Amiche in sauna

Amiche in sauna

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Elena e Sofia erano amiche da parecchio, uscivano assieme in molte occasioni, a fare shopping, in coppia con qualche amichetto di turno, sempre assieme.
Elena è una ragazza di 22 anni bionda di media altezza, occhi castani, un visetto carino, una seconda di seno, longilinea, belle gambe ed un bel culetto.
Sofia ha 22 anni anche lei, è un po’ più alta di Elena, è mora con gli occhi scuri, capelli a caschetto, ha una terza di seno, è leggermente più in carne ma assolutamente non grassa ed ha il culetto un po’ più grosso di Elena ma comunque un bel culetto.
Elena invita Sofia ad andare a farsi una sauna. Sofia inizialmente è titubante perché non l’ha mai fatta e perché sa che in sauna si resta nudi, anche se sono solo donne, non crede di sentirsi a suo agio. Elena insiste dicendole che è stata parecchie volte, c’è pochissima gente e si sta bene, fin che riesce a convincere Sofia e si danno appuntamento per il pomeriggio del sabato.
Arrivate alla sauna vanno a cambiarsi in camerino, praticamente si denudano e rimangono con un asciugamano che le avvolge. Entrano nella sauna e con loro sorpresa scoprono che non c’è nessuno.
Elena è la prima a levarsi l’asciugamano e Sofia nota subito che l’amica è completamente depilata e fa un sospiro di sollievo. Si toglie l’asciugamano e spiega ad Elena che anche lei è completamente depilata e si vergognava a farsi vedere così. Si siedono vicine e si rilassano nei vapori della sauna parlando di vari argomenti.
Elena è un tipo che gesticola molto quando parla e parlando è successo che con la mano ha urgato in malo modo un capezzolo di Sonia. Sonia al tocco ha sentito una scossa sulla schiena ma allo stesso tempo ha sentito un po’ di male ed ha emesso un flebile “ahia”.
Elena era molto dispiaciuta e le è venuto istintivo mettere la mano dove aveva fatto male all’amica facendole una carezza. Questo provoca a Sonia un sussulto che non passa inosservato a Elena che, intrigata dalla cosa, continua ad accarezzare il capezzolo dell’amica. Ormai il capezzolo di Sonia è bello turgido e lei fa dei flebili versi con la bocca che fanno capire che le piace.
Elena ha sempre avuto un debole per l’amica Sonia ma non ha mai avuto il coraggio di confidarglielo perciò ritiene che quella sia l’occasione che attendeva da tempo. Così porta anche l’altra mano al seno di Sofia ed inizia a palparle per bene le tette ed a strizzarle i capezzoli.
Sofia: “mmm… cosa mi stai facendo?”
Elena: “dici che dovrei smettere?” ed intanto continua a palpare le tette dell’amica
Sofia: “no, ti prego non ti fermare, mi piace!”
Dopo questa risposta per Elena è caduta qualsiasi barriera, perciò si fa coraggio e fin che tocca le tette di Sofia si sporge ed inizia a baciarla. Bacio contraccambiato da Sofia che ormai è abbastanza eccitata.
Elena stacca una mano dalle tette di Sofia, la fa scorrere piano verso il basso fino a trovare la fighetta che era completamente bagnata. Prima la palpa a piena mano e poi le inserisce un dito creando a Sofia un ulteriore sussulto.
Sofia inizia a toccare le tette dell’amica ma poi le dice: “e se entra qualcuno? Oggi ho la casa libera, i miei sono via per il week end, che ne dici di andarci, staremo più comode!”
Elena ha accettato e sono subito uscite dalla sauna. Mezz’ora dopo erano a casa di Sofia. Sono andate subito nella stanza di sofia e l’una ha iniziato a spogliare l’altra fin che si sono trovate di nuovo completamente nude una di fronte all’altra, però adesso nessuno le avrebbe potute disturbare ed erano più tranquille.
Elena ha fatto sdraiare Sonia, le è salita sopra, prima l’ha baciata, poi è scesa a baciarle e succhiarle i seni e poi è scesa accarezzando dolcemente la pancia di Sofia con le labbra fino ad arrivare alla fighetta di Sofia. Il profumo la inebriava, ha iniziato subito a leccare le grandi labbra di Sofia che iniziava ad ansimare. Poi ha iniziato a leccare e succhiare il clitoride di Sofia che era bello gonfio.
Sofia: “Si! Mi piace! Continua! Ahhh Siii!!!”
Elena dopo un po’ inizio ad infilare la lingua dentro la fighetta di Sofia che ansimava sempre più. Poi è ripassata al clitoride e penetrava l’amica con 2 dita. Fin che l’ha sentita contrarsi ed è esplosa in un orgasmo fortissimo.
Ora era il turno di Sofia che ha fatto stendere l’amica però a pancia sotto. Le è salita sopra ed ha iniziato a baciarle e mordicciarle il lobo delle orecchie per poi passare al collo. Poi ha iniziato a baciarle dolcemente tutta la schiena. Elena gradiva molto questo trattamento. Sofia scendendo sempre di più è arrivata alla fine della schiena, dove inizia il culetto. Sempre baciandole la schiena ha iniziato a palparle le chiappe belle sode, poi allargandole con le mani ha iniziato a passare lentamente la lingua sul solco fino ad arrivare al buchetto del culo. Si è soffermata a leccarlo per un po’ facendo ogni tanto delle leggere pressioni con la lingua che mandavano via di testa Elena.
Dopo un po’ ha fatto girare l’amica ed ha iniziato a leccarle la fighetta e fin che lo faceva le palpava i seni con le mani. Le leccava il clitoride, glielo succhiava, la penetrava con la lingua e fin che faceva tutto questo le strizzava i capezzoli. Elena stava letteralmente impazzendo dal godimento fin che anche per lei è arrivato l’orgasmo.
Avevano goduto entrambe però continuavano a baciarsi, non erano ancora sazie.
Sofia: “se ti faccio vedere una cosa mi prometti che non la racconti a nessuno e non ti metti a ridere?”
Elena: “prometto! Non ti preoccupare!”
Sofia scende dal letto, apre l’armadio e prende una scatola che teneva nascosta dietro le coperte. La porta sul letto, la apre e lascia a bocca aperta Elena: c’era un bel vibratore di media grandezza.
Dopo un po’ di stupore Elena guarda Sofia maliziosamente e le dice: “adesso te lo infilo in ogni buco!”
Ha fatto distendere Sofia e le ha detto di aprire bene le gambe. Ha iniziato ad inserirglielo dentro senza alcuna fatica visto quanto era lubrificata. Quando era tutto dentro l’ha azionato. L’amica ha iniziato ad ansimare molto forte. Elena si è abbassata e fin che faceva entrare ed uscire il vibratore dalla fighetta di Sofia, ha iniziato a leccarle il clitoride. Sofia stava letteralmente impazzendo!
Dopo un po’ elena ha fatto girare l’amica e l’ha fatta mettere a pecorina. Il vibratore era molto ben lubrificato, lei le ha dato una leccatina al buchetto del culo e poi le ha infilato il vibratore.
Elena: “brutta maialina! Guarda con che facilità entra!”. Detto questo l’ha azionato, tenendolo ben piantato nel culo di Sofia, si è messa con la testa sotto la fighetta ed ha iniziato a leccargliela ed a penetrargliela con 3 dita. Sofia stava grondando umori a volontà, stava godendo come una matta.
L’orgasmo non ha tardato molto ad arrivare e quando è arrivato era di una intensita inaudita.
Dopo essersi ripresa, Sofia ha detto a Elena: “adesso è il tuo turno!”. E’ andata nell’armadio a prendere un’altra scatola, c’era un altro vibratore della stessa dimensione. Elena era molto sorpresa ma eccitata perché aveva capito le intenzioni dell’amica. Si è messa subito a pecorina, Sofia prima di iniziare l’ha leccata per bene sia sul buchetto del culo che sulla fighetta. Poi ha preso il vibratore utilizzato prima che era già lubrificato e gliel’ha inserito nel culo con un po’ più di fatica ma è entrato comunque tutto. Senza azionarlo tenendoglielo piantato dentro ha preso l’altro vibratore e gliel’ha inserito nella fighetta senza alcuna fatica vista la lubrificazione. Adesso Elena aveva un vibratore nel culo ed un nella fighetta. Sofia li ha accessi tutti e due contemporaneamente. Elena ha provato una scossa che l’ha attraversata in tutto il corpo ed ha iniziato a dire: “SSSiiii!!! Siii!! Scopami con quei cosi!”
Sofia ha iniziato a muoverli entrambi contemporaneamente dentro e fuori. Elena stava godendo tantissimo con questa doppia penetrazione. Sofia li muoveva dentro e fuori con grande maestria senza dare un attimo di tregua all’amica.
Elena sentiva che stava per arrivare l’orgasmo e disse all’amica che stava per venire. Allora Sofia ha rallentato di brutto i movimenti. Li infilava e li estraeva con una lentezza che stava facendo impazzire Elena. L’orgasmo che sentiva arrivare era come bloccato e la voglia di godere cresceva sempre più. Dopo un po’ di questa dolcissima tortura Sofia ha iniziato a muoverli con impeto, stava scopando l’amica con molta foga.
Elena dopo pochi secondi è esplosa nel più bel orgasmo della sua vita.
Sofia ha estratto il vibratore dalla fighetta e l’ha succhiato per bene leccandolo in tutta la sua lunghezza facendosi vedere da Elena.
Dopo di che si sono stese abbracciate ed hanno preso sonno come stavano.

Author

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti