Casa vacanze

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Casa vacanze

Spread the love

No, non ci voglio andare in albergo, devo mangiare e cenare a che ora dicono loro, poi se ci vogliamo mangiare una pizza fuori, hai pagato inutilmente! Ma guarda che dopo 1 anno di lavoro è giusto che non fai niente e ti riposi ! NO, tanto a pranzo restiamo in spiaggia e mangiamo la macedonia che fa pure bene sotto l’ombrellone, quest’estate devo tornare abbronzatissima! Non voglio andare in albergo, prendi una casetta,unica cosa amore, mi disse.. cerca di prenderla vicino al mare. E così la accontentai.
Fu così che mi misi alla ricerca di una casa vacanze in Corsica! Avevo pagato tutto, casa, nave,non ci restava che partire.
Arrivò il sabato della partenza, io e laura, sposati da 20 anni, coppia consolidata, con figli grandi ormai che viaggiavano per conto loro, eravamo un po piu liberi, il sesso tra noi era piu quello che non si faceva per stanchezza, routine. Avevamo provato tutto per vivacizzarlo, sesso su chat, con una escort, ma mai abbiamo fatto scambi di coppia o queste cose. Eppure il desiderio di vedere la mia bella laura, ancora molto piacente nonostante le sue 48 primavere,se le portava benissimo, attirava anche le attenzioni degli amici dei nostri figli. Piu di una volta scherzando avevano detto ai nostri figli che ce lo riportavano, che era piu’ provocante la mamma che la figlia. In effetti è così perché mia figlia, di seno ha una 2, mentre laura ha una bella 4! Viso e pelle ancora setati, belle labbra carnose, bassina, capelli sempre legati, culo non piccolo e sodo, ma di quello tipo brasiliani, cioè pieni,carnagione bianca.
Laura sessualmente non mi aveva mai fatto mancare nulla,anale, pompe ad ingoio, abbigliamento in sexy shop, toys, insomma donna a 360°, ma piu’ il tempo passava e piu’ in me bussava alla porta la voglia di vederla con un altro! Avevamo avuto tante discussioni per questo, lei diceva di farsi un altro solo a letto, ma nella realtà quando glielo proponevo mi dava del pazzo! E onestamente, forse percio’ siamo ancora insieme, lei contiene me e io lei, non so’ se poi ad atto pratico, vederla con un altro che effetto mi farebbe, e se le piace e se lo fa di nascosto? E se il tipo ci ricatta? E se non le piace? tante erano le domande che mi ponevo, ma poi svanivano perchè dicevo, tanto mai succederà nulla.

Quindi mentre lei guardava i panorami della corsica e mi diceva che bella questa insenatura, guarda queste case, meravigliata ed estasiata da cotanta bellezza di panorami, noi che provenivamo dalla metropoli, era tutto un amplificarsi di sensazioni.., La voce del navigatore mi dice che ero arrivato, erano le 18.00 del pomeriggio! Entro in questo viale sterrato con alberi a destra e sinistra, e mi apre il cancello una signora, prego accomodatevi e ci fa parcheggiare, dopo i convenevoli ci mostra l’appartamento! Rimasi estasiato, tanta natura attorno a noi, alberi di fico, pere, viti con grappoli di uva appese, avete tutta la frutta che volete disse la signora, e noi scherzando annuimmo e ringraziammo! La sera chiudete il cancello, e in questa tenuta di 4000 mq, starete solo voi, Io notai il barbecue vicino la nostra casetta, mentre Laura vide una casetta piccola vicino la nostra! E quella? chiese Laura alla signora, no quello è il deposito di mio marito, ci mette tutti gli attrezzi, zappa, trattore, e una volta a settimana viene fernando un ragazzo turco per potare, raccogliere..insomma seguire un poco il terreno. Ma lo dobbiamo aprire noi? No no ha le chiavi, state tranquilli viene solo di mattina presto quando voi sarete gia al mare!

E così ci lasciammo e demmo inizio alla nostra vacanza! Passarono i giorni e diventammo oramai padroni, ci destreggiavamo nella casa come fosse la nostra, di questo Fernando ci dimenticammo proprio! Fu così, che io da buon mattutino, vuoi per comprare il giornale, vuoi per la mia abitudine del caffè al bar, ad ogni modo lasciavo casa mentre Laura dormiva ancora, verso le 7 gia ero in macchina per raggiungere il paese a 5 km. Fu così che una mattina incontrai Fernando fuori il cancello, magro, scuro di carnagione, occhi nerissimi, brizzolato,sulla 40 di anni, e lui mi chiese in un italiano perfetto se io fossi il villeggiante, al mio si gli dissi se voleva il caffè al bar con me al paese che laura poteva spaventarsi se ci fosse qualcuno in mia assenza! Fu così che mi venne un lampo di genio, in macchina facendo amicizia con Fernando, un paio di domande di routine, da quanto tempo fosse in italia, se fosse sposato, ad ogni modo, gli dissi: Fernando ti faccio una proposta: vuoi trombare mia moglie? E lui scoppio’ a ridere, la sua risata era coinvolgente, anche io con lui ridevo, ma poi rimasi meravigliato quando mentre rideva mi disse: no no..io sono sposato, queste cose noi non le facciamo. Io dissi, scusa pure noi non le facciamo, per me sarebbe la prima volta! E lui.. no no! Io lavoro nella terra non voglio problemi, la signora mi paga bene e mi da anche casa dove sei tu adesso durante l’inverno, non voglio problemi! Dai Fernando non farla lunga ti regalo un 50 euro,! Come senti soldi smise di sorridere! Per cosa mi dai 50 euro? Per farti mia moglie come dico io! E come dici tu? Mi disse.. Io gli risposi, innanzitutto devo guardare di nascosto! Poi tu la vedi prendere con violenza, ma non devi farle male chiaro? E lui! Si puo’ fare, ma dove ti nascondi tu? E io gli dissi, tranquillo io mi metto fuori la finestra, e dalla persiana in legno guardo tutto! Ma quando? Mi chiese fernando sempre più coinvolto.. E io.. anche stasera! No stasera non posso, io sono sposato e ho detto che portavo mia moglie a mangiare fuori! Va bene Fernando, allora domani mattina alle 7.00 che lei sa che io vado al bar e tu sei solo con lei se entri! E cosi’ fu, quella notte sudavo freddo, mi pentivo di quello che stavo facendo, alla mia laura, a sua insaputa, la stavo offrendo ad uno sconosciuto, avevo il cuore in gola, e lei se ne accorse, e mi disse: amore ma sei agitato, te l’ho detto che il caffè non lo devi prendere piu dopo le 23.00.. Ma io sapevo che il motivo della mia ansia era un altro! Adesso le dico tutto, mi dicevo..ma la mia durezza fra le gambe diceva il contrario.
Così presi sonno piu per stanchezza che per altro verso le 4.30, e a distanza di poche ore, il bagliore dell’alba mi sveglio’, ero nel panico più totale, infilai un pantaloncino corto, una polo, e via in macchina, accesi il motore, usci fuori il cancello, e la parcheggiai nel viale affianco rientrando subito a piedi nascondendomi tra i vari alberi foglie e arbusti di oleandri dietro la finestra della nostra camera da letto! Era impossibile vedermi per chiunque. Vidi Fernando entrare, nel cancello, si avvia verso la nostra casetta, poi lo perdo di vista, sarà entrato in casa pensai… e infatti, rannicchiato sotto la persiana mi misi a spiare, la visuale era perfetta, vedevo laura dormire a pancia in giu.. la luce in camera iniziava a flitrare e vedevo benissimo entrambi! Fernando, si avvicina a laura, e si mette nel letto al posto mio, si sdraia, si leva il pantalone e inizia a massaggiare il culo di laura, e laura nel dormiveglia, se lo lasciava fare, pensava fossi io, sapevo che quando le veniva accarezzato il culo, era per lei eccitatissimo, in piu mi diceva sempre che lei solo al mattino aveva voglia di scopare.. e quindi fernando continuo’… laura si giro’ sempre ad occhi chiusi si stava facendo adesso massaggiare la fica,ma un urlo disumano quando sgrano’ gli occhi e vide fernando. Chi cazzo sei? E accavallo’ subito le gambe nascondendo la sua fica col cuscino, e alzandosi con la schiena verso la spalliera, sono fernando bella signora. Devo innaffiare terreno, ma prima vedendo come lei è bagnata innaffio prima lei bella signora, Laura era paralizzata, col lenzuolo cercava di coprirsi le sue nudità, ma vidi fernando che brandiva una roncola per falciare le sterpaglie, che sistemo’ prima per terra prima di adagiarsi sul letto.. bella signora, la vedi questa? Ti posso ammazzare e nessuno sa chi è stato, quindi o fai la brava e fai tutto quello che dico o faccio male prima a te e poi a tuo marito. E mentre lo disse adagio’ la roncola di nuovo per terra per togliere il lenzuolo bianco che copriva Laura, adesso tu mi fai vedere come succhi il mio cazzo, e dicendolo si abbasso’ lo slip a pois e usci’ fuori un cazzo moscio, pendente sulla destra, riuscivo a vedere benissimo perché il letto distava dalla finestra una decina di cm., mentre le foglie degli arbusti mi nascondevano