La casa del peccato 1

La casa del peccato 1

Spread the love

Ho 22 anni e faccio parte dei giovani dell’ azione cattolica ,Don Mario una persona influente , ci porta in giro per il mondo quando il Papa organizza la giornata dei giovani ,una sera mi ha chiesto che voleva parlarmi in privato , se potevo tornare alle 22 e passare dal retro con discrezione , Sono andato , entrato dal’ orto ,raggiunto la porta e sono entrato , mi sono diretto verso il suo ufficio che era acceso ho bussato e mi ha fatto entrare , seduto davanti a lui , mi ha detto che ormai di me si poteva fidare , mi aveva messo alla prova e per tutto aiuto che mi aveva dato a me e ai miei aiutandoci per lo studio ,sono diplomato e adesso sono al secondo anno dell’ università .mi ha detto che i preti sono persone normali uomini come tutti , con pregi e difetti e di carne . Anche loro hanno i loro vizietti ,e le loro trasgressioni , mi ha detto subito che dovevo stare tranquillo non era gay e non cercava i maschi , mi ha confessato che lui gode nel vedere una coppia fare sesso , si eccita cosi ,i film porno non gli fanno più’ effetto dei primi tempi ma le cose amatoriali lo eccitano , Ha un appartamento in periferia , attrezzato con un specchio grande a parete che poteva vedere tutto quello che facevano interno senza essere visto .. mi avrebbe fatto un bel regalo se io portavo la mia ragazza o altre donne ,quando me lo diceva lui e fare sesso , oppure organizzava lui facendomi trovare le donne , e io dovevo soddisfarle , mi ha chiesto come stavo messo a cazzo , mi sono alzato e calato i pantaloni e le mutande ho mostrato il mio arnese , cosa che ha gradito e mi ha detto di farlo diventare duro voleva vederlo in estensione , mi sono masturbato e senza vergogna , glielo mostrato , tutto compiaciuto ,mi ha chiesto se avessi avuto già rapporti con le donne e ci siamo dati appuntamento per farmi vedere il posto il giorno dopo . Arrivati saliti al piano , ho visitato appartamento e devo dire che se la passava bene il porco ,e mi ha mostrato la camera da letto , con le luci a faretto puntate sul lettone e musica di sottofondo non troppo alta perché voleva sentire i gemiti e mugolii e altra stanza con una grande poltrona davanti allo specchio che riprendeva il lettone e aveva dei monitor dove zummando vedeva da vicino con le cam nascoste ,Cazzo sti preti ne sanno una più del diavolo ,ha organizzato per la sera di venerdì alle 21 , la signora una bella donna doveva fare la parte di una paziente , e io dovevo indossare un camice bianco e lo stetoscopio , sotto il pantalone celeste senza slip , il cazzo doveva essere libero e vedersi quando mi eccitavo nel visitare la donna , che doveva accusare dolori al basso ventre ,arrivo mi cambio in una stanzetta ,poi don Mario mi ha fatto la rivista per vedere se tutto era in ordine mi ha detto vai sii spontaneo , non recitare voglio tutto reale ,e godi e falla godere non ti preoccupare per me , capito ,entro Buonasera sono il dottore Fabrizio , la devo visitare ,mi dica che cosa ha , la signora era una bella donna sui 35 anni un bel seno sodo ,senza reggiseno e aveva magliettina scollata le copriva , vedevo i capezzoli spuntare sotto il tessuto ,mi avvicino la cosa mi eccitava ,dove ha il dolore , faccia vedere , abbassa il lenzuolo e mette le mani sul basso ventre aveva una mutandina stretta ,mi sfrego le mani dicendole che erano fredde ,e la palpo per sentire , le faccio scendere la mutandina e passo il palmo della mano , la signora emette un gemito faccio male se tocco qui ? Noo piu’ giu che ho il dolore ,il mio camice è aperto ,scendo con le dita e arrivo alle labbra della fica Qui ? No dottore piu’ giu’ e mi prende la mano e la porta sul incavo ,e la spinge Ecco è qui che sento male .Il cazzo era diventato duro e di traverso al pantalone mostrava la sua prepotenza mi sono girato , in modo che lo vedesse ,e continuavo con la mano a massaggiare la parte ,e infilando un dito e li che ha iniziato a muovere il bacino Signora adesso come va ? Meglio ma non si fermi la prego , poi mi guarda e mi dice Dottore che cosa ha li , e allunga la mano , scherzando la guardo e le dico il termometro per misurare la febbre , haaah a mio figlio la misura tenedolo in bocca , vero dottore che il punto piu’ preciso ? le dico anche sotto le ascelle tra le cosce e nel ano ,mi apro la cerniera e lo tiro fuori , Mammaaa come grande vuole che mi misuro la febbre ? allunga e lo prende in bocca e lo lecca lo succhia e io spingo per farglielo ingoiare , Bravaaaaaaa cosiiiiii senti come caldo , MMMMMMMMM le strizzo i seni e capezzoli e poi si spoglia nuda e mi dice la prego mi curi ho tanto bisogno ,mi spoglio e mi stendo sopra di lei ci baciamo le sue mani che mi stringono la schiena ,le sue gambe attorcigliate sui fianchi e il mio cazzo che sfregava , poi mi abbasso e la lecco ansimava mugolava e gemeva mi tirava i capelli e spingeva il bacino verso la mia bocca ,con le mani e la lingua su e giu sfregando e pizzicando i l clitoride ha iniziato a muoversi poi ha cacciato un urlo e con la mano andata per prolungare orgasmooooooo ,La guardavo e averla vista con gli occhi rigirati e mordersi le labbra mi aveva infuocato che lo girata a pecorina sul letto ,e da sopra le sue chiappe ho infilato il cazzo nel culo e lo scopata forte che urlava e si teneva alle lenzuola mordendo il cuscino fino a godere di nuovo , mi sono girato di lato e lo fatta salire ,e ha iniziato a cavalcare il cazzo muovendo come se facesse la danza del ventre e sfregano il pube con il mio ,e li non c è lo fatta e da sotto ho dato due colpi ben assestati e ho versato la mia sborra dentro di lei ,siamo rimasti cosi per un po’ e poi ci siamo alzati e lei mi ha abbracciato e baciato e mi ha detto Ho goduto tanto sei bravo per essere cosi giovane ,e uscita ,sono andato a rivestirmi e Don Mario è venuto a complimentarsi , dicendo che non aveva goduto tanto e che dovevo tornare , mi ha fatto promettere che non avrei detto a nessuno , la prossima volta voleva due maschi e una donna e uno dei due era un ragazzo di colore ,che era super dotato . aspetto per la prossima ciao
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.