Doppietta in area di parcheggio

Doppietta in area di parcheggio

Spread the love

Doppietta in area di parcheggio
È tarda mattinata, sto guidando fra Milano e Bologna, appena prima di modena c’è un’area di parcheggio con un po’ di movimento. Entro ed inizio a girare con la macchina, dopo qualche giro decido di parcheggiare e gironzolo un po’ a piedi. Vedo un tipo posteggiato in una BMW coupe che mi sembra stia armeggiando con le sue parti basse. Mi avvicino e vedo che sta palpeggiando il suo cazzo di notevoli dimensioni. Passo davanti alla sua portiera e mi tocco anch’io per fargli capire che approvo. Lui muove con la mano il cazzo per farmi capire che è disponibile. Accosto la mano e lo tocco, non è ancora bello tosto ma è un cazzo interessante. Lo smanetto un po’ e lui toglie le mani per farmi posto. Io da fuori infilo il busto nel vano del finestrino aperto della portiera e lo prendo in bocca. Faccio fatica a prenderlo tutto. Mi limito a pomparlo fino a circa meta della sua lunghezza, in bocca tutto non ci sta proprio. Mi impegno e prendo un bel ritmo, ho proprio voglia di svuotargli le palle. Lui si irrigidisce ed il cazzo diventa piu duro, sembra esplodermi in bocca, adesso è anche piu largo. Continuo la mia pompa e lui mugola, la cappella si ingrossa ed intuisco che è prossimo all’orgasmo. Ancora due colpi profondi e lui viene con un fiotto di sperma lungo e intenso, riesco a tenerlo a stento in bocca e devo staccarmi per riuscire a deglutire. Poi lo riprendo in bocca per finire di pulirgli le ultime gocce. Lui mi ringrazia con un cenno e si riveste. Faccio appena in tempo a girarmi che vedo con la cosa dell’occhio una volante della polizia che gira per il suo usuale controllo. Passeggio un po’ finche non finiscono il loro giro e se ne vanno. Io non sono ancora sazio e mi guardo in giro per trovare qualcun altro. Vedo un furgoncino accostato e l’autista che scende per sistemare il carico. Gli passo accanto e guardo dentro, lui ride e mi fa vedere il cazzo che ha tirato fuori dai pantaloni, al contempo mi fa cenno di salire. Mi aveva visto fare la pompa al tipo della BMW ed aspettava di poter provare anche lui le delizie della mia bocca. È un tipo pratico e mi fa subito inginocchiare, mi prende la testa per indirizzarla al suo cazzo e mi ordina di fargli un pompino coi fiocchi. Io lo prendo in bocca e sento il suo odore un po’ aspro, il cazzo è nodoso e non completamente dritto. È gia bello duro e mi eccito ad averlo in bocca. Dopo due pompate lui apprezza, “Sei una gran pompinara” , “Dai succhiamelo bene che poi te la faccio bere tutta”. Mentre me lo dice mi tiene la testa e mi fotte in bocca spingendomelo fino in gola. Mi sento soffocare e lui allenta la presa, cerco di accelerare il ritmo per farlo godere in fretta, ma lui resiste e spinge per riempirmi la bocca. Lo pompo piu veloce e stringendolo di piu con la bocca e lui inizia ad ingrossarsi, capisco che ci siamo quasi e non perdo il ritmo, quando inizia ad arrivare l’orgasmo lui mi lascia la testa ed io posso terminare la pompa a modo mio. Lo affondo fino in gola e poi gli do dei piccoli colpetti in cima e lui sborra con diversi fiotti di liquido caldo, riesco a mandare giù i primi due ma poi mi stacco e lui mi spruzza dentro la bocca aperta dall’esterno. La lascio sulla lingua per prendere fiato e poi la mando giù. Lo riprendo in bocca per pulirlo dalle ultime gocce. Lui è scosso da brividi. Sorride e mi dice “Sei un gran Troia, fatti trovare ancora che la prossima volta ti inculo per bene”. Gli rispondo che ci conto e lo saluto. Scendo dal furgone sazio e soddisfatto. Risalgo in macchina e riparto per Bologna.