Un’amica un po’ troia (seconda parte)

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

Un’amica un po’ troia (seconda parte)

Spread the love

Ovviamente dopo quella sera ci furono altri incontri con la mia “amica”. Provammo di tutto, eravamo in sintonia dal punto di vista sessuale. Però durante un weekend lei mi invitò a casa sua, dove abitavano anche sua madre e sua sorella; ammetto di aver avuto più di un dubbio ma alla fine accettai. Arrivato conobbi sua madre e sua sorella e, scoprì, che la mia amica aveva organizzato tutto perché le sue congiunte avevano organizzato una gita fuori città insieme alla nonna. La sera di sabato mi preparò un’ottima cena, quando finimmo di mangiare la presi in braccio, mentre con le mie mani le stringevo forte il sedere, e la misi sul letto. Le sfilai il perizoma nero e iniziai e leccargliela: iniziai a stimolarle il clitoride, la sentivo ansimare e godere come una troia, con la mano mi accarezzava i capelli e continuavo sempre più velocemente a leccargliela. Poi lei si alzò, mi disse di aspettare a letto e andò in cucina: era andato a prendere la panna spray, me la spruzzò sul glande e iniziò a succhiarmelo, andava su e giù per tutta l’asta, sentivo il cazzo pulsare. Iniziò a succhiarmi anche le palle e, nel mentre, mi segava con la sua mano. Mi alzai e la misi sul letto a pancia in su, iniziai a penetrarla velocemente mentre le strizzavo le tette con entrambe le mani. Le spruzzai la panna sui capezzoli e iniziai a ciucciarli mentre me la scopavo. Nel momento migliore della scopata suonano al citofono: era il suo ragazzo. Lui arrivò e si accomodò su una sedia nella sua camera da letto e iniziò a masturbarsi. Lei si mise sopra di me e iniziò a cavalcarmi, le sue tette mi ballavano davanti e inizia a stringerle e a leccargliele. Intanto con la sua figa continua a saltare sul mio cazzo, è completamente bagnata e gode come una puttana, soprattutto vista la presenza del “cornuto” durante l’atto sessuale. La metto a 90 sul letto, inizio a penetrarla in modo violento: le mie palle sbattono contro il suo culo e le tiro anche schiaffi ben assestati. Decido di aumentare il ritmo e aumentano anche le sue urla. Intanto il suo fidanzato stava continuando a segarsi, si avvicinò a lei e decise di venirle in bocca: lei ingoiò tutto, fino all’ultima goccia di sperma. Continuo a scoparla, sento il mio cazzo pulsare e le vengo dentro: la sua vagina era pieno del mio caldo sperma ma a lei non bastava. Ricomincia a segarmi e a succhiarmelo finché non ritorna duro così decide di cavalcarmi ancora: la sua vagina abbraccia completamente il mio cazzo, ci salta sopra con molta velocità. Ero quasi sul punto di venire al che decide di alzarsi e inizia a succhiarmelo finché non ingoia tutta la mia calda sborra. Alla fine della serata il “cornuto” mi ha ringraziato e mi ha anche detto che nessuna aveva mai scopato così bene la sua fidanzata.

 




Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.