perfettamente! Vidi Laura che non si muoveva, fissava fernando e per un istante butto’ lo sguardo sull’ uccello di lui, nero piu di lui.. e in quei secondi di pausa, che nessuno dei due parlava, vidi lui che prendeva per forza, violenza i capelli di Laura e le disse, e dai succhia signora vedrai che ti diverti non fare finta che non ti piace, e la calo’ con prepotenza sul suo cazzo, la costringeva a tenerle la testa sull’uccello, e vidi il cazzo di nando scomparire nella bocca di laura.. poi si stacco’ dicendo, puzza non voglio…ingoia ho detto puliscimelo troia, e laura chiudendo gli occhi ingoio’ di nuovo l’arnese, da prima era sforzato, ma adesso vedevo che laura non era piu costretta, andava da sola, e man mano vedevo svilupparsi quel nervo moscio in un asta sempre piu dura,nerissima, con le venature ai lati e dei peli piccolissimi e ricciolissimi, tutto nella bocca di laura che adesso succhiava in modo osceno, lo gustava e lo leccava ai lati mentre nando le accarezzava il suo culo bianchissimo, un culo bello pieno quello di mia moglie, e mentre era piegata vidi nando che le infilava le dita nella fica, due dita scure, lunghe, nando le spostava i capelli e ogni tanto guardava dalla finestra, sapevo che c’ero io dietro, ma neanche lui riusciva a vedere dove fossi, infatti il suo sguardo fu fugace, subito si dedico’ alla mia bella mogliettina, e mentre vidi che ormai il cazzo di lui era svettante, vidi lui alzarsi e mettere laura a gambe aperte per impalarla, era pronto, e mentre lui era pronto io da fuori mi stavo segando di brutto, ero gia venuto, ma lo avevo duro come un bambino, nuovamente, e bagnatissimo come non mai anche io..quella scena mi stava consumando il cazzo come da anni non mi capitava. Fu così che mentre mi segavo, vidi nando posizionarsi al centro del piacere di mia moglie e impalarla..ahhh un gemito di piacere…vidi le cosce di laura ai lati che facevano spazio a nando, oscenamente divaricate, assecondava i movimenti di nando, e da che erano lenti divennero ben presto velocissimi, la stava stantuffando a dovere, ed io ero venuto di nuovo, ma il mio cazzo non si ammosciava, era di nuovo duro.. fu così che pensai..che faccio entro pure io? E mi catapultai in macchina, mentre inserisco le chiavi nel contatto, pensai, se accendo e apro il cancello di casa, sentono i rumori e smettono, meglio se arrivo a piedi..e così feci, scesi di nuovo dalla macchina, percorsi quei 4 metri, silenziosamente apri il cancello..ed entrai in camera mia, la scena che mi si presento’ davanti fu paradiso per i miei occhi, vidi laura a candela su di lui che lo galoppava, si giro’ mi guardo’ e si fermo’..tranquilla amore ho organizzato tutto io, lo so’ che ti piaceva, continuamo..e lei si mise a ridere e nel mentre i suoi occhi tornarono di nuovo sul suo amatore.. si lasciava strizzare le tette e lo galoppava con passione… subito ne approfittai e Sali sul letto, in piedi, appoggiato alla spalliera, col mio cazzo turgido di fronte alla bocca di laura, e mentre continuava a galopparlo, la avvicinai con la testa e mi inizio’ una pompa..con la mano mi segava e con la bocca pompava…ahh quanto sei brava amore mio, vedi che sei una porcella? Brava così, continua,.. e mentre succhiava, mi staccai..camminando sul letto mi posizionai dietro laura, le spinsi la schiena verso il petto di nando, con le mani si aggrappo’ al corrimano della del letto, lei inarco’ il suo culo piu che poteva, adesso era pronta a ricevere due splendidi cazzi, e piano piano le puntai la cappella sul suo buchetto piu stretto, quel buchino caldo e leggermente peloso, il mio cazzo durissimo, sembrava che stavo scopando laura per la prima volta.. le mie gambe che urtavano quelle di nando, fu così che lentamente le appoggiai la punta della cappella, e poi piano piano entrai tutto il cazzo dentro…ahhhhh continuate, non fermatevi… si così bravi, sfondatemi, vi piace vero? E vedevo nando che laccava avidamente le tette di laura, le ingoiava, e da sotto la pompava.. fu così che laura si lascio’ andare a un magnifico amplesso..la vidi rilassarsi per poi poi urlare dal piacere…cosììììììììì siiiiiii…. vengoooooooo ….. e le innaffiammo tutti e due fiumi di sborra nel corpo, la innaffiammo a dovere… stremati ed esausti ci fermammo e si distendemmo sul letto sfiniti tutti e tre… e dopo 30 secondi di silenzio assordante, fermi sul letto… laura disse… stasera voglio rifarlo, La vacanza è appena iniziata!

 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

One thought on “Casa vacanze

  1. Lucio

    Bellissimo anche mia moglie ed io lo abbiamo fatto in vacanza e fu una settimana d
    di scopate, inculate e pompini per festeggiare i nostri primi 10 anni di matrimonio.
    Ma da allora abbiamo provato di tutto trio scambio e sesso bisex. Se volete contattarci sarà per noi un piacere scambiare le nostre avventure e fantasie.

     

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.