la mia vicina di casa 3

la mia vicina di casa 3

>>>>GODI ORA AL TELEFONO CON UN PARTNER OCCASIONALE -CHIAMA IL 899.005.022<<<<<

Quella notte sognai di essere in balia di tre trans affamate del mio corpo, ero praticamente in braccio a una che mi scopava col suo cazzone mentre un’altra mi metteva in bocca il suo cazzo e Bia che mi leccava il culo o altrimenti mi leccava collo e orecchie, mi svegliai al mattino che avevo le mutande sporche di sperma.
A casa della mia amica non sentivo nessuno, forse dormiva ancora o altrimenti era in giro o dalle sue amiche, io allora mi feci il solito giro e al mio ritorno passando dalla finestra aperta vidi Bia che parlava con due come lei, appena mi vide mi chiese di entrare in casa sua.
“Ciao Ivano ti presento le mie amiche lei è Sandra e l’altra è Jessica, gli ho parlato così tanto di te che sono venute apposta da Torino per conoscerti”
Sandra era uguale a quella che avevo sognato, alta capelli lunghi neri, seni della 5 misura grande e grossa ma aveva un viso dolcissimo e due occhi che sembravano due fanali l’altra invece era più minuta capelli a caschetto, un viso biricchino ma anche lei due bei seni grossi.
“Ciao Ivano, ma sei proprio carino aveva ragione Bia” mi dice Sandra
“Signorina Sandra lei e la sua amica Jessica siete due capolavori della natura, siete stupende divine”
“Ohh come sei gentile” disse Jessica
“Ivano ho detto alle mie amiche che sebbene tu sia molto giovane hai un buco del culo bello largo e capiente e insomma vorrebbero farti la festa”
“Facciamo oggi alle 14?”
“Benissimo guarda che leb mie amiche vorrebbero truccarti e vestirti da ragazzina”
“Potrebbe essere un bel gioco”
Alle 14v in punto ero da loro, Bia mi abbracciò e ci demmo un lungo bacio poi Sandra mi prese per mano e mi condusse in bagno, quì mi spogliò completamente poi iniziò a truccarmi il viso, fatto questo mi fecero mettere un corpino di plastica che si adattava perfettamente al mio torace e aveva due seni della 4 misura, poi perizoma e calze autoreggenti di un rosa molto forte infine un vestito cortissimo che ,mi copriva di un nulla il culo
“Guardati che bella femmina sei diventata Ivano”
Mi guardai davanti ad uno specchio e non mi riconobbi davanti a me una bella signorina procace, con la coda dell’occhio vidi Sandra mettersi supina ed estrarre il suo cazzo, era enorme, largo e lungo, ebbi paura, fù lei a prendermi praticamente in braccio e alzarmi per poi farmi infilare sul suo cazzo, mi sembrò di svenire a sentire quel cazzo dentro di me ma non sentii alcun dolore, Jessica mi venne vicina e mi diede il suo cazzo in bocca e non mi accorsi che Bia stava filmando la scena perchè le due scatenate mi avevano già portato al delirio dei sensi, Sandra aveva iniziato a scoparmi e il suo grosso cazzo percorreva le mie pareti anali già facilmente ma non potevo gemere visto che avevo il cazzo di Jessica in bocca, sborrai però due volte perr il piacere intenso prolungato infinito che provavo, potevo anche impazzire di godimento i due cazzi avevano preso un ritmo infernale e fù Jessica a venirmi in bocca con 8 fiotti di sperma naturalmente bevvi tutto poi dopo 10 minuti di ravanamento del mio culo sborrò anche Sandra inondandomi il culo di sperma, poi mi tappò subito il buco del culo per non far defluire la sborra, alla fine Bia estrasse tre birre e ce le bevemmo ridendo e scherzando ma la birra a me provocò un intorpimento e mi addormentai ma sentii un qualcosa pungermi il sedere poi sentii un qualcosa di liquido entrarmi e entrare in circolo, un qualcosa di liquido ma quasi oleoso, non capii nulla ma quando mi svegliai Sandra e Jessica non c’erano più ed ero infilato sul cazzo di Bia, pensai che fosse stato il suo cazzo ad entrarmi e la sua sborra entrare in me.
Era tardi per cui mi misi a posto abbracciai e salutai Bia e tornai a casa mia.

Author

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti
 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *