Suocera

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Suocera

Spread the love

All’epoca dei fatti mia suocera aveva 65 anni statura media capelli tinti neri bocca carnosa seno prosperoso fianchi e sedere molto abbondanti. Un giorno viene a trovarmi sul lavoro e mi chiede se, una volta finito con i clienti potevo farle un massaggio rilassante in quanto erano stato giorni faticosi sul lavoro. Avvisai mia moglie che avrei fatto tardi e dissi a mia suocera di mettersi distesa sul lettino. L’aiuto a levarsi le scarpe e mentre mi abbasso per levargliele la mia attenzione viene attirata dalle sue cosce ricoperte da collant color naturale dai quali si intravvedono mutande bianche. La faccio stendere e inizio il massaggio ma mi rendo conto che per farlo meglio devo farle togliere i vestiti. Le dico se può togliersi il vestito e con un po’ di imbarazzo le abbasso la cerniera dell’abito che lei lascia scivolare a terra.
Non indossa la canottiera e se prima i miei occhi sono caduti sulle sue cosce ora cadono sul suo enorme davanzale che il reggiseno fatica a contenere tanto che i capezzoli sono parzialmente visibili. Le dico di stendersi e riprendo il massaggio. Ha due belle cosce che massaggio con piacere. Il massaggio sembra piacerle, e noto che divarica le gambe per permettermi di lavorare meglio ma soprattutto sento dei mugolii come di piacere. In quel momento il mio cazzo comincia a dare segni di vita, mi sto eccitando alla vista di mia suocera semi nuda. La faccio girare non prima di averle fatto sfilare i collant. Ha un culo veramente enorme, un cazzo ci starebbe veramente bene ma dubito ne abbia mai preso uno. Dalle mutande spunta qualche pelo nero ma soprattutto si notano delle macchie di umori vaginali. Mia suocera si sta forse eccitando? Il mio uccello diventa sempre più duro, allora mi fermo un momento e vado in bagno a rinfrescarmi nell’attesa che il mio pacco si rilassi. Quando rientro rimango senza parole. E’ distesa sul lettino completamente nuda. Mi dice con voce accattivante: “Così il massaggio viene meglio”. E’ girata a pancia sotto e mi mostra il suo grosso culo. Riprendo il massaggio è bello morbido e si massaggia molto bene. Con le dita belle larghe scendo nell’interno coscia avvicinandole sempre di più alla sua figa pelosa. Sento il profumo della sua eccitazione allarga sempre più le sue cosce, spingo le mie mani sempre più vicino alla sua vagina che adesso è completamente bagnata. Lei si muove dall’eccitazione adesso non si sta più trattenendo gode come una porca e la sua vagina riprende a rilasciare i suoi umori ed è sempre più bagnata. La mia eccitazione riparte e quindi provo ad osare di più. Mi fermo, mi tolgo pantaloni e boxer e riprendo il mio lavoro. Mi chiede di continuare perché non ha mai provato così tanto piacere allora la faccio girare per iniziare il massaggio davanti, mi vede nudo con l’asta bella diritta, sgrana gli occhi alla vista del mio cazzo in erezione. Riprendo quello che ormai non è più un massaggio ma l’inizio vero e proprio di un rapporto sessuale, le palpo dolcemente il seno, la mia bocca si attacca ai suoi capezzoli, sono duri e grossi come un pisello mi giro e inizio a scendere verso il suo sesso, il mio cazzo adesso è vicino alla sua bocca mentre la mia lingua inizia a leccare la figa, sta godendo mi dice di continuare ma che non sa cosa fare con il mio uccello. Le dico che può fare quello che vuole, toccarlo baciarlo prenderlo in bocca. E’ riluttante quasi schifata all’idea ma poi si lascia trasportare dall’eccitazione e inizia a prenderlo in mano fino ad arrivare a metterselo in bocca. Continuo a leccarle la figa alla ricerca del clitoride lo trovo ed inizio a succhiarlo sento la sua eccitazione aumentare fino a quando vengo letteralmente innaffiato dai suoi umori, il suo corpo sobbalza e si contorce urla tutto il suo piacere e nello stesso momento anch’io mi libero del mio contenuto ricoprendo tutta la sua faccia. Cerca di ripulirsi di tutta quella roba bianca appiccicosa le dico di succhiarsi un dito, lei lo fa e poi ne ricerca altro, mi dice di non averlo mai assaggiato, le piace. Mi giro, la guardo, ha gli occhi chiusi sembra esausta ma io non ho finito mi abbasso verso di lei, allargo le sue gambe e la penetro con dolcezza. Apre gli occhi e mi guarda sorpresa ma non oppone resistenza, inizio a muovermi lentamente, è inebriata per quello che sta provando. Lentamente comincia a muoversi assecondando i miei movimenti, la sua faccia è una maschera di eccitazione, gli occhi sono spalancati mugola sempre più forte, vorrei continuare a pomparla ma mi accorgo che il mio uccello sta per esplodere allora aumento i miei affondi le mie palle sbattono contro il suo culone, aumento ulteriormente il ritmo e appena sento che inizia a fremere, le vengo dentro inondando la sua vagina di sperma. Mi accascio sopra di lei soddisfatto per aver chiavato mia suocera. Dopo qualche minuto sento la sua bocca attaccata alla mia, la lingua cerca la mia. Limoniamo avidamente e con dolcezza mi dice: “Ho ancora voglia di farmi scopare”. Ci scambiamo le posizioni adesso io sono sdraiato sul lettino e lei è sopra di me. Si abbassa sul mio cazzo e inizia a farmi un pompino. Se prima era un po’ in difficoltà adesso è più a suo agio. Se lo infila tutto in bocca lo lecca e lo succhia avidamente. Sento i suoi umori gocciolare sulle gambe, è molto eccitata. Le dico di alzarsi e infilare il mio uccello in figa. Il mio cazzo entra velocemente e lei inizia a saltarci sopra. Le sue tette mi ballano davanti le prendo e le strizzo fino a farla urlare dal dolore. Lei continua imperterrita a saltare sul mio cazzo che la penetra con molta facilità visto quanto è bagnata. Sono completamente fradicio dei suoi umori. Mi accorgo che inizia a fare fatica allora le cingo i fianchi con le mani e l’aiuto nei movimenti. Il ritmo aumenta come anche le sue urla, le dico che è una vecchia troia e che non immaginavo fosse così vacca dopodichè il mio uccello la riempie di calda sborra. Si affloscia sopra di me ansimando per lo sforzo. Le accarezzo i capelli fino a quando la sento rilassarsi. Ci alziamo, l’aiuto a rivestirsi e ci lasciamo senza dire una parola. Non avrei mai pensato di riuscire a scopare mia suocera, anche se ne avevo sempre avuto voglia.

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.