L’amica della mia fidanzata

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

L’amica della mia fidanzata

Spread the love

Con Ornella andava tutto bene, stessi gusti musicali stessi piatti, tesse idee politiche, ci comprendavamo al volo, un giorno tornata a casa dal lavoro la vidi tutta raggiante
“Ornella come mai sei così contenta?”
“Sai Ivano ho rivisto una mia amica che non vedevo da tanto tempo, abbiamo deciso di riallacciare i contatti, lei frà l’altro non abita lontana”
“Non me ne hai mai parlato”
“Bè insomma la mia amicizia con lei è scoppiata una sera ad una festa, ci siamo conosciute a fondo, molto a fondo e ci siamo frequentate, poi lei è tornata al suo paese e non pensavo più che tornasse
“Perchè di che paese è”
“E’ brasiliana di Belem”
“Quindi di carnagione scura con te che sei bianchissima facevate una bella coppia”
“Si andavamo molto d’accordo, sai adesso è ancora più bella”
“Ma come si chiama?”
“Sarebbe Beatrice ma si fà chiamare Bea”
Puoi invitarla a casa nostra qualche volta”
“Viene Sabato sera”
“Ohhh benissimo così potrò conoscere la tua bellissima amica”
Arrivò Sabato sera e alle 21 in punto suonò il campanello
“Vado io” mi dice Ornella
“Ciao Bea sei puntualissima e che schianto che sei”
“Ohh grazie Ornella anche tu però sei molto avvenente”
“Ciao questa è Bia”
Bia era di una bellezza pazzesca, quasi animale, nera di capelli la carnagione mulatta un viso da pantera su un corpo perfetto, rimasi quasi intimidito da tanta sensualità
“Buonasera Bia, la mia Ornella mi ha parlato tantissimo di lei”
“Lo immagino ma lei mi ha parlato tanto di te, siete una coppia bellissima”
“Scusa Bia ma bella e avvenente come è lei come mai non ha qualcuno?”
“Bè perchè io ho un carattere molto forte dominante e i ragazzi si intimidiscono e scappano”
“Bè non sanno cosa perdono”
“Già ha ragione Ivano”
“Senti diamoci del tu ti va bene?”
“Ohh certo grazie”
“Allora Bia cosa fai di bello adesso? sò che dovevi entrare e fare un provino come attrice”
“Si ora sono un attrice ma di films porno”
“Ohh madonna” dissi ma continuai “Certo sei una bomba sensuale”
“Oh grazie Ivano”
Vedevo gli occhi di Bia puntare su di me, non riuscivo a capire, in fondo era la prima volta che ci vedevamo eppure continuava a guardarmi a fissarmi con quegli occhioni indagatori, io mi sentivo messo a nudo da lei, mi sentii soggiogato da lei.
“Ivano ma che mestiere fai tu”
“Un mestiere che posso fare a casa, sono uno scrittore”
“Ohhh interessante”
“Non sono uno scrittore che và per la maggiore però quello che guadagno mi permette di vivere abbastanza bene, certo ho un sogno, di scrivere un bestseller ma per ora và bene così”
“Ornella l’ho conosciuta in un bar una domenica mattina, era sola così mi sono avvicinata e piano piano abbiamo fatto amicizia”
La serata passò tranquilla, almeno, non successe niente ma gli occhi fissi su di me da predatrice lo sognai tutta la notte.
Passò un pò di tempo, Ornella e Bia si telefonavano ogni sera e si raccontavano gossip a tutto spiano.
Un pomeriggio stavo giusto scrivendo a macchina l’inizio di un nuovo romanzo, quando sento suonare
“Chi è?”
“Telegramma per lei, vengo io”
Aprii senza pensare minimamente al trucco della voce camuffata.
Quando aprii la porta invece c’era lei, Bia con un abbigliamento ipersexy, mi venne incontro e cercò subito di baciarmi ma io andai indietro indietro e non mi accorsi che ormai ero contro il muro lei con un gatto felino mi saltò addosso, mi prese il viso frà le mani e mi diede un bacio da farmi mancare il fiato, mentre mi baciava furiosamente mi accorsi che mi aveva slacciato il pantalone, mi prese per mano e mi condusse in camera da letto, qui mi tolse il pantalone insieme alle scarpe, mi mise supino, si tolse le scarpe pure lei e mi venne vicino, il suo sguardo era ancora più predatorio, ormai la vittima che ero io ce l’aveva frà le man, si tolse la camicia e le tette debordanti vennero fuori poi…….poi scostò il perizoma ed io impallidii, Bia era una trans superdotata, aveva un siluro in mezzo alle gambe ed era già duro, mi avvicinò il cazzo alla bocca e mi obbligò a ciucciarlo per un pò poi mi puntò il cazzo al culo e puntò puntò e spinse spinse, la cappella entrò tutta ed io mi sentii aperto in due, mi mise un fazzoletto sulla bocca per non far sentire le mie urla di dolore, mi baciò più volte poi diede un’altra spinta e altro dolore ,altra spinta e mi fù tutta dentro, qui rimase ferma
“Vedi Ivano quella sera guardandoti in faccia ho capito che potevi essere una facile preda, al mio sguardo tu abbassavi gli occhi, lì hp capito che potevo farti, hai visto potevi mandarmi via invece hai solo subito la mia avance, mentre Bia parlava sentivo che il mio culo si stava abituando al suo cazzo e pian piano lo stava ricevendo bene, lei si accorse di questo e cominciò a scoparmi, non iniziò velocemente anzi, una volta tutta dentro rimaneva ferma per farmi abituare usciva ma entrava subito, fece così per un bel pò di tempo poi aumentò il ritmo aumentò e aumentò sembrava una macchina ma io cominciavo a sentire qualcosa dentro di me, un leggero piacere che aumentava ad ogni affondo fino a diventare vera goduria e mi diedi completamente a lei
“Ohhhhh mmmmmm”
“Comincia a piacerti vedo”
“Ohhhhh mmmmmmmm”
“Dillo che ti piace”
“Siiii siiii mi piace siiiiii”
“Sono contenta, tu stai diventando mio, dopo questo pomeriggio mi cercherai ancora e ancora ed io ti donerò tanta sborra”
“Siiii ohhhhh mmmm mi piace ohhhhh”
“Godi godi Ivano, godi come una donna, tu da oggi sarai la mia femmina”
“Ohhhh mmmmmmm daii daiii daiii mi piace mi piace siiiiii”
“Caro Ivano sei stato una preda facilissima e presto diventerai dipendentre da me, mi cercherai mi vorrai vorrai sentire il mio cazzo dentro il tuo culo, la mia sborra nel tuo culo e adesso eccola eccola la mia sborra arriva ricevila bene e poi puliscimi il cazzo”
Arrivò difatti come una cascata impetuosa non finiva mai di sborrare, una volta finito mi tappò il culo e io le pulii il cazzo con la mia bocca rendendolo come nuovo
“Bravo Ivano la prossima volta non dovrai chiamarmi Bia ma la tua Dea, la tua padrona sessuale
Bia si vestì mi mandò un bacio e se ne andò.

 



One thought on “L’amica della mia fidanzata

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.