Scopata notturna a tre in ospedale

Scopata notturna a tre in ospedale

(innanzitutto tengo a precisare che i miei racconti sono tutti veri…D’altronde il sesso da dipendenza e cerco sempre nuovi stimoli per nuove avventure di sesso hard…)
Come avrete capito dal nick sono un vero medico ospedaliero…Il mio lavoro mi piace, ma l’ospedale mi offre tanti bei cazzoni duri e sempre pronti. Scopo con tutti, ma i miei preferiti sono portantini e infermieri, maschioni volgari e violenti, che non vogliono stupidi preliminari ma solo scoparmi…D’altronde scopare una Dottoressa li fa arrapare ancora di piu’.
Faccio i turni di notte in reparto un paio di volte alla settimana, e non c’e’ notte nella quale non mi concedo ai porci e ai loro cazzoni. Durante uno di questi turni entrai nel reparto deserto…Era una notte estiva : indossavo una canottiera bianca e una gonnellina jeans piuttosto corta…Mi piace anche mettere in evidenza i miei piedini numero 37. li curo molto, ho sempre le unghie lunghe e appuntite laccate rosse e una sottile cavigliera d’oro portata sempre a destra come le vere troie che ovviamente non porto nei turni di giorno per non far sospettare che sono una zoccola…Per completare il tutto calzavo dei sandali infradito veramente sexy.
Mi avviavo verso lo spogliatoio quando vidi di essere seguita da due dei miei scopatori preferiti : Nando il portantino detto “er palo” e Luigi l’infermiere…Nando e’ un grassone quasi calvo mentre Luigi e’ un uomo magro con i baffetti e i denti ingialliti dalle tante sigarette che fuma. I due ridacchiavano mentre mi venivano dietro, quella note sarebbe stata molto “intensa”…
Sorrisi loro da dietro una spalla e mi chiusi nello spogliatoio…Mi preparai per loro…Mi spogliai completamente indossando solo il camice bianco, poi aprii la porta…i due porci erano li’ ad aspettarmi con i loro cazzoni che facevano un bozzo sotto i calzoni… Sorrisi e dissi : ” Allora, porconi…che volete farmi stasera ?…”. “annamo in reparto Dottore’…” disse Nando palpandomi il culo. “Daje, troia, che ce devi soddisfa’ ! “aggiunse Luigi ghignando.
Salimmo al reparto del terzo piano ed entrammo in medicheria : i pazienti dormivano e c’era silenzio…Nando chiuse la porta alle nostre spalle…I due tirarono fuori i cazzi grossi, duri e gia’ pronti per la “loro” Dottoressa. “Mhhh…che nerchioni avete, porci !” dissi con la fica gia’ fradicia di umori vaginali…”Veniteee… Li voglio sbocchinare !”.
I due si avvicinarono menandosi i loro pezzi di carne. Mi inginocchiai in mezzo a loro e presi i cazzi in mano…Li scappucciai e vidi le cappellone gofie e violacee. Alla base del glande i due avevano uno strato di smegma, la crema maleodorante indice di scarsa igiene…Mi e’ sempre piaciuto leccare lo smegma…La cosa mi eccitava tremendamente.
Alternativamente ripulii le cappelle con la lingua assaporando la “cremina” puzzolente…
“Daje Dottore’ succhia ‘sti cazzi, zoccola !” disse Nando mentre Luigi grugniva di piacere…Succhiavo i due cazzoni come un’ossessa ingoiandoli fino alle palle !…
Avevo fatto venire le due nerchie dure come il marmo…All’improvviso Luigi mi afferro’ per le spalle e mi obbligo’ a sdraiarmi sul lettino delle visite mentre Nando mi apriva le cosce…Luigi afferro’ il suo cazzo con una mano e mi si sdraio’ sopra…All’improvviso sentii il grosso cazzo del porco che mi penetrava brutalmente la vagina…”Te sfonno troia ! …Te piace ‘sta nerchia eh, zoccola ! Sei solo ‘na vacca da monta !!!” Luigi faceva avanti e indietro nella mia vagina strappandomi mugolii di dolore e piacere…Ero cosi’ eccitata che gli misi i piedi sulle spalle per sentire il suo grosso palo fino all’utero “Ahhh…Siii’… sono la tua troiaaa !…spaccami la sorcaaa…ghhh !”
dicevo squassata dal cazzone dell’infermiere !… Nel frattempo Nando si menava la nerchia per mantenerla bella dura per fare i suoi porci comodi nel mio corpo…Luigi era resistentissimo ! La monta duro’ tantissimo, poi sentii il cazzo del porco irrigidirsi…Grugnendo luigi mi ejaculo’ nella vagina fiotti della sua sborra viscida!
Ero piena, ma Nando voleva la sua parte…Mi spinse giu’ dal lettino ordinandomi : “Mettete a pecorina, Dottore’ , te vojo spacca’ er culo , troia !” Mi misi a pecorina a gambe larghe aspettando la violenza anale !.
Sentivo Nando dietro di me…Impugno’ il cazzo mentre con l’altra mano mi apriva le natiche…Con un brivido sentii la cappellona del portantino sull’ano…Poi, con un colpaccio secco il cazzone gigantesco del portantino penetro’ con violenza nel mio intestino ! Quasi svenni dal dolore sentendo quell’enorme palo di carne dura profanarmi il retto !
Ma gradualmente, mentre il porco mi sodomizzava, il dolore si affievoli’ e fu sostituito da un incredibile piacere violento…”Te piace ‘sto cazzo ner culo , vero, troia ?” “ohhh…siii’…non ti fermareee… inculami…inculamiii ! gemevo mentre l’enorme nerchia mi squassava dilatando il mio intestino devastato dal fallo gigantesco del portantino che ansimava di piacere mentre abusava del mio culo !…Anche la sodomizzazione duro’ per un tempo che mi sembro’ infinito ! ormai mi agitavo e godevo senza ritegno…
Ad un certo punto Nando mi strinse i fianchi e grugni’…Il suo cazzone pulso’ un’ultima volta e sentii la sua sborra viscida allagarmi l’intestino ! Ebbi un prolungato orgasmo multiplo gemendo e godendo all’inverosimile…Il portantino sfilo’ la nerchia ancora dura dal retto tutta sporca dei miei escrementi…Mi alzai dolorante ma felice per essere stata presa con violenza dai due luridi porci ! Una volta in piedi sentii lo sperma dei due colare lungo le mie cosce…Non volli pulirmi per godere di quella sensazione…
Indossai di nuovo il camice e rimasi in medicheria immaginando eccitata le altre scopate che ci sarebbero state in futuro mentre i due, rimessi i cazzi nei calzoni se ne andarono ridacchiando fra di loro senza dire una parola, come si fa con le zoccole, ma pienamente soddisfatti di essersi scopata una Dottoressa in ospedale !…

FavoriteLoadingAggiungi ai tuoi preferiti