L’EX

L’EX

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Una sera come tante Sonia guardava Facebook quando una sua amica la informava che stavano per organizzare una rimpatriata di vecchi amici. Lei diede la sua disponibilità però, per impegni un po’ di uno un po’ di un altro, l’incontro saltò. Dopo qualche mese ci riprovarono e questa volta presero appuntamento dopo qualche settimana. Decisero un sabato scelto a caso e tutti aderirono ed inoltre crearono pure un gruppo WhatsApp, dove cominciarono i primi commenti ai vecchi ricordi. I giorni trascorsero e giunse il tanto atteso sabato. Sonia era sposata ed era una donna che lavorava ed era mamma di un bimbo di 10 anni con la passione del gioco del calcio, come il padre. Quel sabato, la casualità volle che giocava proprio la loro squadra, quindi, come voleva la tradizione, padre e figlio si piazzarono davanti alla TV mangiando una pizza. Sonia si preparò, e, dopo aver salutato figlio e marito, si ritrovò nel posto dell’appuntamento. Giunta lì, trovò amici che ancora oggi vedeva in giro, ma cominciarono ad arrivare amici che non vedeva da anni. Rimase colpita quando vide arrivare Filippo, il suo Ex. Non lo vedeva da moltissimi anni ed era cambiato totalmente. Era un uomo di bella presenza alto e prestante. Quando si videro, si abbracciarono come nulla fosse perché, anche se era il suo ex, si erano lasciati in maniera civile. Arrivati tutti si recarono in un locale dove cenarono. Terminata la cena decisero di fare due salti come i vecchi tempi e poi andare a fare colazione con cornetti e caffè. Molti, per impegni con le rispettive famiglie, non si unirono alla comitiva ma, sia Sonia che Filippo sì. Lei aveva detto a suo marito che avrebbe fatto tardi perché, come facevano ai vecchi tempi, si sarebbero dilungati fino all’alba. Fatti due salti e bevuto un paio di bicchieri, la comitiva era stanca e non tutti vollero proseguire la nottata. Sonia aveva lasciato l’auto nel luogo dell’appuntamento e Filippo si offrì di darle un passaggio. Saliti in auto lei disse che era dispiaciuta che non avevano fatto l’alba come i vecchi tempi. Lui disse che se avesse voluto, avrebbero potuto vederla dal bed and breakfast che aveva preso per l’occasione, perché lui lavorava fuori. Lei annuì e accettò. Giunti da lui, Sonia si tolse le scarpe che le facevano male e si sedettero sul letto e cominciarono a parlare di loro, di quando stavano assieme e della loro prima volta. Lui sorridendo disse: “un’esperienza per niente piacevole!” Lei disse: “perché dici questo!” Lui riprese: “perché non avevamo esperienza, adesso sarebbe diverso”. Lui le si avvicinò e disse: “che ne dici?” Lei disse: “sono sposata!” Lui la fermo e disse: “non lo stai tradendo, mi stai solo rifacendo toccare il tuo corpo e L’Ex non può essere considerato un tradimento”. Appena finì di parlare, le sue mani erano sulle sue guance e un bacio aprì le danze. Senza rendersene conto si trovarono nudi dentro il suo letto, lui la baciava sul collo e contemporaneamente la penetrava, lei lo stringeva dalle spalle mentre il suo seno era contro il suo petto. Lei spostò le sue mani sul suo sedere che andava avanti e indietro mentre il suo pene era accolto dalla sua figa vogliosa. Poco dopo erano messi di fianco e lui continuava a penetrarla mentre la mano di lei giocava con il suo clitoride. Lei era entusiasta e facendolo distendere cominciò a cavalcarlo. Lui baciava e giocava con il suo seno mentre lei si godeva quel cazzo. Dopo poco, l’orgasmo arrivò ma lei continuò fino ad arrivare dopo pochi minuti ad averne un altro. Uscì per metterlo in bocca e lui con la sua figa bagnata di fianco cominciò a giocare con le dita, lei gradiva e mentre si godeva quel cazzo in bocca godeva di piacere con le sue dita. Lui la distese sul letto con il seno sul materasso, la prese in figa da dietro e cominciò a martellarla e lei era in estasi è le diceva di non fermarsi di continuare. Dopo pochi colpi, lei dovette mordere le lenzuola per non farsi sentire fuori, mentre lui le venne sulla schiena. I due si rivestirono e lui la riaccompagnò in auto. Si era fatta già l’alba e, prima di salutarsi, entrambi erano felici che lo avevano fatto e che se un futuro si fossero rivisti, avrebbero potuto rifarlo perché la teoria dell’Ex reggeva. Mi farebbe piacere sapere il tuo parere sulla mia storia.

Author

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *