Desiderio di condivisione 2

Desiderio di condivisione 2

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Desiderio di condivisione 2

Finalmente avevo fatto il primo passo , mentre facevamo l’amore, avevo fatto
capire a mia moglie Antonella che desideravo vederla fare sesso con
altri uomini . La sua reazione era stata enigmatica , non capivo se era
arrabbiata con me anche se aveva ammesso di essersi eccitata fino al
punto di godere come mai gli era capitato in vita sua .I giorni seguenti
notai in lei un certo nervosismo , sguardi sfuggenti come se volesse
dirmi qualcosa ma non trovasse il coraggio di farlo . Come già vi ho
detto, lei non è il tipo che ama prendere iniziative o dichiarare le sue
voglie quindi decido di forzarle la mano per capire finalmente se posso
realizzare il mio , ed a questo punto , forse anche il suo desiderio.
Aspetto il momento opportuno e quando si viene a sedere sul divano dopo
essersi fatta la doccia , mi avvicino a lei ed abbracciandola gli chiedo
” Che succede amore sembra che tu ce l’abbia con me . Se è per quello
che ti ho detto l’altra sera mentre facevamo l’amore , parliamone ho
bisogno di capire cosa provi” Lei mi guarda ma non dice nulla intanto
tormenta con la mano il bordo dell’ accappatoio, abbassa lo sguardo e
arrossendo leggermente sembra sul punto di dirmi qualcosa ma ancora tace
allora le prendo il viso tra le mani e baciandola dolcemente le dico
“Aiutami a capire ti prego” allora lei guardandomi negli occhi mi dice
“Non sono arrabbiata con te , lo sono con me stessa , da quando mi hai
detto che vorresti vedermi prendere in bocca il cazzo di un altro non
faccio che pensarci e mi eccito tantissimo poi però so che non ne avrei il coraggio
e quindi ci sto male
anche se mi piacerebbe tanto farlo.” La guardo quasi incredulo dentro di
me sento una strana sensazione, sono eccitato ma al pensiero che dalle
parole si passi ai fatti mi assale un po’di ansia, ma è questione di un
attimo il desiderio di vederla fare sesso con altri uomini, vince su
tutto il resto. Allora le dico che faremo tutto con calma per capire il
limite fino a dove siamo disposti a spingerci. Lei mi chiede che cosa
intendo fare, io la tranquillizzo ed intanto le apro l’accappatoio e
comincio ad accarezzarle le cosce salendo lentamente fino alla figa il
mio stato di eccitazione è altissimo, quasi doloroso il cazzo sembra
volermi esplodere. Lei solleva le gambe sopra il divano ed allarga le
cosce invitante io mi abbasso ed in ginocchio tra le sue cosce comincio
a leccare il suo sesso aperto, pulsante e bagnato della sua eccitazione,
percorro lentamente con la lingua le labbra della sua figa poi con
leccate sempre più profonde schiudo le piccole labbra quindi mi sposto
sul clitoride ormai eretto , lo Lecco e lo succhio fino a che lei
emettendo un sospiro prolungato ma più simile ad un rantolo viene nella
mia bocca. A questo punto anch’io reclamo la mia parte di godimento , mi
spoglio completamente mi siedo sul divano prendo lei quasi di peso e la
metto a cavalcioni del mio cazzo eretto e con un unico movimento la
penetrò profondamente. Immediatamente lei comincia a scoparmi con
movimenti sempre più frenetici poi afferra una mia mano e comincia a
leccarmi le dita una ad una quindi prende il pollice, se lo infila in
bocca e comincia a leccarlo e succhiarlo alternandolo fuori e dentro la
bocca facendolo scorrere tra le sue splendide labbra inghiottendolo fino
in gola. Con la mano libera Sfioro con movimenti circolari il buco del
suo culo e mentre lei aumenta il ritmo della scopata e del pompino che
sta facendo al mio dito proprio come fosse un cazzo vero, sento che sto
per esplodere dentro la sua figa. Allora tra una leccata e l’altra sento
che mi sussurra prima piano poi sempre più forte ” Dimmi cosa vuoi che
faccia per te, dimmelo, dimmelo, voglio fare tutto quello che sogni
,Voglio…… A questo punto non resisto più e vengo con una intensità
tale che mi sembra di essere attraversato da una scossa elettrica, nello
stesso momento lei lasciata la mia mano inarca la schiena , mi pianta le
unghie nelle cosce e la sento assalita da un orgasmo talmente violento
che le squassa il corpo in maniera irrefrenabile e sembra non debba
finire più. La sua bocca adesso riesce ad articolare solo frasi spezzate
ed apparentemente senza senso inframmezzate da rantoli di piacere. Dopo
un tempo che sembra infinito ci abbandoniamo l’una nelle braccia
dell’altro. Più tardi abbiamo parlato della maniera per riuscire a
soddisfare quelli che ormai sono i nostri sogni erotici, ma questo ve lo
racconto la prossima volta .

CONTINUA

Author

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *