In autobus con una sconosciuta

In autobus con una sconosciuta

Spread the love

Mi è sempre piaciuta l’idea di fare sesso in pubblico, il brivido dell’essere scoperto è per me la componente maggiore di quando devo godere, quando avevo sedici anni mi facevo le seghe in classe, stavo all’ultimo banco, mi coprivo con lo zaino e me lo menavo un po’.

La parte più eccitante è che a volte qualche mia compagna se ne accorgeva, qualcuna si voltava disgustava, qualcun’altra osservava interessata, con una di loro l’ho fatto nel bagno della palestra dell’istituto mentre un’altra classe stava facendo educazione fisica.

Col passare del tempo mi sono masturbato in altri posti, nel parco, in treno, in macchina durante un viaggio con amici e anche al ristorante, tutte situazioni in cui la possibilità di essere visto era altissima.

Ho fatto questa premessa perché voglio raccontare la mia esperienza abbastanza recente di una scopata fatta con una troietta conosciuta sull’autobus.

Mi stavo recando fuori città per andare a trovare degli amici, mi ero seduto nei posti dietro dove solitamente non si siede nessuno, due fermate dopo entra un po’ di gente, l’unica che viene nella mia direzione è una ragazza sulla ventina d’anni molto carina, si guarda intorno, poi si siede proprio vicino a me, nonostante i posti fossero tutti liberi.

Per me quello era un chiaro segnale di interesse, così ho iniziato a parlarle, le ho chiesto dove andasse e cosa facesse nella vita, insomma, cercavo di intrattenere una conversazione, intanto, coperto dal mio cappotto poggiato sulle gambe, mi stavo menando il cazzo.

Un movimento troppo veloce le ha fatto notare che mi stavo toccando, lei prima si è guardata intorno, poi mi ha sorriso maliziosamente, ha scostato il cappotto e ha visto il mio cazzo in bella vista.

Lo ha preso in bocca senza che le dicessi niente, lo ha succhiato e leccato divinamente, una bravissima pompinara, ad un certo punto lo ha preso talmente tanto dentro che con le labbra è riuscita a sfiorarmi le palle.

La mia eccitazione era a mille, inoltre, da lontano vedevo il controllore che stava verificando il biglietto alle prime file, così le dissi di fare in fretta, aumentò il ritmo del pompino, io eccitato perché il pericolo di essere scoperto era altissimo, sono esploso nella sua bocca, uno schizzo abbondante di sperma le ha riempito la gola, le ha buttato tutto giù e si è subito sistemata, pochi secondi dopo il controllore ci ha chiesto il biglietto…Che figata! Adesso lei è diventata la mia ragazza e lo facciamo ovunque.

 

One thought on “In autobus con una sconosciuta

  1. Alex

    L’ultima frase è la più bella del racconto. Ti auguro che duriate per sempre. Io e la mia stiamo insieme da una vita e fondamentalmente è iniziata in modo molto, molto simile!

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.