La migliore scopata dalle mia vita pt.1

FACCIAMO SESSO AL TELEFONO! CHIAMA IL 899005022 O CLICCA QUI

La migliore scopata dalle mia vita pt.1

Spread the love

Dopo due settimane di lontananza, finalmente Mirko ed io riusciamo a rivederci. Prendo ferie e all’alba parto per raggiungere casa sua.
Quando lui arriva, con i capelli scombinati e la barba leggermente incolta è più bello che mai. I suoi 23 anni si vedono: è giovane e pieno di vita, nonostante fossero solo le 8 del mattino. Sale in auto, mi bacia la guancia e io ricambio stampandogli il rossetto sulla pelle. Ci mettiamo a ridere e lui mi indica la strada per casa sua, con una voglia di saltarsi addosso indicibile.
Parcheggiamo e mi fa strada: mi mostra la sua piccola taverna. Una stufa, un divano, la TV. Un posto spoglio ma che presto sarebbe diventato la location della scopata più epica della mia vita.
Mi distraggo ad osservare finalmente il suo ambiente di vita. Mirko mi si avvicina e mi bacia con passione. Ricambio e capisco che lui è tutto ciò che voglio in quel momento, il resto del mondo non esiste.
Faccio scendere la zip della sua felpa, sotto non indossa niente. Il suo petto è caldo e accogliente.
Mi sfilo l’elegante giacchetta e la lancio, non serve più a niente. Mi bacia, mi tocca il seno, il culo e li stringe tra le sue mani. Io con le mani ricerco il suo cazzo sotto i pantaloni: è già eretto ed enorme nei suoi meravigliosi 20 cm.
In 28 anni di vita non avevo mai avuto a che fare con proporzioni di questo tipo e Mirko mi aveva fatto scoprire un altro mondo. Mi giro, gli do la schiena: lui inizia a baciarmi il collo e a strisciare il suo cazzo sulla mia schiena e sul mio culo. Mi spoglia, resto nuda di fronte a lui, assetata di piacere.
Lui va ad aprire un armadietto e tira fuori una canna: avevamo deciso di spingerci oltre questa volta, volevamo sentire di più.
Inizia a fumare mentre io mi inginocchio e gli abbasso gli slip. Finalmente rivedo il suo cazzone enorme e mi si illuminano gli occhi: lui lo nota e si eccita ancora di più. Lo prendo in bocca e inizio a leccare la cappella gonfia.
Procedo lentamente, succhiando a fondo, massaggiandogli i testicoli.
Sento che è eccitato davvero ma ad un certo punto mi ferma e mi fa sdraiare sul divano a gambe aperte.
Mi succhia un capezzolo e poi scende a giocare con la sua lingua nelle mie parti più intime. Lo sento succhiare e leccare velocemente mentre le sue dita entrano in me. Non oppongo resistenza, mi lascio andare al piacere mentre questa volta fumo io.
Dopo qualche minuto, decido di fermarlo e di riprendere dove lo avevo lasciato. Gli ripasso la canna e riprendo a succhiare il suo cazzo che questa volta esplode nella mia bocca, per la felicità di entrambi. Succhio e ingoio, tra i suoi gemiti.
Lo guardo negli occhi mentre con la lingua mi pulisco i contorni della bocca sporchi di sperma. Lo vedo eccitarsi ancora di più, per poi buttarsi sul divano in cerca di riposo.
Mi avvicino e mi faccio abbracciare, accarezzandogli il petto. È bello come non mai, con lo sguardo provato dal piacere. So già di voler rivedere quello sguardo nelle ore a venire e che farò tutto il possibile perché sia così.
Gli accarezzo il petto, la pancia…mi metto a massaggiargli i piedi, le gambe e la mia mano finisce ovviamente sul suo pene in fase di riposo.
Lo vogliamo entrambi, di nuovo. (Continua)
 


ASCOLTA AUDIO LIBRI EROTICI - PROVA 30 GIORNI GRATIS

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.