Scopata per caso con la coppia scambista all’ippodromo d’Agnano Napoli

Scopata per caso con la coppia scambista all’ippodromo d’Agnano Napoli

Spread the love

Sono  passati quasi 10 anni, da quell’episodio tra i più fortunati della mia intera vita(almeno sessualmente parlando).

All’epoca avevo appena ventun’anni e stavo attraversando un periodo di depressione. Mi ero diplomato da 2 anni, ma mi trovavo senza lavoro, con pochi amici ed avevo rotto con la mia fidanzata dopo una storia durata 4 anni. Confuso e infelice quello che più mi piaceva fare, per trascorrere il tempo, era girare in motorino un po’ fuori città . Giravo senza meta e sembravo appagarmi semplicemente contemplando la vita che mi scorreva attorno. I luoghi e  le persone che mi attraversavano di fianco, mentre io conducevo il motorino, mi facevano sentire vivo.Non so se questo atteggiamento possa definirsi o meno sano,  ho sentito che molte persone si rilassano guidando in macchina o viaggiando in treno.

Tornando al racconto, era una sera tardi di un pomeriggio di fine Aprile. Nel  primo pomeriggio c’erà stata una splendida giornata di sole. Stavo girando nei pressi dell’ippodromo D’Agnano; luogo che ho poi scoperto essere frequentatissimo in alcuni orari da coppie scambiste, gay e voyeur, ma che fino a quel momento era conosciuto da me solo per essere il luogo appunto dove era sito l’ippodromo delle corse dei cavalli.

Mentre giravo in motorino e come al solito vagavo nei miei pensieri, vedo in un angolo appartata una macchina e da questa una tizia con un bel culo formoso in perizoma. Erano quasi le 18 30 ma tutto sommato la donna era ben visibile. Incuriosito spengo il motorino lo parcheggio non lontano dall’auto e mi metto dietro ad un cespuglio ad osservare la situazione. Con mia grande sorpresa mi accorgo che la coppia mi vede e  improvvisamente la  loro automobile fa marcia indietro e si dirige verso di me.  Salto fuori dal cespuglio e fingo indifferenza e mi dirigo come se nulla fosse verso il motorino, ma la coppia mi raggiunge  e mi saluta con un semplice: “Ciao!” “Ciao”, rispondo io intimidito ed impacciato.  “Ti piacerebbe venire con me e mia moglie in auto?” mi domanda il marito o presunto tale, della tipa.

Lui è un uomo sui 35 anni brizzolato, mentre lei è una donna formosa ma non grassa direi più o meno della stessa età ,con capelli mori e  taglio alla Raffaella Carrà.  Alla loro domanda, resto un po’ attonito e stravolto e rimango per qualche attimo in silenzio. Dentro di me sento salire il piacere del proibito e dell’indefinito e con una faccia un po’ inebetita rispondo con voce sibillina “Sì, grazie!

Salgo in auto ed i due si appratono in un luogo piuttosto tranquillo nei pressi dell’Ippodromo.  “E’ la tua prima volta ?”, mi dice lui con fare gentile. Ed io sempre timidamente rispondo “Beh sì.” . “Io sono Mario e lei è Tonia, non preoccuparti Tonia prenderà l’iniziativa e ti mettere a tuo agio”.

Un attimo di silenzio e poi risposi nuovamente con un semplice “ok,grazie, io sono Luca”.

Tonia che era già mezzo spogliata, mi sale sopra ed abbassa il seggiolino della macchina, mentre Mario si mette dietro. Vedo subito che Mario si spoglia a sua volta e si tira fuori il cazzo, iniziando a menarselo.  Tonia ha un bel culone e soprattutto sembra saper come far godere un uomo. Sento la sua figa già bagnata mentre me la struscia sui miei jeans .quindi la sento commentare in napoletano con il marito. “Siamo stati fortunati Mario, il ragazzo ha proprio un bell’arnese, come piace a te”. In effetti sapevo di essere ben dotato ed accettai di buon grado il complimento.

Dopo pochi minuti di strusciamenti i miei jeans erano bagnati fracidi degli umori di Tonia, che mentre si strusciava sui miei jeans mi mise anche la sua grande tettona in bocca, che  succhiai con grande gusto.

Ad un certo punto Tonia tira fuori un preservativo mi sfila i pantaloni ed inizia a cavalcarmi  urlando nel contempo di piacere. Fino a quel momento, avevo avuto poche esperienze con  donne e non ero mai stato con una tanto più grande di me. Mi resi conto che probabilmente anche nel sesso l’esperienza voleva dire tanto. Tonia mi fece letteralmente impazzire. Mentre mi stava cavalcando con vigore saltando sopra il mio cazzo velocemente mi fece succhiare le sue tette ed io su suggerimento di Mario, fu invitato a toccargli il suo bel culone ed a sculacciarla.

Dopo non molto ero già sul punto di esplodere, ma Mario che vide che ero li per lì per sborrare, fermò  entrambi e disse: “Luca ascolta me, voglio che sborriamo in faccia a mia moglie, quando stai per venire alzati e le sborriamo in faccia, ok?“. Io annui semplicemente con la testa,  e ad a breve mi alzai dal sedile ed a cazzo dritto mi appoggiai sull’auto.

Tonia si mise a terra ed inizio a toccarsi la figa, mi sfilò il preservativo ed inizio a sbocchinare sia me che il marito gemendo ed urlando nel frattempo.

Sto venendo!” Esclamai io e così sborrai sulla faccia di Tonia. A seguire e gemendo anche Mario venne sul viso della compagna che a sua volta, raggiunse l’orgasmo masturbandosi.  Appena venuti Mario e Tonia si baciarono e si scambiarono la sborra calda labbra per labbra. Io mi rivestii e silenziosamente mi allontanai.

Nonostante fosse stata una delle esperienze sessuali più elettrizzanti della mia vita, non cercai mai nuove avventure all’ippodromo.

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.