Ho iniziato presto

Ho iniziato presto

Spread the love

Si ho iniziato presto, avevo 12 anni e circa a gennaio del nuovo anno io e la mia famiglia ci siamo trasferiti in un grande palazzo, perdevo gli amici e forse anche l’anno se non trovavamo un maestro che mi aiutasse a mettermi sullo stesso piano degli altri miei nuovi compagni e la fortuna si fece amica, lo trovammo proprio di fronte a casa mia, la mia porta era a sinistra la sua a destra, così cominciai subito con le lezioni e passando il tempo si era creato un bel rapporto e ogni volta che facevo bene gli esercizi il maestro mi dava un bacio sulla fronte o sulla guancia finchè un giorno mentre lui mi stava dando un bacio sulla guancia io mi girai di scatto e il bacio finì sulle mie labbra, sarà il fatto della sorpresa da parte sua e lo scoprire che quel bacio mi piaceva il bacio durò a lungo; quando ci staccammo lui capì che mi piaceva essere baciato sulla bocca e da quel giorno i baci sulla bocca erano continui e a volte anche un pochino più lunghi della media.
Un giorno il prof dopo avermi dato l’esercizio da fare se ne andò in bagno ma appena chiusa la porta sentii un tonfo e un urlo forte di dolore, mi precipitai subito in bagno e scoprii il maestro a terra dolorante col suo pene un pò annerito per la botta presa, non sapevo che fare così presi in mano il suo pene e lo misi in bocca leccandolo lentamente e leccando e leccando il nero andò via ma il pene diventò molto più grande e lungo, lui sorrise compiaciuto e mi chiese
“Lo sai cosa mi hai fatto?”
” Ti ho fatto guarire”
” Si ma quello che mi hai fatto si chiama pompino e lo hai fatto molto bene, ora si è creata una notevole intimità frà di noi” ci baciammo ma questa volta il bacio fù veramente lungo e molto sensuale, lui si alzò e mi abbracciò stretto poi mentre con una mano mi teneva a sè con l’altra mi slacciava il pantalone e poi mi palpò il culo infine inseì un suo dito nel mio culo, entrò e girò allargandomi le pareti anali, a me tutto questo mi piacque molto così lui mise un’altro dito dentro di me e cominciai ad essere pervaso da un sottile piacere che piano piani mi stava invadendo e quando mi mise il terzo dito cedetti
“Ohhhh siii mi piace siii siii mi piace”
Vieni tesoro che frà poco godrai molto di più ti và?”
” Siii siiii”
Mi portò in camera da letto mi mise sul letto supino poi salìì anche lui mettendosi in ginocchio davanti a me mi tolse anche la mutanda si avvicinò e punto il suo pene al mio buco del culo, subito entrò per un pò poi vedendo che provavo dolore si fermò e mi baciò
“Vedrai tesoro che frà poco non sentirai alcun dolore invece sentirai un grande godimento che vorrai farlo ogni giorno”
Mi entrò ancora un pochino poi ancora un pò finchè mi fù tutto dentro, io ero immobile e un pò spaventato dal dolore ma lui stette fermo per un pò così il mio culo si abituò e non sentii nessun dolore,
“Vai vai” gli dissi
Lui iniziò a scoparmi lentamente e ogni volta che entrava scendeva a baciarmi e mettermi la lingua in bocca intanto io cominciavo a godere veramente
“Ohhhhh mi piace mi piace prof mi piace cosa mi stai facendo?”
” Ti stò scopando tesoro”
” Allora mi scopi che mi piace tantissimo siiii siiii mi piace”
” Vedi che adesso ti piace!! ti scoperò ogni giorno contento?”
Siiii Ssiiiiiii mi piace mi scopi la pregooooo
Il ritmo aumentò ed io dai colpi presi sembravo un bambolotto erotico, ero all’estremo della lucidità e lui continuava a scoparmi con un ritmo incessante, il suo uccello pieno di vene mi procurava dei veri spasmi di piacere e continuava continuava ed io andai in un delirio dei sensi
“Ohhhhhh che bello siii siii sempre siii sempre così, tutto il giorno così siiiii mi piace siii la prego siii”
ma anche lui dopo una lunga scopata venne in un oceano di sborra che io presi senza far defluire neppure una goccia, presi della carta e me la ficcai nel culo e poi con la lingua gli pulii perfettamente l’uccello.
“Caro ragazzo tu sei un’aspirante ragazzo da letto, sei già una troia ma andando avanti diventerai un oggetto sessuale e per ora sarai solo mio”
Io che ero ancora in estasi risposi
” Si maestro siii tutti i giorni siiii mi piace troppo”
” Certo che ti piace sei una troia in erba la prossima volta ti truccherò da ragazzina e ti metterò en femme”
“Si signore si tutto quello che vuole”
Questa storia andò avanti per due anni, anni che diventai un vero ragazzo da letto, mi scopava per ore dopo aver studiato, mi truccava e vestiva da puttanella, mi cambiò intimamente poi un giorno mi disse
” ragazzo l’anno prossimo torno a insegnare al mio paese ma tu ormai intimamente sei già una troia”.
Non lo vidi più e forse fù un bene per me.

 

One thought on “Ho iniziato presto

  1. Rosy

    Mhhh! Che bei ricordi, io ho iniziato così presto, ero una troietta vogliosa che andava con tutti, dal culetto spanato dove si entrava con estrema facilità e la bocca che non si schifava di nulla.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.