Da etero a trav capitolo 6 : i rischi…piacevoli

Da etero a trav capitolo 6 : i rischi…piacevoli

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Eh gia’,i rischi prima poi arrivano e prendono corpo;seguendo i consigli del primo cazzo,non intendo l’uomo in quanto dal primo preso a me interessava solamente il cazzo,mi accoppiavo sempre ad adulti da intendersi o sposati o molto avanti con l’età tipo dai 40 anni in su.
I motivi sono facilmente intuibili: in questa fascia di età era loro primo interesse tenere segreto il rapporto che avevano con me e questo giovava anche al sottoscritto/a.
Ma come sempre tanto va la gatta al lardo che ci lascia lo zampino ; dal primo papà che mi si è fatto il culo con mio immenso piacere,la cosa ha preso una piega più intensa.
Credo che per un sommesso passaparola dal primo papà a qualcun altro conosciuto in ambito scolastico,se ne sono paventati un 3 o 4 che ad ogni passaggio a casa era una inculata assicurata che mi lasciavo dare;con molto agio dettato dall’ingresso auto del mio condominio,il famoso seminterrato custodito.
Ed avendo capito che nella settimana due o tre di loro mi avrebbero inculata,sotto gli abiti maschili indossavo sempre intimo femminile che di volta in volta,grazie anche ai loro regalini,ruotavo : reggicalze nero e calze color carne,collant velatissimi senza disegno mutanda,reggiseni di pizzo traforato e,nello zaino dei libri,tacchi modello decollete o sabolt.
Uscivo di casa,con ascensore arrivavo nel seminterrato,entravo nel box come per prendere il motorino,indossavo il tutto,risalivo un piano ed uscivo dalla portineria per usare i mezzi pubblici.
E non vi dico che accitazione sul tram sentirmi il nylon muoversi sulle cosce,sentire lo slip sgambato alto entrarmi nella riga che divide le natiche…mi eccitava immensamente!
Ma dovevo agghindarmi ogni giorno,perchè ero ignaro di chi e se c’era il solito giro dei papà:a volte mi andava anche buca ma ero ugualmente felicissimo dell’indossare mise femminili.
Quel giorno niente papà interessati quindi rientro coi mezzi;circa 13,20 entro in portineria e il custode mi informa che c’è un pacco per me e immaginando fosse qualcosa del primo vecchiardo lo seguo subito.
Entro e lui mi segue chiudendo la porta stante che il servizio di custodia termina alle 13,30;” vieni nel retro che ti do il pacco”…passo nel localino adiacente la portineria,mi guarda e dice ” adesso fammi vedere come ti sei vestito…”.
Al momento penso sia impazzito,mi preoccupo e cerco di stemperare la tensione con un sorriso e atteggiandomi a colui che cade dal pero : ma scusi sig…devo provare qualche vestito?nel pacco c’è qualcosa tipo golf polo o altro?”
“non fare il furbo con me…ti ho visto nascere…tu fai il furbo”
“ma cosa ho fatto?arrivo ora da scuola…mi ha detto che ha un pacco e son qui per ritirarlo”
“bene visto che non vuoi capire sarò più diretto : tu credi che tutte le volte che vai nel seminterrato con quei signori io sia un fesso?credi che non ti abbia spiato mentre ti fai scopare nel culo dentro al box vestito come una signorinella?allora mi credi proprio un idiota…”
Se non svengo ci manca poco!!!
Mollo lo zaino per terra,non tento nemmeno una scusa…resto impalato tra il muro ed il tavolo del cucinino…ripenso velocemente con chi possa avermi spiato,quando…ma resto muto ed immobile.
Lui si avvicina con un mezzo sorriso di chi ha scoperto chissà quale verità ed inizia commentando a bassa voce ” via il giubbotto…via il golfino…”ed intanto agisce mentre io sono un palo della luce.
Inoltre,sin da bambino non mi è mai piaciuto molto questo signore,a pelle non cia siamo mai intesi piu della canonica educazione del saluto;” stai tranquilllo che non ti mangio…ed ora scopriamo il resto”.
Mi slaccia i jeans e…oggi indosso reggicalze pizzo nero a 4 elastici,calze con balza nere,slip pizzo nero e reggiseno idem…
“ooohhh…ecco perchè ti trombano…che femminuccia…ma guarda un po’…chi l’avrebbe mai pensato…”
E le sue mani perlustrano le mie cosce,il mio culo,e mi strofina sul pancino le sue parti intime ancora coperte.
Provo solamente un ” senta per piacere…io sarò anche femminuccia ma…”
“ma cosa?…per colpa tua mi son fatto 100 seghe e adesso che sei qui guarda come mi è diventato il cazzo^.
In mezzo secondo si slaccia cintura e cala i calzoni : oh mamma mia!!!
Mai mi sarei aspettato che questo detestabile soggetto fosse fornito di un uccellone così imponente!!!
Resto allibito a fissarlo…
“ahh…ti piace il cazzo grosso èhh…guarda guarda che faccina da puttanella…siediti”.
Ce lo ha veramente grosso questo zoticone!
E lo tiene a mezzo metro dal mio viso : è più che barzotto,semipendente quasi a metà coscia,e le palle gonfie gonfie…
Lo detesto per il trattamento ricevuto ma…che signor cazzo!
