La volontaria

La volontaria

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Io e la mia ragazza facevamo i volontari per una associazione fiorentina da un paio d’anni..tre volte a settimana portavamo i pasti agli anziani che avevano difficoltà economiche o di movimento..alcuni abitavano in zone impervie ed isolate della provincia e noi portavamo i pasti la spesa e facevamo quattro chiacchere con i vecchietti,che immancabilmente offrivano un caffè o un bicchiere di vino.
Sara era una bella ragazzona mora..un po’ “curvy”..con due grandi seni altri e sodi e un bel culone..quel filo di pancetta che a me eccitava tanto ed una figa rasata e profumata..aveva delle belle labbra carnose e due occhioni scuri che quando ti guardava mentre ti spompinava ti facevano venire..aveva la bellezza anni 70 delle attrici dei bmovie con la Fennech e Lino Banfi.
Tanti anziani non risparmiavano battute anche forti e volgari..ma a noi la cosa divertiva parecchio..e in intimità le avevo confessato che farlo a tre mi sarebbe piaciuto..specie vederla farsi sbattere da un altro maschio in calore..lei anche se divertita era titubante..diceva che ok un altro uomo..ma non uno dei vecchi a cui portavamo i pasti!!e ridevamo di gusto immaginando questi anziani alle prese con gli ultimi momenti di eccitazione sessuale..
L’idea di vederla abusata da un vecchio però mi eccitava non poco..
Uno in particolare che viveva da soloed aveva un debole per lei..l avevamo soprannominato Pacciani perché gli assomigliava molti,nel fisico e nei modi grezzi..era un signore solitario che viveva in un posto molto isolato e non aveva più la patente..quindi giocoforza si faceva aiutare da parenti e dalle associazioni..
Avevamo visto che in casa aveva una ricca collezione di film e riviste porno..alcune molto spinte..per questo l’avevamo soprannominato Pacciani e lui ci chiamava scherzosamente amici di merende..quasi sempre ci offriva un bicchiere di vino o un caffè e si perdeva a fissare le tette di Sara.
Era un agosto caldissimo e afoso.. Sara aveva indossato pantaloncini corti ed una vecchia maglietta stretta che segnava le sue forme generose..la sera prima si era fermata da me,mi stava facendo un pompino sul divano e io ero copiosamente venuto sulla maglietta nuova che avrebbe voluto usare la mattina seguente..quindi dovette ripiegare su un ricambio d’emergenza..per punizione non me l’aveva data quella sera..anche se avevo provato in tutti i modi..anzi..la stronza si era messa a farsi un ditalino mentre eravamo a letto e io non sono potuto andare oltre che una sega..le avevo comunque giurato vendetta prima o poi!!le avevo detto che il giorno seguente l’avrei lasciata tra le grinfie del Pacciani..intervenendo in seguito per avere soddisfazione insieme e lui…
Ma dai che al Pacciani non tira più
Eh te lo dici..magari è pure bravo
Cazzo potrebbe essere il mi nonno
Eh ma non lo è..e ti tromberebbe volentieri!!
Taci va..che secondo me quando portiamo i pasti mi guarda e poi quando andiamo via si fa le seghe
Si ecco..siamo in due adesso..dissi un po’ stizzito
Il mattino seguente ci prepariamo per il giro..Sara con quella maglietta di una taglia più piccola sembra arrivata direttamente dalla tangenziale..fa un sesso dell’anima con quel filo di pancetta che esce e le tette che esplodono..eleganza zero ma ti viene duro solo a guardarla..
Quando Pacciani ti vede vestita così ti salta addosso
Si ma tu difendimi!!
Difenderti??dopo ieri sera mi godo la scena..ti tengo ferma e quando ha finito subentro io
Ma sei scemo!!!???disse divertita..notai negli occhi quello sguardo da porca che aveva quando le proponevo di sperimentare qualcosa…
Scherzi a parte comportiamoci bene..manca solo che Pacciani faccia un infarto mentre..beh sì insomma..sai che scene???
Hahaha
Arriviamo dal Pacciani in tarda mattinata..lui e fuori casa con la solita sigaretta in bocca..ci guarda e quando ci riconosce ci viene incontro salutandoci e notando subito le forme ben in vista di Sara
Ma quanto sei bella oggi!!dai che vi faccio il caffè!!
Entriamo in quella casa piccola e spoglia..semplice ma molto dignitosa..ci accomodiamo al tavolo da pranzo e Sara ha già gli occhi puntati addosso in modo famelico
Ma quanto sei fortunato ad avere un così bel pezzo di figliola tutta per te..beato te
Eh insomma incalzo io divertito
Ieri sera non me l’ha neanche data..un pompino e via..ho dovuto farmi una sega mentre lei si toccava..maremma bona!!
Sara è viola dalla vergogna
Hai capito Sarà..che birichina che è
Dice Pacciani ridendo e continuando a fissare quelle due grosse tette
Io mi sarei accontentato pure di quello!!
Disse versando il caffè..
Sara aggiunse
Vorrei un po’ di latte..
Io risi di gusto cogliendo un doppio senso che colse anche Pacciani
Eh il latte mio te lo do volentieri Saretta bella..ma ci devi avere un po’ di pazienza..ho una certa età
Disse ridendo..rosso in volto e con un notevole rigonfiamento del pacco
Dai dai che siamo in due di latte ne abbiamo abbastanza!!!dissi io ridendo seguito dal Pacciani.
Sara versa il latte e mi guarda altra lo sconvolto e l’incredulo..io sono seduto al suo fianco..Pacciani all’altro lato del tavolo
Eh avessi vent’anni di meno..disse accarezzando con l indice la guancia di Sara
Che faresti che faresti?chiesi incuriosito e provocatorio
Dai siamo tra amici..non ci scandalizziamo!!
Sara mi dà una gomitata..ha la faccia seria e con gli occhi indica sotto al tavolo..dove noto il piede del padrone di casa che si struscia sulla sua gamba..salendo fin quasi al ginocchio..
Lei vorrebbe alzarsi ma io la trattengo..
Guarda io le farei questo
Ed inizio a passarle la punta della lingua sull orecchio e giù sul collo..
Sara che adora questa cosa chiude gli occhi e mi sussurra
Dai che cazzo fai..ma stai scherzando o cosa?
Eh no..ti avevo avvisata
Pacciani nel frattempo si è slacciato i pantaloni..si sta toccando e nel frattempo continua ad accarezzare la pelle morbida e fresca delle gambe di Sara..
Io scendo con la mano dalla pancia scoperta fino al seno..alzando la maglietta e scoprendo un reggiseno nero che strizza quelle due enormi tette..
Hai visto che roba..mi aiuti a darle una bella punizione per non essersi comportata bene ieri sera?
Eh sì..va sistemata a dovere questa piccola troia
Sara trasalisce..mi guarda..guarda Pacciani e dice
Oh no no..che cazzo volete fare??
Io ho già il cazzo in mano..e Pacciani pure..un bel randello che adesso spunta dai pantaloni abbassati..se lo mena lentamente..guardando Sara con uno sguardo pieno di desiderio..si alza lasciando cadere mutande e pantaloni e ci alziamo anche noi..prendo Sara per un braccio e la faccio sedere sul tavolo..togliendole la maglietta e il reggiseno..
Lei mi guarda supplicante..mentre Pacciani è già su di lei..tocca avidamente quel senso tanto desiderato masturbandosi..poi si avvicina alla bocca di Sara e la bacia..affondando la lingua nella sua bocca e leccandole avidamente le labbra..poi passa a succhiare un seno..mordendola e facendola gemere..
Stendila sul tavolo che la spogliamo..non vuoi leccare la figa?
Dico con tono perentorio..Sara adesso singhiozza..ma la cosa ci eccita entrambe..io la tengo per le braccia mentre lui sfila avidamente pantaloncini e slip..
Che pezzo di fica che sei sussurra con le bave alla bocca mentre allargandole di forza le cosce si accinge a leccare tutto quel ben di dio che da anni non vedeva..
Io con il cazzo durissimo la baciò in bocca e la lecco in faccia..sul collo e sulle tette..lei mi respinge e cerca di lottare..ma noto che ha la fica bagnata dai succhi presenti sulla faccia di Pacciani
L’è bagnata sta puttana.. l’è bagnata che l’è pronta da scopare!!
E un pompino non te lo fai fare prima?
Così la prendiamo la la trasciniamo sul tappeto del salotto..dove inginocchiata può spompinare entrambe…Pacciani ha un cazzo davvero grosso..una cappella rossa pulsante e due coglioni pendenti tipici di un vecchio della sua età..le infila l’uccello in bocca tenendola per la testa e muovendo il bacino..facendola gorgogliare come se soffocasse ad ogni colpo..quando e il mio turno la schiaffeggio con il mio cazzo dopo averlo tolto dalla sua bocca piena di saliva..tra lacrime e umori vari ha il volto completamente bagnato..come la fica che ha gocciolato sul tappeto..la stiamo violentando ma lei gode..anche se fa resistenza il piacere si sta facendo largo in lei..
Leccami i coglioni chiede Pacciani..mettendole in bocca i gioielli di famiglia penzolanti..lei si ritrae schifata ma non può resistere..nel frattempo io l’ho stesa a terra su un fianco e le ho alzato una gamba..mettendo in mostra culo e fica..
Dai che la sfondiamo in due..io dietro e tu davanti!!
Si che sta troia non aspetta altro!!
Lei piange..geme e si dimena..pronuncia qualche no che ci eccita ancora di più..
Pacciani malgrado l’età è ancora molto atletico..si posiziona davanti ed aiutato dalla lunghezza del suo pene raggiunge con facilità la vagina di Sara..io ho già la cappella che preme sul suo buchetto..sento l’uccello del vecchio sbattere contro il mio cercando di aprire le labbra della vagina.. Sara adesso grida..ma nessuno oltre a noi due provetti stupratori può sentirla..Pacciani entra ed inizia a stantuffarla con forza..io spingo e malgrado la resistenza dei muscoli anali riesco a sfondare ed entrare nello strettissimo buco..
Sara grida ancora più forte..di dolore e di godimento..io entro e sento dalla parete vaginale il cazzone di Pacciani premere e spingere dalla parte opposta..la stiamo sfondando..e nel frattempo Pacciani sta lasciando un bel succhiotto sul seno destro di Sara..io la sto inculando violentemente..lo metto dentro fino ai coglioni stingendo più forte che posso e mi godo la scena di lei che viene mette il vecchio la stupra..poco dopo lui inonda la vagina di Sara con un copioso getto di sperma…io le vengo nel culo mentre mi supplica di venire fuori..
Contenti e svuotati ci guardiamo sara completamente sfondata ed aperta..grondante di sborra da ogni buco..

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.