Ho iniziato troppo presto 9

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Ho iniziato troppo presto 9

Spread the love
Arrivò Natale e i miei mi regalarono un cosa piuttosto sexy, era di lana ed era rosa, si aprica con uno zip e lo mettevo iniziando dai piedi, mettevo le gambe e poi salendo mi copriva pure il collo, una specie di calzamaglia di una lana però spessa, notai nel mettere la calzamaglia che la taglia era una misura inferiore alla mia per cui il mio corpo già leggermente femmilineo risaltava in tutta la sua rotondità, una volta messo scoppiai a ridere di gusto, i miei mi avevano fatto un regalo molto sexy direi provocante, mi misi le scarpe e un giubbotto di lana e andai dalle mie amiche, quando Arrivai Carlos
poi se non c’era, Dusa mi fece entrare e scoppiò a ridere quando vide la calzamaglia.
“Bella Ivano ti risalta perfettamente tutto il corpicino che hai, sei molto sexy veramente”
Sonia mi volle vicino a lei e quando mi avvicinai lei con le mani mi accarezzò tutte le gambe ed il culo poi si alzò e seria mi disse
“Abbassati la calzamaglia fino all’inguine, vorrei provarti il corpetto”
Capii già cosa voleva fare e difatti quando arrivò io avevo giò abbassato la cosa lei mi mise il corpetto me lo legò dietro e poi rialzai la calza maglia, il risultato fù che il mio corpo era diventato come quello di una procace ragazza, io mi emozionai e le mie amiche mi applaudirono poi sempre Sonia mi disse:
Ci vorrebbe una spaccatura all’altezza del tuo culetto e al posto della lana rimossa metterei un qualcosa di un’altro tessuto che aprendolo con uno zip si vedrebbe il tuo culetto”
“Sonia difficile che i miei lo permettano”
“Questo è sicuro ma lo porterai in Brasile e là lo faremo noi, piuttosto è ora di fare il passaporto”
“Lo farò con l’anno nuovo tranquilla”
“Bene e adesso cosa facciamo?”
“Bè sedetevi sul divano e tirate fuori i cazzi”
Le mie amiche si sedettero ed estrassero i loro superbi cazzi, io mi inginocchiai in mezzo a loro e cominciai a fargli un pompino, piano piano prima con Sonia e poi con Dusa per poi ritornare, leccavo i loro cazzi prendevo in bocca i loro coglioni poi risalivo e leccavo le cappelle ed i prepurzi, i cazzi ben presto diventarono granitici allora io mi abbassai del tutto la calzamaglia spostai il perizoma e mi infilai sul cazzo di Sonia e mentre lei cominciava a scoparmi io finivo il cazzo di Dusa ma quando Sonia prese il suo ritmo frenetico non cre la facei più a finire il pompino così lei dovette alzarsi ma anche così dovetti smettere il godimento che provavo era alto, intenso, il cazzo di Sonia mi percorreva le pareti anali come uno stantuffo, un pistone di un motore ed io ero in balia del godimento
“Ohhhh siiii siii Sonia dai dai che bello”
“Oggi ti sei proposto tu come mai?”
“Avevo voglia dei vostri cazzi”
“Brava Lulù quando hai voglia vieni pure da noi che ti soddisferemo”
“Siiii siii cosìì sii che bello ohhhhhhhhhh”
“Stai già godendo?”
“Ohhhh nooo continua tesoro continua”
“Certo Lulù che continuo hai un culo stupendo”
“Dacci dentro allora”
“Nooo adesso ti riempio il culetto”
“Siii dentro il culo poi tocca a Dusa”
Di lì a poco Sonia mi venne dentro con 8 fiotti di sperma bollente e denso, mi alzai da Sonia e mi infilai sul cazzo di Dusa e intanto con la bocca pulivo il cazzo di Sonia poi pure lei aumentò il ritmo ed io andai in delirio
“Ohhhh Diua siii anche tu dacci dentro suuu daiiii veloce veloce”
“In Brasile vedrai che bello scopamento riceverai”
“Ed io godrò come un pazzo”
“Si sarai sempre al centro dell’attenzione”
“Ohhh così mi piace sììì siii daii daiii”
Dusa mi abbracciò stretto a lei e iniziammo pure a baciarci ma io volevo che il suo cazzo aumentasse l velocità ma anche lei mi sborrò nel culo e anche a lei pulii il cazzo.
Arrivò l’anno nuovo e feci il passaporto, ero andato alla visita militare ma mi diedero il congedo per il torace troppo magro
Mi diiplomai con un 58 sessantesimi frutto di una piccola indecisione, i miei prima di partire mi fecero un sacco di raccomandazioni, in fondo poverini andavo quasi dall’altra parte del mondo.
Una volta sull’aereo Sonia e Dusa mi dissero:
“Mi raccomando non dire a nostro zio che sei gay altrimenti inizia subito a farti la corte, ci sarà tempo.
 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.