volta Valerio fa la stessa cosa sulle mie gambe. I due come se si fossero dati appuntamento, si ritrovano a breve con i  loro visi,sopra le mie mutande ed iniziano a mordicchiare e baciare il mio cazzo, senza però ancora togliermi le stesse mutande.Con la sola bocca, poi Valerio mi toglie le mutande e   inizia lentamente con colpi di lingua a leccarmi la cappella, mentre  Marilena nel contempo  mi  lecca le palle.

Piano piano Valerio accelera sul mio cazzo,fin quando me lo trovo divorato dalla sua  bocca carnosa, lo prende fino in gola, quasi soffocando ma allo stesso tempo gemendo di piacere.

Nel contempo che venivo succhiato, ero dedito a  leccare la la figa pelosa di Marilena che si era messa e pecorina con il suo bel culone proprio davanti al mio viso. Più Valerio mi faceva godere con il suo grande pompino e più leccavo con intensità la bella fregna di Marilena che dai grugniti di piacere sembra proprio apprezzare il mio lavoro.

Valerio iniziò quindi a masturbarsi ed io con grande naturalezza e senza pensarci tanto, presi a toccargli il cazzo ed a segarlo. Non l’avevo mai fatto prima di adesso ma quella sensazione di peccato, di trasgressione, mi rendeva estasiato.Tutto sommato era piacevole dare godimento ad un altro anche se questo era un maschio.

Dopo un po’, Marilena tirò fuori dal suo comodino un vibratore e della crema ed iniziò ad infilarlo con cura nel culo di Valerio, che nel frattempo si mise ad urlare come una cagna in calore. – Vuoi provare ad infilarlo dentro tu adesso. Mi commentò Valerio. Io non ci pensai due volte e lo presi alla pecorina, mentre Marilena a quel punto si mise a gambe larghe a penetrarsi con il vibratore.

-Dai, sfondami, sfondami così. Urlava Valerio. Io senza pietà lo trafissi nel culo colpo dopo colpo. Ad un certo punto dopo qualche minuto abbondante che lo stavo inculando, sento che geme più forte e vedo una sostanza che gli esce fuori dal cazzo. Realizzo che Valerio ha avuto un orgasmo e questo mi eccita ancora di più, continuo ad andare su e giù fin quando non gli sborro nel culo. Di lì a breve anche Marilena geme e raggiunge l’orgasmo.

Un’esperienza pazzesca al quale sono seguiti altri incontri a tre. Da quel momento ho scoperto la mia bisessualità e devo ammettere che pudore a parte, farlo con un uomo ha un sapore senz’altro diverso ma comunque molto eccitante.

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.