Compleanno di una moglie ninfomane

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Compleanno di una moglie ninfomane

Spread the love

L’ episodio che racconto, è accaduto due anni fa, ma per far capire quanto successe in quell’ inizio estate, bisogna partire da più lontano.
Sono Mario, ho sposato mia moglie Lina nel lontano 1990, era una ragazza ventenne molto carina, alta un metro e sessantacinque, forse 3/4 chili sovrappeso ma con un seno della quarta misura che la rendeva molto sexi e appetibile.
Io avevo dodici anni in più, ero molto geloso, ma poichè amavo molto fare sesso, ritenevo che dandole una buona razione di scopate l’ avrei tenuta lontano dalle tentazioni di provare altri uomini.
Infatti, tutte le sere facevo il mio dovere coniugale, lei scopava molto bene ed i suoi movimenti scatenati e vogliosi mi eccitavano e mi facevano venire molto rapidamente. Lei dopo pochi minuti riprendeva a stuzzicarmi l ‘uccello, ma il mio periodo refrattario durava fino alla sera seguente, il mio cazzo ne aveva abbastanza quindi mi giravo e dormivo.
Spesso avevamo affrontato l’ argomento, lei mi accusava di egoismo, io le dicevo:
“Lina, sei troppo calda, sei come una stufa……. datti una calmata…. stiamo scopando tutti i giorni…….”
Lei una volta si offese e mi minacciò di cercarsi altri ragazzi, quella sera capii di aver sposato una ninfomane.
Io a quel tempo avevo poco più di trent’ anni, pensai di fare nuove esperienze insieme a lei per evitare che le cercasse da sola e quando le proposi di frequentare un privè, lei accettò con entusiasmo.
Cominciammo come tutte le coppie con lo scambio, lei con gli altri uomini pareva trovare delle intese appaganti, io con le altre donne mi accorgevo di finire troppo presto, poi mi sedevo a bere mentre lei continuava con altri partners fino a tarda notte suscitando a volte la gelosia delle altre, ero sempre più convinto di avere una moglie ninfomane, sentivo che la situazione mi stava sfuggendo di mano, la gelosia spesso mi prendeva e quando tornavamo a casa le facevo delle scenate.
Tra alti e bassi, erano passati dodici anni di matrimonio, frequentavamo un club di Milano gestito da una donna Wanda di cui eravamo diventati amici, proprio in quel periodo ci fu la svolta che determinò il cambiamento nel rapporto tra me e mia moglie.
Una sera uscita dal privè, la gerente aveva fermato mia moglie in un divanetto appartato ed avevano parlottato a lungo, al ritorno in auto mi disse:
“Sai amore…… la Wanda ci ha invitati giovedì sera…. ha detto che un ragazzo vuole festeggiare l’addio al celibato di un suo amico…..organizzerà una scenetta e mi ha chiesto se posso fare la protagonista….. io ho accettato….. ho fatto male ?”
Quando mi chiamava amore, voleva ottenere qualcosa, inoltre il giovedì sera il locale solitamente era chiuso e apriva solo per feste private, noi non eravamo mai stati in quelle occasioni, ero incuriosito e dissi si.
Il giovedì seguente la sentivo più euforica del solito, Wanda nel tardo pomeriggio mi telefonò per la conferma e mi disse:
“Senti Mario, questa sera sarà una serata a tema, però ho un problema….. mi dovete aiutare….. ho comperato i dolci, ho organizzato tutto….. e sai cosa succede? Le coppie che avevo invitato con voi mi hanno dato buca….. Mario aiutami….. se mi aiuti ti faccio un pompino…..”
Risi di gusto, risposi:
“Per un tuo pompino chiedimi quello che vuoi, faccio tutto, dimmi qual’è il prezzo””
Sembrò rinquorata e riprese:
“Allora, arrivate un po’ prima, tua moglie si cambia, dovrà indossare il vestito da sposa che ho preparato mentre tu mi aiuterai a disporre i vini e i dolci, poi arriveranno i ragazzi dell’addio al celibato, con lo sposo che non sa niente, un suo amico sarà vestito da prete e celebrerà il finto matrimonio tra tua moglie e lo sposino, poi tu mi aiuterai al bar facendo finta di essere il barista….. dopo il finto rito, si mangia e si beve, poi loro si ritireranno nel privè e lo sposo dovrà cedere in segno di amicizia la sposa ( tua moglie) ai suoi amici, lui sarà l’ultimo, e quando sarà il suo turno i suoi amici lo sfotteranno chiamandolo cornuto. Ah…. dimenticavo…. mentre gli altri sono nel privè ti faccio il pompino che ti devo…… ti faccio provare una cosa nuova…..”
Una punta di gelosia mi prese lo stomaco, ma il pompino promessomi da Wanda, mi stuzzicava, accettai e la sera ci recammo al club in anticipo.
Quasi tutto era pronto, mia moglie si denudò completamente e indossò il vestito da sposa, un vestito bianco lungo, molto trasparente, un corpetto spingeva le sue prosperose tette in sù mantenendo coperti solo i capezzoli, era una bomba sexi, poco dopo arrivarono gli invitati, sette ragazzi giovanissimi, tutti in giacca e cravatta, tranne uno vestito da prete, pareva una cerimonia vera, mia moglie era entrata nella parte e faceva la timida e fingeva di piangere dalla commozione Wanda al microfono disse:
“Tutti gli invitati possono baciare la sposa…… chi desidera qualche cosa…. che so…. un drink…. dei preservativi…. può chiedere al camerire quì al bar….”
Il finto prete sghignazzando limonò mia moglie poi prese il microfono a Wanda e disse:
“Raga…. il cameriere è l’ex marito della sposa, lei questa sera si sposa con Flavio……. però lo sposo sa che per amicizia…… deve sottostare al jus prime noctis….. in favore dei suoi amici….. quindi baciate la sposa uno alla volta prima dello sposo…”
Si misero in fila e limonarono a turno mia moglie, lei pareva la sposa di tutti, li abbracciava e baciava appassionatamente, alcuni infilavano la mano tra le tette, il più intraprendente le sollevò l’abilto e le infilò un dito in figa, ero un po’ a disagio e anche un po’ geloso, ma la scena era troppo eccitante e quindi stavo al gioco portando i vassoi con bicchieri e dolci.
I ragazzi mangiavano e bevevano, ballavano attorno a mia moglie toccandole il culo, le tette, lei si divertiva a ballare sollevando l’abito e facendo vedere la fica, infine dopo un paio di ore di festa, obbligarono lo sposo a portarla nel lettone ed a prepararla per gli amici, il prete venne da me, si fece dare sette preservativi e li distribuì.
Lo sposino era entrato nella parte, la prese in braccio e la portò nel privè seguito dagli altri, io andai a sbirciare dai buchi, lui le tolse il vestito lasciandola nuda, la masturbò alcuni minuti limonandola poi esclamò:
“E’ pronta…. è già bagnata…. prima il prete che ha il merito di avermela sposata….. “
Il finto prete si tolse la tonaca e sotto era completamente nudo con l’uccello già duro, si mise il preservativo e entrò in mia moglie lei lo abbracciò e lo attirò limonandolo.
Gli altri erano in fila ad aspettare il turno, io guardavo di nascosto ed avevo l’uccello durissimo, si avvicinò Wanda, mi baciò in bocca toccandomi il cazzo duro, mi prese per mano e mi portò in sala, notai che sul dito medio aveva un ditale in gomma che pareva appiccicoso, mi stese su un divanetto mi tirò giù i pantaloni e mi prese il cazzo menandolo lentamente e dicendomi:
“tu devi stare quì questa sera….. sei il cameriere…… lasciala divertire tua moglie…. quando le capita un altra occasione…. impara a lasciarla divertire….. fai il cuckold….. dai che ti piace sapere che la chiavano in tanti….. senti come ti viene il cazzo duro al pensiero che lei gode con ragazzi giovani….. te lo faccio io il pompino che non hai mai provato….. poi…….. mentre sborri, devi pensare a lei che chiava con tutti a gambe aperte…… baciami….. “
Mi sfilò i pantaloni, mi allargò le gambe e mi infilò il dito in culo, mi inghiottì il cazzo fino in gola mentre il suo dito ricoperto di quella gomma viscida mi roteava nello sfintere premendo delicatamente sulla prostata, il mio cazzo ebbe un sussulto involontario e cominciò a eiaculare copiosamente, lei aspirava succhiando forte lo sperma che usciva, il mio culo si contraeva ed il cazzo pareva sempre più duro, il cervello pareva spegnersi, mi sentii svenire per il godimento, lei non mollava e succhiava andando a fondo con il dito, pareva un piacere inesauribile.
Non avevo mai avuto un orgasmo del genere, lei aveva inghiottito, mi teneva il dito nel culo facendo un leggero sue giù, poi mi limonò dolcemente sussurrandomi:
“Ti è piaciuto….? Senti il cazzo…… è ancora duro….. non vuole scendere….. adesso rivestiti, devi andare a vedere tua moglie che chiava e gode come una troia…. ma non farti vedere…. lasciala sfogare le voglie arretrate…. “
Mi alzai a fatica, andai a vedere, mia moglie continuava a scopare come una ninfomane e a godere con ogni ragazzo che la possedeva, mi stavo eccitando di nuovo, il cazzo tornava duro, andai al banco per riprendere Wanda, volevo scoparla ma un ragazzo mi chiese dei preservativi, ora c’era un viavai tra i bagni ed il privè, gli stalloni di mia moglie andavano a lavarsi ed immediatamente tornavano tra le cosce di mia moglie, la mia eccitazione era di nuovo al culmine, presi Wanda, la sdraiai su un divanetto e la scopai con furia, lai mi incitava:
“Dai godi pensando a lei che si fotte i ragazzi e gode, sborra pensando a lei dai cornuto….. ” Non ce la feci a trattenermi e sborrai la seconda volta.
La serata finì alle cinque ed uscimmo tutti distrutti, in auto al ritorno mia moglie si addormentò, a casa si sdraiò sul letto a cosce spalancate e disse:
“Adesso voglio che mi fotti anche tu…. dai vieni dentro di me e sborrami dentro, mi ha detto Wanda che ti ha fatto venire…. mentre io ti facevo cornuto…. mi ha detto che ti piace fare il cornuto…. “
Il mio cazzo riprese vigore, entrai in lei e sborrai in un minuto.
Lei rise e disse:
“Abbiamo trovato la nostra fantasia…. penso che se Wanda ci organizza altre serate…. dobbiamo accettare. Ci addormentammo sfiniti.
Da quella notte sono passati tanti anni sempre pieni di serate trasgressive, ma fino alla serata di quel 2018 non abbiamo più avuto occasione di viverne una simile.
Il compleanno di mia moglie lo ha organizzato la Wanda al club, ha invitato per la sua festa dieci uomini per la gang bang tutta sua, abbiamo rivissuto la trasgressione di quella volta, ma io nel frattempo sono diventato un cuckold e voyeur convinto, la mia età mi ha portato ad una evoluzione, ora mi limito a guardare e a masturbarmi da solo mentre lei continua a godere con tutti, ma per quanti siano i cazzi che prende, non le bastano mai.
 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

2 thoughts on “Compleanno di una moglie ninfomane

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.