Si avvicina strusciandomelo sul viso…”dai che ti piace…lo so che ti piace…”
Mi sento vogliosissimo ma sinceramente non so come comportarmi…ma sentirlo sulle guance,che mi sfiora le labbra…che brividi e che voglia.
Lui non parla più e la femmina in me prende il sopravvento : quando lo ripassa delicatamente sulle mie labbra io penso “ma chi se ne frega…io lo ciuccio”.
Spalanco le cosce,appoggio le mie mani sulle mie cosce per star bene eretto,dischiudo le labbra e me lo lascio scivolare fino a più in fondo possibile della gola…sssccchhhvvvlloooppp…divino!
Ed inizio a spompinare senza l’uso delle mani,ritmicamente e non veloce…sssccchhvvvlloopp…ssssccchhhhvvvllooppp…
” bravo bravo…che pompino…lo sapevo lo sapevo”
Qualche pompata e sbroing mi salta fuori dallo slip il mio pisello,gonfio e durissimo…che cazzo magnifico mi sto ciucciando!
Se solo mi sfiorassi il pisello son sicuro che spruzzerebbe subito da quanto questo cazzone che ho in bocca mi eccita!
E lui se ne accorge :”però…ti diventa anche il cazzo duro mentre fai pompini…ma bravo…allora prender cazzi ti ‘piace proprio tanto…e chissà quando lo pigli in culo come reagisci da troietta…ho visto come ti lasciavi sbattere…”
Toglie il cazzo dalla mia bocca, mi prende un braccio e mi fa alzare,mette le mani sui miei fianchi,mi gira e mi china facendomi appoggiare gli avambracci sul tavolo.
“adesso lo vediamo subito come e cosa fai…”
Mi abbassa gli slip alle caviglie,mi unisce le cosce e ssslllaaapppp mi lecca nella riga delle natiche da dove termina in alto sino al buco del culo…che brividi!
E’ spiccio di modi ma…che maschio!Fa tutto e tutto bene…sento la sua lingua che risale su per il mio buco del culo e mi viene spontaneo di ruotare eil culo e muovere le anche…
“eh eh…ti piace èh puttanella…vedrai tra poco…”
Mi sa che tra poco il mio pisello esploderà,sento già come delle contrazioni al buco del culo,ho i capezzoli dritti e di marmo,e la pelle d’oca sulle cosce…
Di colpo si toglie “stai ferma li…stai li”.
Fa due passi col suo cazzone dritto come un pennone,apre un anta della credenza e prende una bottiglia di olio da insalata:se ne versa un po sulla cappella e poi sciaf sciaf nel mio buco del culo e tutt’attorno…
Ora è in piedi dietro a me…ooohhh la sento!!!
La sua cappellona è appoggiata al mio buco del culo…che sensazione magnifica!
SSSSVVVVLLLOSSSHHHH…UUUHHH è DENTRO è DENTRO è DENTRO…
Che belloooo…fantasticooo…sssiii…
E comincia tutto dentro tutto fuori tutto dentro
“come ti entra…che buco del culo prensile che hai…mi sembra di chiavare una fica…come lo prendi…io ti monto tutti i giorni…tieni tieni..prendi troietta prendi…”
STOMP STOMP STOMP…SENTO i suoi coglioni sbattermi sulle natiche,sto godendo da impazzire!
E dopo pochi colpi…sborro!!!non so quante spruzzate sul tavolo!
Ma è un cazzo meraviglioso…mai goduto cosi sino ad ora…
“puttanella sei già venuta…ma io ti monto ancora…brava brava stringi il buco del culo ed inarcalo…cosi’…brava…così…inarca e rilascia…brava”
Ma certo che inarco…cosìlo sento aprirmi tutto il buco del culo con quella cappellona e lo sento in gola…
Poi cambia voce…sta per sborrare…”adesso la faccio…te la faccio tutta dentro…ti riempio tuttaaaaaaaa”
SSSWWWOOOSSSHHHHHHHHHH… l’intestino mi si riempie,sono invasa da un fiume che non smette mai di inondarmi…e non riesco più a tacere
“la sento…la sento…si si…la faccia..la faccia…”
E mi si sta ri indurendo il pisello…
“la senti èh…e il cazzo come lo senti…dimmelo”
“è grosso è grosso…bellissimo è bellissimo”
Appoggia le mani sopra le mie,si china su di me che sono a 90 …ha sborrato come una fontana…sento la sua sborra colarmi lungo le calze sulle cosce…non mi muovo,è un momento da estasi!
Nell’orecchio mi bisbiglia “ti fai unculare come una regina…lo lascio dentro nel tuo culo…inarca piano piano come prima che mi torna duro e ne faccio un altra senza uscire.
Inarco,ondeggio,ancheggio,struscio una coscia contro l’altra…si è vero…lo voglio ancora!
Sento che si indurisce,oramai non lo detesto e mi esprimo
“lo sento…sta tornando duro…è bello…”
Si eccita molto per queste mie semplici ammissioni
“lo vuoi ancora vero?tutto nel culo come prima…sei proprio una femminella…”
“si si…ancora come prima…ancora…”
E per altri 20 minuti mi incula senza sosta…io spruzzo a pisello barzotto…ho brividi per tutto il canale anale…e stavolta mentre mi incula parteicpo muovendomi tutta,gemendo e mugolando…e riesco anche a dirgli
“adesso spruzzo ancora…voglio il suo cazzo nel culo…non si fermi che sto per spruzzare ancora…”
“anche io…e da oggi ti inculerò ogni giorno…”
I rischi prendono concretezza,svelano segreti ma a volte sono molto molto piacevoli!

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *