Io, lei, l’altro…

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Io, lei, l’altro…

Spread the love

Sono fidanzato da oltre un anno con una splendida ballerina molto piu giovane di me. Io ho 48 anni, ben portati e lei 33. Dolce, bella e passionale, ha un corpo davvero fantastico: è alta 1,70 cm, gambe dritte muscolose e un culo perfetto, senza il minimo segno di cellulite. E’ perfettamente consapevole del suo aspetto e si veste sempre con attenzione evitando di tralasciare il minimo particolare. Indossa spesso gonne corte che mettono in evidenza le sue bellissime gambe, toniche e dritte. Quando andiamo in un locale faccio caso agli sguardi degli altri uomini e la cosa se da una parte mi ingelosisce dall’altra mi stuzzica e mi eccita.
Ogni tanto facciamo un gioco stupido e divertente: lei entra prima di me in un locale, da sola, io faccio finta di trovarmi accanto a lei, magari al bancone, a quel punto tento di rimorchiarla e quindi cominciamo a parlare come due perfetti sconosciuti.

Una sera dopo le sue lezioni alla scuola di danza siamo ovviamente usciti. Lei era davvero bella e molto sexy: aveva un vestitino nero corto che la fasciava completamente, stivali e francesine sopra le calze che arrivavano al ginocchio. Perfettamente truccata, elegante ma sensuale e molto femminile. Avvicinandoci al solito locale dove di solito ci spariamo dei “cicchetti”, lei mi fa “allora entro io e tu fai finta di non conoscermi, e poi cerchi di rimorchiarmi”. La cosa mi fa sempre ridere molto perché nella realtà non mi è mai capitato di rimorchiare una ragazza in un locale, per cui ho sempre difficoltà. Parlo troppo, lei me lo rimprovera sempre.

La lascio entrare in un locale e vedo che, come sempre si avvicina al bancone. Io attendo qualche minuto fuori. Ricevo una telefonata e i minuti diventano forse una decina.

Entro nel locale, la cerco con lo sguardo e con mio stupore vedo che sta parlando con un ragazzo, un bel ragazzo, più giovane di lei, forse 25 anni, parlano tranquillamente al bancone e sono piuttosto vicini. Io faccio finta di nulla e rimango in disparte, li guardo mentre parlano e ridono. A un certo punto lei mi vede e ci scambiamo sguardi maliziosi e di intesa.
Lei accavalla le gambe e lascia che le sue bellissime cosce sode escano quasi del tutto dalla minigonna. Il ragazzo si avvicina di più e le poggia il braccio attorno alle spalle, lei lo lascia fare. Continuano a parlare e a bere qualcosa. A un certo punto una mano del ragazzo scivola sulle sue gambe. Lei non dice nulla e lo lascia fare. La cosa mi stupisce ancora di più, sono pazzo di gelosia, ma al tempo stesso anche stranamente eccitato, il cuore mi batte forte, lei ogni tanto scambia qualche sguardo con me cercando di non far capire a quel ragazzo che ci conosciamo. Il ragazzo si fa sotto e mentre le accarezza le cosce delicatamente, la bacia sulla guancia, e lei lo lascia fare. Aspetto ancora un po’ , poi mi decido e mi avvicino a loro, al bancone facendo finta di niente. Lei non mi rivolge la parola, ma ci scambiano uno sguardo che da solo diceva tutto. A un certo punto faccio finta di sbattere contro la sua spalla “scusami” le dico, e lei “niente non ti preoccupare”. A quel punto in qualche modo cominciamo a parlare, io, lei e quel ragazzo che non si dimostra infastidito dalla mia presenza. Continua a darle piccoli baci sulla guancia e sul collo, una zona del corpo che la eccita particolarmente e infatti vedo che socchiude gli occhi e piega la testa all’indietro.
La mano del ragazzo è sempre sulle sue cosce sode e praticamente tutte scoperte dalla corta minigonna. Si baciano, questa volta anche in bocca, con la lingua proprio a un passo da me.

Beviamo qualcosa insieme e cominciamo a parlare. A un certo punto lei fa: “perché non andiamo a fare un giro? Chi ha la macchina?”
“io”, rispondo. Paghiamo e usciamo dal locale. Lei sale dietro e io dico a lui di farle compagnia.

Mentre ci muoviamo nella città buia, sono le 2 di notte, vedo dallo specchietto retrovisore che si stanno baciando, e la mano di quel ragazzo è ormai tra le cosce di lei. Lei geme e si slinguazzano da morire.
Sono davvero molto eccitato e geloso, ma decido di andare avanti in questo gioco. A un certo punto noto una zona completamente appartata e decido di fermarmi. È buio.
Mentre loro continuano a baciarsi io apro lo sportello posteriore e mi siedo accanto a lei, dall’altro lato.
Comincio a baciarla anche io e a toccarle i seni. Si gira da una parte e dall’altra e ci bacia alternativamente. Ha gli occhi chiusi. Anche io le metto una mano in mezzo alle gambe, è un lago, tutta bagnata, allarga le gambe come volendo invitarci a toccarla e a farla godere. Lo facciamo a turno e io le infilo 3 dita nella sua bella fichetta rasata.

A un certo punto mentre la baciamo e la tocchiamo ovunque lei slaccia i miei pantaloni, e quelli di quel ragazzo, sia io che lui ci tiriamo fuori il cazzo e lei comincia a segarci. Nel frattempo mentre io le infilo la mano bella fica bagnata, l’altro le lecca i seni e la bacia avidamente. Lei gode molto e muove il bacino.

A un certo punto comincia a spompinarci, prima quel ragazzo e poi me, lo fa per bene, con la sua bella bocca e quella lingua dolce e calda. Ripete questa operazione per diversi minuti alternando il mio cazzo e quello dell’atro ragazzo. Godiamo come matti.

A questo punto la portiamo di fuori, io decido di bendarla con una sciarpa che avevo in macchina e lei ci sta, anzi sembra eccitarsi ancora di più.
La sistemiamo sul cofano della macchina e ce la scopiamo a turno di brutto. Dandole forti colpi e lei gode sempre di più. Prova un orgasmo molto forte e urla. Io la giro e la scopo di dietro, la conosco bene e so che è la sua posizione preferita prova un altro orgasmo, ancora più potente del primo. È completamente fuori di testa, e dice “scopatemi, scopatemi forte, ho voglia di cazzo!” . Noi non ci facciamo pregare e continuiamo a scoparla forte a turno, lei gode come una pazza, come un animale.

Dopo una mezz’ora di questo bel trattamento lei si abbassa e ci spompina a turno per bene, godiamo per bene tutti e due a turno, lui le sborra in faccia, io sul seno, lei se lo spalma per bene con la mano che poi lecca per bene dito per dito.

Riaccompagniamo il ragazzo verso casa, non lo avremmo piu rivisto, una serata favolosa…

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.