Don Paolo

Don Paolo

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

16 anni e uicaton corpo ambiguo, avevo un bel culo invitante gambe senza peli capelli lunghi fin dopo le spalle, si ero un bel bocconcino ma…….
Eravamo in montagna ed io da poco avevo finito di fare la doccia, uscii nudo dalla cabina della doccia convinto di essere solo.
“Don Paolo che fà qui?”
£Ero venuto per chiederti una cosa ma ti ho visto nudo e quindi mi sono dimenticato”
I suoi occhi erano fissi sul mio culo, mi venne vicino e mi abbracciò stretto così sentii che il suo cazzo era eccitato, mentre ero stretto nel suo abbraccio sentii la sua mano sul culo, lo sentii che mi palpava insistentemente poi un dito tentò di deflorarmi
“Che fà Don Paolo”
“Tu stà zitto e ti aiuterò coi voti”
Riprovò con un dito e questa volta entrò bene , mi girò il dito nel culo allargando le mie pareti anali, entrò con un secondo dito poi tre, infine mi fece mettere supino sul letto, lui si tolse la tonaca e qualcos’altro che indossava prese le mie gambe e le mise dietro la sua schiena puntò il suo 22 centimetri e con un leggero sforzo mi penetrò tutto d’un colpo, mi sembrò di essere diviso in due, lui stette fermo per un pò poi cominciò a scoparmi
“Ragazzino ma non ti sei accorto, tu sei un animale da letto, sei fatto per soddisfare le voglie di noi uomini ma io vorrei che tu diventassi il mio animale da letto, il mio amante, sei già bellissimo, provocante, sembri sotto certi aspetti anche una femmina”
Don Paolo cominciò a scoparmi duramente, all’inizio non sentivo nulla ma poi un leggero piacere mi prese e aumentò sempre di più fino a farmi godere
“Ohhhh mmmmm sii siiii”
“Ti piace ragazzino?”
“Siiii dai dai ancora siiiiiiiii”
“Bravo ragazzo godi, sei ancora un fanciullo ma io ti farò diventare un’amante insaziabile, ti farò godere e godere”
“Lo vuoi questo?”
“Se mi fà godere così sicuramente”
“Bravo domani per una scusa vieni in camera mia là non ci darà fastidio nessuno e comincerò l’opera”
“Dai mi scopo mi scopi per favore ahhhhhh siiiiii”
Sborrai prima io poi Don Paolo mi eruttò nel culo una cascata di sperma bollente..

La sera dopo andai dal prete, mi fece spogliare e poi mi diede un perizoma e delle calze autoreggenti
“Indossale comincia ad abituarti a indossarli. Poi lui si sedette su una poltrona estrasse il cazzo e mi fece infilare sul suo cazzo.
“Ecco hai visto? hai già preso benissimo il mio cazzo, tu sei mio vero, tu vuoi diventare il mio amante altrimenti non saresti quì”
“Si don Paolo”
“Bravo vedrai ti aiuterò a diplomarti poi verrai a lavorare da me come mio segretario amante”
“Si grazie”
“Bravo ora assaggerai ancora il mio cazzo, dovrai abituarti dovrai cercarlo”
“Sii siii”
Don Paolo cominciò a scoparmi e questa volta persi la testa ben presto”
“Ohhh siii siiii mi scopi siiiii che bello siiii lei mi scopi ed io diventerò quello che vorrà”
“Bravo, hai capito tutto”
“Siii siiii che cazzo siiii mi piace sentirmelo dentro siiiii”
“Vorresti averlo per un giorno intero?”
“Ohhh si sarebbe bewllo”
“Bravo mi aiuterai nella mia carriera ecclesiastica”
“Siii ma lei mi scopi”
Bravo adesso ti battezzo con il mio sperma, sarai Giorgino.
Don Paolo mi riversò nel culo ancora tanto sperma, mi fece sfilare dal suo cazzo e mi depositò sul suo lettino e mi addormentai frà le sue braccia.

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

One thought on “Don Paolo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.