tesissimo dopo l’avvenuta maturità 8

tesissimo dopo l’avvenuta maturità 8

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Quando mi svegliai dal sogno ero tutto sudato e mi sentivo pure spossato come se non avessi per nulla dormito, il mio corpo col tempo e senza prendere nessun ormone si era leggermente effeminato, il corpo sembrava quello di una femmina senza seni, androgino e questa cosa piaceva moltissimo ai miei clienti, quel giorno doveva appunto arrivare uno dei miei clienti più affezionati, un certo Ubaldo, questi era un professore universitario dall’aspetto molto serio e compito ma quando era con me diventava un bambino.
“Ciao sono arrivato”
“Ciao Ubaldo come stai?”
“Quando sono quì con te mi rilasso, con te stò benissimo”
“Vuoi bere qualcosa? io avevo aperto una birra ma chiaramente non l’ho bevuta tutta”
“Si dai anche a me”
Feci sedere Ubaldo su un piccolo divano e gli offrii la birra poi mi sedetti vicino a lui e mentre lui beveva gli slacciavo il pantalone e tiravo fuori il suo cazzone
“Hey Ubaldo è già bello dritto hai proprio voglia oggi”
Presi in bocca il cazzo ma subito dopo lo presi nella mia mano destra e cominciai a leccare il prepurzio e la cappella poi scesi a leccare l’asta, salivo e scendevo salivo e scendevo poi presi in bocca i suoi coglioni e li succhiai e leccai, il cazzo nel frattempo era diventato granitico, quando risalii Ubaldo aveva finito la birra, allora mi misi a cavalcioni e mi infilai completamente sul suo cazzo piano piano, lo puntai al mio culo poi scesi lentamente fin quando la cappella mi entrò completamente, rimasi fermo poi un ulteriore colpo e metà cazzo mi entrò dentro, intanto io e Ubaldo avevamo iniziato a baciarci, lui aveva immesso la sua lingua nella mia bocca e le sue mani erano sul mio culo, un’ulteriore colpo e il cazzo mi entrò completamente, stetti fermo per un pò, poi iniziai a cavalcare quel cazzo sempre più forte sempre più forte, i nostri baci diventarono sempre più roventi e il piacere mi stava prendendo completamente
“Ohhhh Ubaldo che bello, che bel cazzo che hai”
“Sei tu a farmi eccitare, tu mi mandi fuori di testa, sei sexy da morire, mi piaci, vorrei averti tutto per me”
“Egoista e gli altri miei clienti si lamenterebbero”
“Trovano qualcun’altro”
“Dai dai Ubaldo daiii che bello siiii siiiiii”
!Tesoro hai un culo favoloso, ti porterei a casa mia anche per una piccola vacanza per iniziare”
“Ubaldo se è per una piccola vacanza si può fare ma non chiedermi di essere tuo per sempre, non posso”
“Ohhh che culo che culo che hai siiii siii sborroo sborroooooooo”
Si Ubaldo mi sborrò nel culo una quantità immane di sperma denso caldo profumato, alla fine rimasi ancora infilato fin quando il suo uccello si ammosciò completamente per cui mi alzai e andai a pulirmi e dare della carta per pulirsi al mio Ubaldo.
Una volta finito ci abbracciamo come due veri amici poi se ne andò dopo l’ennesimo bacio.

Author

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *